sabato 23 giugno 2012

La storia si ripete... ma che palle però!!!


Chissà perché, quando sembra che la vita prenda un certo percorso, ad un certo punto vira tutto verso un'altra destinazione che sembra portare verso al nulla!
La situazione del Fanciullo Viaggiatore e la sua Dolce Vipera non va come si pensava che andasse, a distanza di quattro mesi sta precipitando tutto!
In Skipe questa mattina si è sfogato;
[10:06:09] Daigor: Quello che non capisco è che abbiamo fatto sacrifici per venire, continuiamo a farli, e più cerchiamo di trovare il modo di stare qui, più arrivano mazzate... sono alquanto stufo di sta situazione...
[10:16:22] Daigor: se solo avessimo un lavoro stabile non saremmo qui a star come stiamo... se avessimo più soldi pure... se conoscessimo qualcuno qui pure...tante cose che sono andate tutto al contrario...tutte insieme...
[10:17:55] Daigor: e comunque pensandoci, non ritenevo possibile che una serie così lunga di cose che vanno male, pensando positivo... tutte, una alla volta sono finite in merda...

E oggi sul suo blog il mio Fanciullo scrive questo:

Sono stufo!


Già, è così, sono stufo, sono stufo di 'sto posto, di 'sta gente, di 'sta situazione che si ripete senza fine da quando siamo arrivati.

Il posto è stupendo, l'Australia è meravigliosa, ma chi la abita è la parte che mi da più fastidio di tutto, che siano locali o importati, sempre di teste di cazzo si parla, e da 4 mesi a questa parte, non abbiamo trovato nessuno diverso da questo standard, una fregatura dietro l'altra, uno stronzo volta-faccia dopo l'altro, sono stufo, sono disgustato, mi fanno schifo!

Si, schifo! Sono una brancata di cloni con la testa vuota, il loro stato va bene e gira bene, perchè non hanno la capacità celebral di truffare lo stato, gli dicono quali sono i limiti tra cui stare, e loro, da bravi sudditi, ci restano, sembra che la regina sia ancora qui a comandare e loro siano il loro stuolo di servitori.

Ho avuto a che fare con i locali per lavoro, stesse merde che avevo come capi in Italia, Serena, uguale, 4 mesi di delusione, 4 mesi cercando di stare a galla sotto i colpi di un destino che cerca di affondarci, nessuna isola all'orizzonte, solo un lungo baratro scuro sotto di noi, pronto ad accoglierci nel suo freddo abbraccio...
Continua a leggere...

Le prove nella vita  non finiscono mai ma quando precipitano lontano da tutti, piegati  da chi ne vuole approfittare... non è facile, e mi spiace che la storia sia generazionale.. prima i miei, poi noi e ora nostro figlio... chissà quando si spezzerà la catena!
Non so ancora cosa vogliano fare ma visto la situazione penso che la soluzione sia solo una...

Ma passerà, prima o poi passerà (spero!)... come dico sempre; l'importante è la salute, tutto il resto è vita! ...Spero che ci credano pure loro!

Perdonate lo sfogo...


17 commenti:

  1. Ho scritto un msg di incoraggiamento nel loro blog :)siamo in un brutto momento..lo so bene. Ma la vita a volte ti propone questo e l'unica cosa da fare è lottare per far uscire il meglio anche da situazioni in cui sembra che non ci sia. Vi sono vicina*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rose.. ti ho risposto di la!!
      Speriamo che gli capiti qualcosa di bello nei prossimi giorni.. altrimenti la soluzione è solo una!!
      Un bacione enorme!
      GRAZIE!

      Elimina
  2. Oddio Sara..!
    Il tuo post mi colpisce particolarmente: pensavo che almeno in Australia ci fossero opportunità, anche mia figlia vive un momento drammatico per il lavoro, ed io le dico sempre che quella è la terra dei desideri esauditi.
    Forse ho sbagliato tutto ed ha ragione lei che risponde che dovunque si vada ci vuole solo c..o!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai cara Keiko che quando lo racconto mi rispondono che è la prima volta che sentono qualcuno che si lamenta dell'Australia!?!
      Io non so come sia per gli altri, ma da quello che mi raccontano i due fanciulli, a loro non va così. Magari è solo che per loro non deve andare, e nel loro cammino ci sia altro, non so...
      Ho chiesto se posso aiutarli e mi rispondono che ce la devono fare da soli... sta di fatto che la peggior specie di italiani all'estero li hanno trovati loro e i nativi sembrano approfittarne!

      Senti questa; a lui è stato commissionato un lavoro, che sapeva valere più di 800 dollari, non ha pattuito il prezzo e ha contato sull'onestà del committente. Il lavoro è piaciuto, è stato messo in rete e quando è andato a farsi pagare gli hanno dato 175 dollari!
      Vero che doveva pattuire prima, ma dai.. bisogna essere disonesti a pagare così poco... Lo fanno solo perché sanno che sono giovani e hanno bisogno di soldi, così ne approfittano e tanto!
      Per lei invece lo stipendio è parecchio al di sotto del minimo sindacale, con quei soldi si son pagati l'affitto e a malapena mangiano.Ma anche questo l'ha usata per un periodo e ora il lavoro è calato e per lei non c'è nemmeno più quello. Che se le diceva che era solo per poco lei non lasciava altre opportunità.. promesse ad uso personale è quello che sanno fare meglio!
      E questa è solo una delle tante che gli son successe!

      Mi sa che ha ragione tua figlia...se parti senza una buona dosa di c..o è tutto inutile...

      Elimina
  3. Speriamo che tutto cambi, e che possano trovare buone opportunità, se non in Australia, almeno qui nella nostra deprecata,ma stupenda, Italietta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A sto punto... non vedono altra soluzione!
      Vediamo come va nei prossimi giorni!
      Mal che vada si son fatti un esperienza niente male.. tu che dici?
      Un abbraccione e grazie!

      Elimina
  4. Sara un po' mi dispiace per tuo figlio, però come mamma sarei contenta, che dopo questa esperienza, ritornasse a casa. Anche qui se hai "c..o" puoi trovare qualcosa da fare. Buon fine settimana.
    Baci, Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Ale che io sono una mamma alquanto strana... ma sono combattuta!
      Sinceramente vorrei che restassero e riuscissero ad esaudire un sogno... Son partiti con un tale entusiasmo che sentirli così mi si spacca il cuore... Sai com'è vorremmo sempre che i nostri cuccioli riuscissero a spiccare il volo senza farsi male.. ma non è così!
      Han preso una tale botta che li sento disgustati e demoralizzati.Anche perché hanno lasciato il certo per l'incerto e pensavo che tal coraggio desse a loro un'opportunità..
      Dall'altra, se tornano son qua pronta ad accoglierli in casa per tutto il tempo che vorranno rimanere!!
      Buoni giorni anche a te!
      Ti abbraccio di gratitudine!

      Elimina
  5. Cara Sara fai bene a sfogarti gli amici del blog sono anche per questo,
    mi spiace per Daigor e la sua compagna, ma non puo'mica piovere per sempre.Un abbraccione nonna di Sara ginna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao dolce Nonna Gianna!!
      Il fatto è che per loro è quattro mesi che piove e ormai sono alla fine delle forze, sia finanziarie che emotive... o esce il sole presto o mi sa che affogano in così tanta acqua!!
      Ti ringrazio delle tua costante presenza!
      Ti abbraccio forte forte!!

      Elimina
  6. Cara Sara, con attenzione ha letto il tuo racconto spero solo che tuo figlio sia capace di avere la forza di alzare le tenta per prendere subito la decisione di lasciare quella terra che non lo merita e di tornare se anche in Italia non è cosi facile di trovare ciò che vorrebbe...
    Vorrei dire ancora qualche parola, la vita all'estero non è sempre facile io al ho provata sulla mie pelle, tante volte ci vuole coraggio e di farsi avanti a gomitate per farsi notare.
    Cara amica ti auguro una buona domenica sperando che vada bene.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'davvero dura.. anche per noi non è stato facile infatti siam tornati e partiti più volte! Tu almeno sei rimasto li e hai avuto il premio per la tua costanza!
      Non so ancora cosa faranno.. certo ritornare non è facile, qua c'è ben poco da fare ma se vorranno la porta è aperta! Qua da noi se ti va di lavorare anche la domenica... qualcosa si trova, la voglia di lavorare che non manca..e con un po' di spirito di adattamento qualcosa troveranno!
      Incrociamo le dita!!
      Grazie di tutto!
      Ti abbraccio!!

      Elimina
  7. Purtroppo l'isola felice non esiste o meglio non esiste da sola: ogni posto può diventare un inferno o un paradiso: dipende dalla forunta e dalla tenacia. Dai ora vado a rispondere a lui, sperando che non molli il colpo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Polo!!
      LO so che è dura ma quello che mi preoccupa di più ora è il loro morale che è sotto i piedi.. anzi di più.. in cantina!
      So come si sta quando si vede nero.. non si vede nulla!!
      Prego per loro ogni momento.. speriamo!
      Un abbraccio!!
      :-)

      Elimina
  8. Ciao Sara
    ho letto con attenzione e, come direbbe mia mamma, tutto il mondo è paese!
    Oggi vince il furbo, il ladro, l'imbroglione.
    La sensibilità non premia, i valori affettivi e morali sono purtroppo, il più delle volte, una zavorra.
    E' sconsolante sapere che la globalizzazione della "cazzimma" (cattiveria gratuita) abbia toccato tutte le parti del mondo.
    Non si può neanche più sognare di approdare in lidi diversi dai propri e vivere onestamente la propria vita.
    Ormai si passa la gran parte del tempo a difendersi dagli aggressori (che spesso scopri di aver proprio tra amici e parenti).
    Mi auguro che possano trovare un pò di pace.
    Spero che la trovino vicino a te.
    Un abbraccio fortissimo a te ed a loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero.. tutto dannatamente vero!
      La cosa che spero, caro Gianni, è che non perdano fiducia nel mondo! Anche se viviamo in un mondo di schifo ho sempre fatto di tutto per aver fiducia e speranza.. Ho sempre insegnato a mio figlio che finché c'è vita la speranza è garantita.. ma mi sa che ho mancato in questo.. forse non sono stata abbastanza convincente!:-)

      Pure noi nel nostro piccolo abbiamo avuto le nostra disgrazie, siamo arrivati a non aver più nulla da dargli da mangiare...Ma la speranza non è venuta meno... non saremmo qua adesso visto che la voglia di buttarmi nel lago è venuta, ma come è venuta me la son fatta passare, perché la vita va vissuta e buttarsi giù non serve. E' allora che la speranza e la tenacia non deve mancare.

      Il mondo fa schifo è vero... e magari può sembrare che anche la vita sia lo stesso.. ma io mi rifiuto di pensare che sia tutto così. Lo so che stanno passando un periodo di schifo, uno schifo terribile.. ma anche questo periodo passerà come passa tutto!

      Ho la tua stessa speranza... che sia qua o ovunque nel mondo.. e spero che la trovino in fretta!

      Un abbraccio a te e grazie ancora!

      Elimina
  9. In ogni parte del mondo serve fortuna, sai come si dice dalle mie parti "meglio nascere fortunati che ricchi".
    Però si dice pure che la fortuna è una ruota che gira, per cui mi auguro che per loro la ruota giri in fretta e che arrivi loro un pò di positività, per fare in modo che riescano a realizzare il loro sogno... ora vado a vedere se riesco a dare loro un pò di sostegno italiano... ciao ciao

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)