domenica 16 giugno 2013

Il mio Giardino Segreto...

Non dire tutto ciò che sai, non credere a tutto ciò che ascolti, non fare tutto ciò che puoi. Mantieni dentro di te un giardino segreto, ha detto un giorno Alejandro Jodorowsky...

Vero, e  per quanto io possa sembrare poco riservata conservo dentro di me il mio giardino segreto, dove faccio quello che mi piace di più: stare con la mia famiglia, leggere, informarmi, curare me e chi amo, e amare la vita a più non posso! 

Ma c'è un altro giardino segreto che amo tanto: quello dove accolgo gli amici e conoscenti e dove le loro parole vengono custodite come gemme preziose! 
E' bello che le persone che incontro mi raccontino le loro più segrete confidenze sapendo che rimarranno proprio li dove sono state donate. Io trovo gratificante che mi dimostrino così tanta fiducia! E la fiducia si sa... è una cosa seria! Non va presa e poi tradita...

Proprio per questo mi spiace tantissimo incontrare gente che appena ti vede ti racconta di quello che è successo a Tizio e Sempronio solo per il gusto di farti vedere che anche loro sanno. Ha poca importanza mostrare agli altri che si ricevono confidenze se poi si spiattella tutto.
Chi ha parlato, chi si è confidato con noi, fidandosi, aprendo la propria mente e il proprio cuore... merita rispetto e devozione, silenzio e segretezza!

Curiamo il nostro Giardino Segreto come fosse la cosa più preziosa che la vita ci ha donato!


17 commenti:

  1. Ciao Sara, prima di dare confidenza alle persone, bisognerebbe accertarsi che abbiano anche loro un giardino segreto e non un parco pubblico, alcune non sanno proprio tenere niente, soffrono di incontinenza mentale ahah, bisogna avere rispetto delle confidenze altrui,non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te...ciao baci buona settimana rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, bisognerebbe stare attenti con chi si parla, ma a volte è talmente necessario parlare con qualcuno che ti ascolti, che speri sempre nella discrezione di chi ti ascolta...
      Bella massima la tua citata, immagina ce bello se fosse applicata da tutti!!

      Un abbraccio di luce e grazie!
      :-)

      Elimina
  2. Cara Sara, veramente un bel post, le parole sono veramente da incorniciare.
    Fino che noi sapremo apprezzare quanto bella è la vita, allora possiamo avere dentro di noi tutti i segreti che illuminano la nostra strada.
    Buona settimana cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle parole Tomaso..."i segreti che illuminano la nostra strada"...
      Anche tu non scherzi!
      Un bacione e un abbraccio stretto!
      :-)

      Elimina
  3. Praticamente quasi più della metà della popolazione fa così, specie nei paesi come il mio. E se si è una persona che si fa i fatti propri, passi come un'associale, capisci? praticamente io la sono. Ma poi mi dico, ma chi se ne importa? alcuni sanno come sono veramente! Del resto, troppo spesso mi capita di incontrare gente che comincia a raccontarmi le sue storie, le sue pene, è probabile che sia un dono, il nostro, quello di raccogliere (lo aveva anche mia mamma). Sono felice quando vedo le persone che stanno bene e sono serene (rare, ormai), sono una che "assorbe" e ci sto male quando torno a casa e ripenso al dramma di quella persona.
    Bene, ho fatto un poema...
    Ti abbraccio, Sara, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho imparato con tempo ad usare il giusto distacco... e questo a quanto pare aiuta anche chi racconta! Ho un'amica che mi ringrazia per questo mio distacco, dice che rende tutto più facile sapendo che io non mi carico del suo dolore.
      Il fatto è che anche se io mi faccio carico, non risolvo il problema, se invece son distaccata riesco ad essere obbiettiva e se la situazione lo richiede posso anche dare un consiglio...

      Il "poema" non è un problema, mi fa piacere quando vi sentite in vena di scrivere.. davvero tanto!

      Un abbraccio luminoso a te!|
      :-)

      Elimina
    2. ecco...se hai dei consigli per imparare a utilizzare questo distacco te ne sarò grata a vita ^_^

      Elimina
    3. Quello che ti dirò ora letto così ti sembrerà brutto, ma davvero è il segreto per non farsi coinvolgere: quando qualcuno ti parla e ti dice i suoi problemi, dentro di te, come se facessi un discorso a te stessa, ripetiti che il problema non è tuo, che tu non puoi che ascoltare visto che non puoi fare nulla... Continua a farlo finché non ti senti più coinvolta e non immedesimarti mai! Detta così sembra menefreghismo, ma è solo distacco!
      Sta di fatto che se non ti angosci, stai meglio tu e il tuo interlocutore... anche chi hai di fronte sentirà di non angosciarti e si sentirà più sollevato, provare per credere!
      Non è facile, sopratutto le prime volte ma con allenamento alla fine anche tu riuscirai! Fammi sapere! ;-)

      Elimina
    4. proverò, stanne certa, e ti farò sapere
      grazie per questo prezioso consiglio
      TVTB

      Elimina
  4. imparare a custodire un segreto, o semplicemente una confidenza, è quanto di più formativo ci sia per una persona!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. e o continuo nella mia formazione! Ma quanto è lunga 'sta strada! ;-)
      Un abbraccio a te e grazie!
      :-)

      Elimina
  5. Ciao Sara!
    Sono d'accordo sia con te sia con il mitico psicomago Alejandro!
    Lo ammetto: senza gli altri forse non riuscirei a vivere, DEVO stare in mezzo alla gente, ma PRETENDO dei momenti tutti miei, per coltivare il mio giardino segreto di pace e tranquillità!

    Buona settimana!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra il minimo e più se ne prende, più se ne vorrebbe.. almeno per quanto riguarda me!
      Felici giorni a ate caro Moz.. grazie!!
      :-)

      Elimina
  6. Ciao cara Sara bel post, è bello a volte aprirsi confidarsi ti fa stare bene non si puo tenere tutto dentro, pero'fino a un certo punto perche' tutti abbiamo
    il nostro giardino segreto.un abbraccio e ti auguro una buona settimana
    nonna di sara gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti cara Nonna... è questa la cosa bella... se c'è qualcun che parla, ci deve essere qualcuno che ascolta e il secondo deve essere discreto!!

      Un abbraccio luminoso a te cara Nonna Gianna!
      Grazie!
      :-)

      Elimina
  7. Grande virtù, e rara, saper ascoltare con discrezione.E, per quanto difficile, com'è bello raccontare di se stessi e non di faccende d'altri.
    Questa filosofia la incontro assiduamente nel tuo blog, e la apprezzo moltissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Caro Costantino.. ho tanti difetti e poche virtù ma sono fiera di dire che questa mi appartiene! E mi sembra che anche i miei amici apprezzano!
      Grazie delle tue parole, gentile come sempre!!
      Ti abbraccio!
      :-)

      Elimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)