lunedì 12 aprile 2010




Il bramino Dona vide il Buddha seduto sotto un albero
e fu tanto colpito dall’aura consapevole e
serena che emanava, 
nonché dallo splendore del suo aspetto,
che gli chiese:
– Sei per caso un dio?
– No, brâhmana, non sono un dio.

– Allora sei un angelo?
– No davvero, brâhmana.

– Allora sei uno spirito?
– No, non sono uno spirito.

– E allora, che cosa sei?
– Io sono sveglio.

Anguttara Nikaya



1 commento:

  1. Mi commento da sola..
    Caspita che bello!! Come l'ho letto ho pensato;
    che bello... "sono sveglio"... wow!
    Ma allora siamo tutti spiriti dormienti?
    Wow....

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)