sabato 23 novembre 2013

Scena prima, atto primo... ciak, si gira!!

Ho paura.. una paura fottuta... ancora non so il perchè, ma spero che ci sia una spiegazione logica!

Questo succede il giorno prima della partenza, grazie al cielo una telefonata alla mia amica Milena mi rimette in carreggiata!
La notte passa con vari risvegli e arriva mattina, e le cose da fare sono ancora tante... tante che il tempo vola! Arrivano le 12,30 e i miei genitori suonano il campanello, saranno loro che ci accompagneranno alla navetta per Malpensa.
Siamo in aeroporto alle 15,30 a poco dopo arriva la mia amica Giansi, il tempo di un caffè, un abbraccio stretto e se ne va!
Ci sembra di aver un sacco di tempo e ce la prendiamo con comodo! Non abbiamo pranzato e così alle 17,30 andiamo a mangiare.. il volo è previsto per le 18,55 con l'imbarco alle 18,25... Ultimo saluto al fanciullo alle 18.00 e ci avviamo a cercare la porta d'imbarco.
-Tomo... qual'è la porta?-
-La 27A-
Ci avviamo verso la 27A.. arriviamo alla 25... 26... 34... TRENTAQUATTRO???
-Ma com'è possibile? C'è la 26, dopo un lungo pilastro si arriva al 34... senti Tomo, dai una craniata convinta nel pilastro.. magari funziona come il binario di Harry Potter...-
-Sì.. adesso lo faccio...-
-Fammi vedere il biglietto va!-
Mi da i biglietti li guardo... il 27A è il sedile sull'aereo!!
Ovviamente sui biglietti non troviamo la porta (che tonti) e allora cerchiamo il display... Ok trovata la porta al Tomo scappa pipì, vai a fare pipì... Mentre aspetto sento che chiamano un tale che è atteso urgentemente all'imbarco... dentro di me penso che è il colmo farsi chiamare... che gente!

Appena Tomo esce dal bagno vedo un signore trafelato col cellulare attaccato alle orecchie che chiede qualcosa a chiunque incontri: Madrid? Andate a Madrid? Madrid? poi guarda me e fa la stessa domanda:
-Madrid?-
-Si...-
-Andate a Madrid???-
-Si...-
-Sara.. Tomo...?-
-Si...-
-Cazzo è mezz'ora che vi stiamo cercando... l'aereo sta aspettando solo voi!!-
-Ma l'aero parte alle  18.55...- Si difende il Tomo...
-E lei vorrebbe presentarsi alla 18,54??? Andate per Dio!!-
-Ma che ore sono?-
Guardo alla direzione della porta e vedo tre persone che si sbracciano disperate!!
Via... facciamo una corsa, mostriamo passaporto e biglietti al volo e di nuovo a correre!
-Ma che ore sono pant pant...-
Arriviamo sull'aereo sudati e ansimanti... ma per fortuna nessuno sapeva che l'aereo partiva in ritardo per colpa nostra!!!
-Ma che caspita di ore sono???-
-Le 19,05...-
-Ah... ops...-
(Ah.. ricordate la critica mossa da me a quello che si è fatto richiamare vero! Che ironia! ;-)

Il viaggio è corto e nonostante tutto arriva in orario! Abbiamo qualche ora da aspettare ma 'sta volta non corriamo il rischio, dopo aver espletato le necessità fisiologiche ci approssimiamo alla nostra Porta!
dal web

dal web
L'aeroporto di Madrid è davvero bello, ma ha una pecca bella grossa: I sedili son tutti con i braccioli e non è possibile sdraiarsi! Son così anche a Malpensa ma ogni tanto si trovano anche delle poltrone con poggia-gambe, cose fondamentali per chi ha ore da aspettare tra un volo e l'altro!
Essendo che è dalle 13,00 che siamo in giro e sono le 23 passate son stanca e risolvo di sdraiarmi a terra appoggiando la schiena su un rialzo del pavimento, come si vede alla sinistra della foto. Ma il pavimento è gelato... mi risiedo e appoggio le gambe sul trolley!


Arriva il momento dell'imbarco e iniziano con i numeri più alti... bene, noi abbiamo il 50!
Saliamo e vedo che ci sono un sacco di posti liberi, sopratutto quelli centrali... Lascio il Tomo al suo posto e io mi siedo proprio in quelli centrali! So che se ci sono viaggiatori abitudinari saranno i primi a occupare i posto più comodi... io mi porto avanti! Arriva un ragazzo che è il legittimo proprietario del sedile che ho occupato abusivamente.. azz! Niente panico, passo alla fila davanti! Stesso procedimento, io in piedi all'inizio e butto la sciarpa alla fine... Bene, non arriva più nessuno e dico al Tomo di spostarsi dove c'è la sciarpa... ma lui è più timido di me e non osa... 
-Vedi che non si sieda nessun'altro abusivo che ti stronco- Sussurro minacciosa!
... e non si muove...
-Tomo, per favore, spostati prima che lo faccia qualcun'altro!-
... e non si muove...
-Ma ti vuoi spostare... ADESSO!?!-
-Mi scusi signorina... posso cambiare posto che stare al finestrino non mi piace...?- Chiede gentilmente il mio signor Tomo.
-Se non c'è nessun'altro certo che sì!-
Avuto il permesso della massima autorità in vista si decide a cambiare! Fantastico, abbiamo 4 sedili da soli... wow!Tomo sull'aereo riesce a dormire solo se seduto.. che culo, tre sedili solo per me!
Partiamo, arrivati in quota sgancio la cintura, prendo un paio di tavor, chiedo di non essere disturbata per la cena, faccio ciao ciao con la manina, cuscino e coperta e mi sdraio! Verrò svegliata dalla mia dolce metà quando manca circa  un ora all'arrivo, giusto per la colazione! Più di otto ore tutte tirate di sonno... che fantastico viaggio!

Viaggio che continua... alla prossima volta!

28 commenti:

  1. ciao Sara, le partenze sono sempre un po' avventurose, una volta la le cose andranno meglio, vedrai, buona continuazione, buona domenica abaci rosa, a presto.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Rosa, specialmente questo che considero Il Viaggio per eccellenza, ma la paura è passata ora son lanciatissima!!
      Buona settimana a te e grazie!
      :-)

      Elimina
  2. Buon divertimento.negli aeroporti capita di avere talvolta delle difficoltà soprattutto se sono enormi come quello di Madrid. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noi ci siam persi a Malpensa!!! A Madrid che è un sacco di volte più grande.. via come un treno!
      Un abbraccio a te e grazie Erika!
      :-)

      Elimina
    2. Scusa ma non avevo capito , allora..... Sto rimbambendo...
      Ciaoooo carrissima.

      Elimina
    3. ahahahaha Tranquilla Erika, nei miei lunghi post è facile perdersi!! ;-)
      Ciao Dolcezza!!
      Grazie!

      Elimina
  3. Cara Sara, è normale prima di una grande partenza, avere paura, sono l'incosciente non pensa a questo!!!
    Credimi i ho viaggiato molte volte anche voli molto lunghi, quando ci si sente un po in ansia, l'unica cosa è fare tre profondi respiri e dire a te stesso che tutto va bene, vedrai che l'ansia che ce in te si calmerà.
    Ciao cara amica sii serena e tranquilla e pensa solo che li ti stanno aspettando, un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso.. ora è tutto a posto... vado filata come un treno!!
      Un abbraccio stretto e grazie!
      :-)

      Elimina
  4. Sinceramente non ho nemmeno capito dove stai andando....nel senso se stai facendo ferie o altro?
    Comunque buon Viaggio, Saretta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e hai ragione Fiorellino, mi son dimenticata di scrivere dove sono!! Sono a São Paulo do Brazil!!
      Adesso ci fermiamo qua ancora qualche giorno e poi ci spostiamo verso il nord... una volta li andremo in esplorazione fino al 16 di febbraio, giorno del volo di rientro!
      Lo sarà... comunque andrà lo sarà di sicuro!
      Ti abbraccio stretta!
      Grazie!
      :-)

      Elimina
  5. prendo poco l'aereo ...o meglio l'ho preso solo due volte ma per viaggi brevi ......inghilterra e ibiza ed ero giovanissima.....ed è stato meraviglioso ...forse perchè attendevo quel viaggio come una ragazzina quando gli viene dato un premio ......forse non eri ancora pronta del tutto ...e il tuo stato d'animo abbastanza agitato .....e questo sicuramente ha influito in tutte queste disavventure ....quando arriverai a destinazione allora riuscirai a rasserenarti ....io posso solo lasciarti un'abbraccio virtuale ..spero tu lo senta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che lo sento!! Grazie!
      Ero agitata il giorno prima della partenza, poi è passato tutto! Certo è un viaggio lungo, sia come distanza che come tempo.. e sopratutto con tante incognite ma sono carica e comunque vada sarà un successo!!
      Un abbraccio anche da parte mia.. stretto stretto!!
      Grazie di tutto!
      :-)

      Elimina
  6. Un viaggio, descritto mirabilmente come un'avventura , attendiamo il seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. in effetti è davvero un'avventura... non abbiamo pianeggiato quasi nulla, vediamo come va!
      No mancheranno... tanto che arriverai a stufarti!
      Grazie caro, ti abbraccio!
      :-)

      Elimina
  7. Bellissimo il tuo racconto.... Non so come fai a dormire 8 ore.... Ti Auguro un buon viaggio Sara e aspetto la prossima puntata. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, io a casa ne dormo anche di più.. in aero se devo stare seduta invece non riesco! Ma sdraiata con due tavor in corpo.. be' sì ho dormito della grossa!
      Non mancherò, grazie!!
      Un bacio!
      :-)

      Elimina
  8. Una bella avventura! Anche con questi esilaranti piccoli imprevisti (per fortuna senza conseguenze!)
    Lacio Drom! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì... un po' di adattamento e anche i problemi s risolvono! ;-)
      Grazie per il Lacio Drom.. lo sarà di sicuro!!
      :-)

      Elimina
  9. Aspetto il seguito delle tue avventure di viaggio. Forse poi capirò dove sei diretta.
    Ciao e buon cammino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara!!
      Dai, non ti faccio aspettare, sono a São Paulo do Brazil!! :-)
      Grazie, lo sarà di sicuro!
      :-)

      Elimina
  10. Sara le tue avventure sono esilaranti!!
    Dove ti porta questa vlta la voglia di volare?!
    Un abbraccio e buon tutto :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia voglia di volare mi ha portato a São Paulo in Brasile! Ci son vissuta un paio di anni a inizio secolo e ora torno dopo 12 anni... poi il volo mi porterà al nord, li è ancora tutto sa scoprire!!
      Un abbraccio a te e grazie!!
      :-)

      Elimina
  11. Ho fatto la stessa cosa all'aereoporto di Bombay (oggi Mumbay) molti anni fa. Me la sono presa comoda, cena, nanna, libro, pipì, riposino... fino a che, richiamata dall'altoparlante... mi sono fatta un paio di chilometri di corsa (l'aereoporto è enorme) per acchiappare l'aereo letteralmente al volo.
    Ma scusa, dove stai andando? Mi sono evidentemente persa qualcosa!
    Buon viaggio (dovunque stai andando)
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah vedo che la compagnia è grande!!
      No, non ti sei persa nulla, mi son dimenticata di scriverlo.. sono a São Paulo in Brasile!
      Son curiosa anche io di vede come andrà.... è ancora tutto da scoprire.. anche per me!!
      Un abbraccio stretto e grazie!
      :-)

      Elimina
  12. Ci sono anch'io a salutarti.
    Brasile?
    Sei proprio un vulcano!
    Perché per cosa.....
    Ciao cara
    Continuerò a seguirti. Buon viaggio.
    Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccolo qua il mio amico Gianni.. tutto bene?
      Ebbene sì, Brasile! L'anno scorso un paese del primo mondo.. sta volta abbassiamo le aspettative, uno del secondo! ;-)
      In verità ci siam vissuti due anni a inizio secolo e ci incuriosiva vedere come era cambiato, poi volevamo anche esplorare quello che la volta scorsa non abbiamo visto... sai, coi tempi che corrono, meglio guardare che c'è a disposizione no? E poi... bisogna sempre cercare la via di fuga!!
      Grazie di tutto!!
      Un abbraccio a te!
      :-)

      Elimina
  13. Ciao Sara! Felice permanenza in Brasile e buone vacanze! Dopo un aereo preso al volo (letteralmente) non potrà che essere un viaggio fortunato e piacevole! Aspettando il prossimo post ti mando un abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il vero viaggio inizia domani... e lo sarà! (spero! ;-)
      Grazie Pier, un abbraccio a te!

      Elimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)