lunedì 7 giugno 2010

Uno dei miei viaggii 4-5-6 Giugno...Da chioggia a...

Questo di viaggio inizia con la colazione...
-Mi hanno dato due giorni di ferie.. che vuoi fare?
-Due giorni.. di nuovo?
-Già, forse tre, poi parto e vado via una settimana. Allora, che facciamo?
-Mi piacerebbe andare in Liguria... ma dovremmo andare anche dai miei a Chioggia...
- Senti, fai la borsa e vediamo nel frattempo...
Così è... preparo la borsa con il ricambio per tre giorni, carichiamo la moto e partiamo.
Al primo distributore mi chiede.
-Allora, che facciamo?
- La tentazione è forte, ma prima il dovere e poi il piacere. Andiamo a Chioggia, i miei ci tengono a farci vedere il posto scelto per le ferie... ti spiace se andiamo la?
-Nessun problema.. andiamo dove vuoi...
E così si va per Chioggia... Chiamo i miei per avvertire:
-Ci siete oggi? Saremmo li a pranzo... va bene?
La risposta è ovvia...
Chioggia però non è come ce la aspettavamo. Mi ha ricordato una vecchia signora con una bellezza sfiorita, spettinata e col trucco sbavato... potrebbe essere una bellissima città... ma non è così!














La sera, pizza e nanna... oddio, nanna è una parola grossa, il materasso è duro come una tavola, poi ci si mette il Tomo che da il meglio di se stesso... russa che sembra una motosega!

La mattina arriva, doccia, colazione, saluti ai nonni e via per altre città!
-Che visitiamo ora?
-Non so, che città ci sono sulla via di Seriate?
- Padova, Vicenza e Verona...
-Ok, vada per  Padova, Vicenza e Verona...
Eccoci che alle 9,30 arriviamo a Padova... Sinceramente è una grande e bella sorpresa.. Padova è splendida, la sua piazza è fantastica. Visito  l'abbazia di San Giustina, la basilica di Sant'Antonio, la bellissima piazza prato della valle, peccato che c'era il mercato e non abbiamo potuto goderne appieno la bellezza, peccato davvero... da rivedere, vie e viuzze una più bella dell'altra!!














All'una circa ci rimettiamo in sella.. via per Vicenza...meno di un'ora e ci siamo!
Anche questa è una sorpresa.. direi che Vicenza ci ha dato un senso di relax... tutto sembrava sotto voce, nessun frastuono, nessuna sporcizia, solo tranquillità....
Il Tomo si rilassa e si gode il relax e io vado a visitare le chiese, il teatro, la basilica Palladiana e Palazzo Chiericati, anche qua vie e viuzze... bella!!!





















-Sono le 18...che si fa ora? Vuoi andare a Verona?
- Ma ancha no come direbbe la mia amica Martina, non ho dormito, ho viaggiato e camminato.. se andiamo a casa?... Verona ce la teniamo per la prossima volta. Mi piacerebbe visitarla con la dovuta calma e un poco meno stanca...
-Ok...andiamo a casa!

Eccoci così sfrecciare sull'autostrada... ma il mio reale posteriore chiede grazia... fermiamoci!!!

Siam fermi al bordo del parcheggio che vedo un tipo che ci punta... e questo che vuole, penso io, nemmeno ho finito di pensare che si avvicina. Nel frattempo butto l'occhio noto una bellissima moto Guzzi rossa, wow!
Il tipo è  alto pelato e magro, barba sfatta, gilet in pelle con sotto il suo petto leggermente villoso, tatuaggi sulle braccia e una sigaretta in bocca...
- Hei ciao, sono Matteo.. ditemi un po', come va la vostra moto? Pure io l'avevo ma mi ha dato problemi fin da subito... a voi?
Un bellissimo sorriso spunta da quell'aria truce di prima...
- A noi questa è andata bene, almeno fin ad ora...
Il discorso si porta sulla sua bella moto rossa, i km percorsi e via di quel tono...
A un certo punto con un sorriso ci saluta e se ne va...
Ma che bella persona... ha ragione Daigor... motociclisti: strana meravigliosa gente!

Anche noi ce ne andiamo.. ultimi km e siamo a casa!


La mattina dopo si punta verso le valli bergamasche, Foppolo, San simone e tutti i paesini del posto. Un torrente, una cascata e una pic nic nel prato nelle aeree dedicate. La ricerca infruttuosa di un bel vedere e il ritorno.... Come sempre se non ci si aspetta nulla.. il nulla diventa fantastico!


4 commenti:

  1. La moto è libertà, la libertà è vento nei capelli che ti porta dove vuoi. A presto, Sara

    RispondiElimina
  2. già..la moto è una gran bella cosa, basta salirci che ci si sente subito in vacanza...
    non sarà comoda come un auto.. ma poco importa, con le ossa rotte ma con lo spirito in volo!!!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  3. wow.. che bel viaggetto... ne state macinando di km....
    io Padova non la ho mai vista... Vicenza nemmeno.. ho visto però Marostica... sai.. una piccola gita di tanti anni fà.. per vedere da dove veniva mio nonno :-) essendo lui stato Vicentino
    Per i motociclisti.. si Daigor ha ragione... di storie come questa ne ho sentite tante da un altro motociclista incallito
    Buona giornata Sara.
    s.c.

    RispondiElimina
  4. ... si ne maciniamo parecchi...ci prendiamo questi ritagli di ferie che mano a mano i suoi datori gli danno e senza tante pretese ci godiamo l'Italia... La prossima volta, è la Liguria! Ho già cercato il pernottamento più economico... ora aspettiamo solo il Carminati che conceda la grazia!;-)
    Ciao e grazie!

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)