mercoledì 16 marzo 2011

Mi prenderei a sberle!

Mi prenderei a sberle... e non sto scherzando!!
In questi due giorni, doveva andare diversamente, ovvero, doveva andare come volevo io... e ne ero davvero convinta!
Invece è andata come doveva andare e io come una sciocca mi son guastata due giorni che potevano essere bellissimi! Due giorni dove il mio Tomo era di riposo e io avrei potuto godermi la sua compagnia... invece ho permesso all'ansia e alla delusione di avere la meglio! Sono ricascata nella vecchi abitudini come una gonza! Se mettiamo anche che la pazienza non è proprio la mia virtù...
Non so cosa mi sia preso... ho superato montagne e ora un sassolino mi ha messo ko.. sarà colpa del tempo? della primavera? Naa solo colpa mia!! Tonta tonta tonta!!

Poi ieri  stavo sparecchiando la tavola e sento una frase in tv;  "fare la cosa più semplice  è sempre la scelta migliore"... Wow... è vero! La decisione era li da vedere ma il come sempre non l'ho vista!
Devo lavorare su questa parte di me che ogni tanto sfugge al mio controllo, lavorare sulla pazienza e l'accettazione dell'inevitabile!

Ok,  altro step... al lavoro!!

29 commenti:

  1. Ti dico la verità..gli ultimi due giorni sono stati negativi anche x me. Mi sono fatta prendere dal nervosismo x questioni di lavoro!Devo capire che a volte è meglio lasciar correre, anche se i miei colleghi mi sembrano degli idioti. A volte è inevitabile....siamo in due stagisti, non pagati (abbiamo giusto il rimborso spese)..e abbiamo dei colleghi (pagatissimi...figurati..in Ambasciata) assolutamente repressi, che piu' li osservo più penso che la loro poltrona sia occupata immeritatamente. Già...mi sn fatta innervosire da questo....dato che noi ci sbattiamo dato x fare bene le cose e poi vediamo gente cretina comportarsi da adolescenti, che viene a sfogarsi con noi xkè nn ha il coraggio di parlare apertamente cn i propri superiori. Che palle. E' inutile...puoi essere positivo quanto vuoi..ma devi sempre far i conti con chi attorno a te è sclerato e cerca di portarti via la tua tranquillità! io prenderei a sberle loro cmq ahuhuahuahua

    RispondiElimina
  2. Ti da il buon lavoro uno che non sa contare, il più delle volte, neppuro fino a 0,00001.
    Però molte volte faccio pure uso della pazienza, intesa come restare affacciato alla finestra a guardare il camminare delle nuvole.
    Un abbraccio forte, Sara!

    RispondiElimina
  3. Cara Sara non ci è dato di sapere del tuo inconveniente, quindi non posso darti conforto in merito. Ma hai ragione, alcune volte, o prendi la situazione per le corna cercando di risolverla, oppure bisogna lasciare decantare la cosa, e dare lettura dei nostri comportamenti nei confronti dell'accaduto. Comunque sia sono contenta di rileggere le tue riflessioni. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ahahah! Visto quello che racconti.. li prenderei a sberle pure io!!!
    Ma se guardi, farsi innervosire per quel che non possiamo cambiare, ( i tuoi colleghi rimarranno sempre idioti e le cose per me non si aggiustano al mio volere), è assurdo! Tanto se va così.. va così!!
    Ritorniamo serene e sorridenti va!!
    :-))
    Un abbraccio pieno di allegria!
    Smuak!

    RispondiElimina
  5. Cosimo!!
    Pazienza... mi sa che sarà la mia battaglia più grande!! Il non sapere come andrà a finire mi fa impazzire..ma DEVO PORTARE PAZIENZA!
    Devo provare a scriverlo 100 volte .. magari funziona.. lo faccio?
    ;-))

    RispondiElimina
  6. Grazie Tiziana.. già scrivere per me è un "lasciare decantare la cosa"... Perciò va già meglio, il nervoso va scemando...

    A volte penso di avere un destino ben segnato, perché appena cerco si fare quello che per gli altri è normale.. io non ci riesco!
    Magari faccio un post su questo.. forse mi aiuta a capire!!
    Grazie ancora!!
    Un baciotto a te!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Sara. Sabato scorso ho frequentato un seminario sul "Critico interiore" quindi puoi immaginare cosa ho pensato leggendo il tuo post... Qualcosa di vero ci sarà nella tua autocritica, ma forse è necessaria anche un po' di clemenza...
    Il lato positivo dell'impazienza qual è? La spontaneità, la creatività forse, la prontezza di spirito, la reattività... e quelli che sono fin troppo pazienti? Non sono anche un po' noiosi?...
    Forza Sara, vai bene come sei!
    Cinzia

    RispondiElimina
  8. Anche la clemenza nei miei confronti la devo rivedere.. sono la mia critica peggiore!!

    Certo è che se non fossi così impulsiva, testarda e impaziente... non sarei io! Ma dal guastarmi le uniche giornate che avevo con mio marito per la mia impazienza e delusione.. è davvero un peccato!

    Ora devo aspettare un'altra settimana... Si, ribadisco, MI PRENDEREI A SBERLE!
    :-)))

    Ciao Cinzia!!
    A presto e grazie!!!

    RispondiElimina
  9. I momenti così accadono. Come dicevo ad altro amico di tastiera, il trucco sta nel fermarsi un attimo, fare un respiro e affrontare con calma i problemi, cominciando ad analizzare da esterno quanto il problema è realmente grande.

    RispondiElimina
  10. Paòlo.. il problema per me è FERMARMI!
    Allora; prima do di matto, poi, visto che non ho più fiato.. respiro!;-) e alla fine analizzo il tutto... ma è troppo tardi perché quello che è stato è stato e io mi ritrovo con due giorni in meno di vita.. sprecati in ansia!
    Che folle che sono!!
    Aspettiamo la prossima!
    :-))

    RispondiElimina
  11. Cara Sara non farlo,purtroppo giornate no.. ci sono,il rimedio è
    aspettare che passi.Un abbraccio
    nonna di Sara gianna.

    RispondiElimina
  12. Cara Sara,
    l'unico consiglio che mi sento di darti è quello che adotto sempre io visto che lavoro (per modo di dire visto che io disoccupata cerco di dargli una mano nel suo lavoro e ovviamente non retribuito per cui... ) con mio marito e come puoi immaginare, è difficile non portare a casa i problemi... per cui, cerca di fare in modo per goderti la tua vita, di lasciare tutti i problemi, pensieri, delusioni fuori da portone quando entri a casa... tanto tutto quello che lasci fuori dalla porta lo ritroverai non appena esci non fugge..... e poi ci penserai.....

    RispondiElimina
  13. tu hai passato due giorni di nervoso...io ne ho passati 4 di angoscia che si è solo in parte calmata quando martedì mattina ho visto la mia amica entrare dalla porta dell'ufficio e gettarsi adosso a me per darmi due baci sulle guance...tu cara Sara ti farai prendere da mille cose... io in genere passo il tempo a preoccuparmi degli altri...ed è stato davvero duro questi ultimi giorni.. ogni ora a chiedermi come stava la mia amica... io consigli non posso e non so dartene... posso solo dirti che prima o poi tutto passa... e ritroverai la serenità... hai perso due giorni da poter passare con tuo marito? pazienza... almeno per te ce ne saranno altri.. purtroppo ce chi non potrà più passare nessun giorno tra le braccia del proprio compagno di vita :(
    ciao
    s.c.

    p.s.
    scusa se sono stata un po'acida ma non riesce a non pensare quanto può esser crudele la vita alle volte con persone che non se la meritano.

    RispondiElimina
  14. Ciao Paola!
    Il mio era solo uno sfogo per due giornate buttate per delle sciocchezze! Io che lotto con me stessa per essere positiva, di trovare quanto più di bello c'è nella mia vita, per poi cadere nel tranello dell'ansia, mi pare proprio stupido, sopratutto se penso a quello che succede in giro!
    Va tutto alla grande, devo solo rivedere i programmi che mi ero prefissata! E come dico sempre, altro giro altro regalo!

    RispondiElimina
  15. Come ho già scritto, il mio voleva essere solo un ironico sfogo, nulla di più!
    Sono consapevole del fatto che c'è qualcuno che sta peggio di me, sai qualche risvolto della mia vita e sai di cosa parlo.

    D'altronde questo blog l'ho messo per scrivere tutto quello che mi passa per la testa e oggi l'ho fatto.

    La mia filosofia di vita è godere di ogni attimo che mi è concesso, come fosse l'ultimo, e io questi giorni non l'ho fatto.

    E poi non è vero che "pazienza... almeno per te ce ne saranno altri.." Potrei andarmene in questo momento... e pensare che ho sprecato dei giorni, CON MOLTISSIMA IRONIA, mi prenderei a sberle!
    :-)

    RispondiElimina
  16. Ciao Nonna Gianna!!
    Fossero davvero tutti qua i problemi!! Le giornate no si fa presto a trasformarle in giornate si... con voi tutto qua, come essere nervosi!?

    Ma vedo che sei ritornata in forze e riesci a scrivere.. bene sono davvero felice di rivederti qua!!

    Un baciotto e un abbraccio forte forte!!

    RispondiElimina
  17. Ciao Sara, è la prima volta che mi imbatto in questo blog, però devo dire che mi ha preso, specialmente questo intervento, credo proprio che ripasserò in seguito. Ti volevo inoltre avvisare che vorrei aggiungerlo tra quelli che seguo nel mio kiss... ti lascio l'url così in tal caso ti desse fastidio puoi dirmelo o ti vorrebbe la voglia di farci un salto.. a presto kiss
    http://laraccontastorie.blogspot.com/b/layout-preview?token=PDUewS4BAAA.APGFYlDkce0mw7iKu_6tew.yQKuIzCwqq4WujeV9ZL1eA&blogID=3541025505473300293

    RispondiElimina
  18. Ciao Piccola!
    Bentrovata!
    Sono venuta da te e ti ho lasciato il mio saluto!!
    Grazie di esserti fermata un attimo da me e... a presto!

    RispondiElimina
  19. cara Sara, non so cosa ti abbia turbata in questi giorni, però hai ragione nel dire che un sassolino non può fermarti! Se ti manca un pizzico di pazienza, fai un bel respiro e datti 5 minuti per calmarti e riflettere: ma non sempre, mi raccomando, perché il bello degli impazienti è lo slancio sincero nel fare o dire le cose!!!

    RispondiElimina
  20. Sui problemi importanti ,io rifletto e mi prendo del tempo.Comunque con la tua forza supererai l'ostacolo.Serena notte a presto

    RispondiElimina
  21. Ciao Sara, ti capisco...eccome se ti capisco!!! Capita anche a me spesso di programmare in anticipo le cose e di pre-gustarmi il loro arrivo, immaginando cosa potrà accadere e come...poi malauguratamente capita che per un niente tutto vada storto, e quello che sognavo non è quello che succede realmente, questo perchè presa dall'ansia che tutto possa andare nel modo giusto e perfetto mi faccio incastrare da eventi furtuiti o raggirare da inutile sciocchezze!! Così quello che doveva essere una bella giornata o una lieta occasione si trasforma in un disastro!!!...ho imparato con il tempo e con gli errori che certe cose si possono programmare, alre invece bisogna lasciarle arrivare, passare da sole, senza volerle per forza incanalare in una precisa direzione...la vita a volte bisogna lasciarsela scivolare addosso...non credi??
    Facile a dirsi...difficile a farsi, non sempre è così semplice!!!
    Ciao un abbraccio..

    RispondiElimina
  22. l'amaro in bocca ti fa assaporare il gusto del dolce con più ardore...:-)

    RispondiElimina
  23. Grazie Monica!!
    Quello che mi manca e mi è sempre mancata è la pazienza!!
    Imparerò mai!?!
    L'impulsività invece, seppur un mio difetto, non mi va di perderlo... è così bello vivere del momento!!

    Un bacio!!

    RispondiElimina
  24. Ciao Cavaliere!
    Si.. se solo non fosse così stagnante!!
    Sai cosa si dice dell'acqua ferma, no? ;-)

    Buona notte anche anche a te!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  25. Ila! Hai colto pienamente il succo!!
    La mia frustrazione, al di la che non si muove nulla, è che non ho ancora imparato nulla!

    hai ragione a dire:"la vita a volte bisogna lasciarsela scivolare addosso.." è quello che mi dico ogni volta!

    Ma come si sa, il lupo perde il pelo... e io manco quello perdo, mannaggia!! :-D... niente quello.. mi tengo anche il vizio!!

    Vediamo dai, chi vivrà vedrà! Son davvero curiosa di vedere dove la mia vita andrà a parere!!
    Ti abbraccio forte e.. ma si, ti mando anche un bacio! :-D

    RispondiElimina
  26. Mark..pragmatico come sempre! Grande!!
    Non vedo l'ora di vedere quel dolce.. giuro!
    Un salutone anche a te e.. grazie!!

    RispondiElimina
  27. lo so Sara.. e mi scuso per quello che ho scritto.. lo avrei cancellato se avessi potuto...putroppo sono una sciocca e un impulsiva... te lo giuro.. starò attenta a cosa scrivo.sc.

    RispondiElimina
  28. a costo di fermare le mie dita.. scrivere qualcosa che ti offenda è l'ultima cosa che voglio.. perdere l'ennesima amica è l'ultima cosa che voglio.
    s

    RispondiElimina
  29. Silvia, stai tranquilla che non è successo nulla!!
    Tu hai detto e io ti ho riposto!
    :-)
    Un abbraccio!!
    A presto!

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)