lunedì 14 novembre 2011

... affamare il mio Ego...

[...]
Non cercare attenzione, vivi in modo tale che nessuno si accorga di te; vivi come se non fossi mai esistito. Muoviti in modo tale che nessuno riesca a udire i tuoi movimenti  e nessuno sappia che sei stato sulla terra.[...] Come mai cerchi attenzione altrui? Perché non sei sicuro di te stesso, non sai chi sei. Ma ottenendo l'attenzione, come farai a sapere chi sei? 
Non puoi conoscere te stesso guardandoti allo specchio, e non puoi conoscere te stesso guardando negli occhi degli altri: sia che ti apprezzino, sia che ti critichino, quegli occhi sono solo specchi, di amici, di nemici, ma comunque sono solo specchi. 
[...] A meno che tu non riesca a raggiungere tutto questo, stai vivendo una pseudo vita e stai solo ingannando te stesso.

Da La magia del semplice, 
Osho.

Vero...

Sabato mattina, dopo aver visto il video di Terenzi messo da Farfallaleggera ho preso il libro che era dimenticato sul mobile, dietro le candele e l'ho  aperto proprio in questo punto... Un passaggio che  tempo fa avevo sottolineato ma che non ricordavo più... forse all'epoca non ne riconoscevo il  vero senso... ora invece l'ho capito.
Si, io sto nutrendo il mio ego... di nuovo!

Ne parlavo al telefono proprio qualche ora fa con la mia amica Gianna del fatto che, io scrivendo nel blog sto nutrendo questo mio ego. Lei mi risponde che non c'è nulla di male, dopotutto quando scrivo provo tanto piacere. Vero, scrive mi fa star bene, ma aspettare i commenti, leggerli e gioirne invece non fa che nutrirlo, che più ne ricevo più lui diventa grande. Si perché il mio ego è un Bastardo!  Voi mi dite che sono brava, son buona e son speciale... Bene, tutto bello, tutto fantastico, per me è ok, ma  a lui  non basta mai... più ne riceve più ne vuole... e questo non va bene! Assolutamente no!

Da qualche tempo infatti, mi son ritrovata a controllare quanta gente passa a trovarmi e quanti commenti ricevessi, erano mesi che non lo facevo! Scrivevo e lo scopo era solo quello, ma ora qualcosa è cambiato, non so cosa sia successo, ma so che  il mio ego sta avendo di nuovo la meglio su di me... e io non ci sto!
Io sono IO, non voglio aver bisogno di riconoscimenti, non che li apprezzi, anzi, ma non voglio ingrassarlo più di quanto già sia! Di grasso basta il mio corpo, l'ego non dovrebbe nemmeno esistere!

E così ho deciso di affamarlo  sperando che se ne vada! So che non scomparirà nel nulla, l'illuminazione per me è ancora tanto, troppo distante,  ma voglio almeno limitarlo in modo che non abbia libertà di azione, sono IO che comando, non la mia mente e di conseguenza  non il mio ego!

E per farlo mi allontanerò dalla fonte: Non cercare attenzione, vivi in modo tale che nessuno si accorga di te; vivi come se non fossi mai esistito. Ed è che così farò, almeno per qualche tempo sarò una presenza muta, nessuna parola e nessun riconoscimento... finché sentirò il Bastardo venir meno!
Magari saranno solo pochi giorni, magari un po' di più, ma è una cosa che, se voglio crescere, devo assolutamente fare! Quando capirò che la mia brama di attenzioni verrà meno, allora sarò pronta!
Ho bisogno di apprendere. Cosa sia, ancora di preciso non lo so, ma quando succederà tornerò!

Un abbraccio sincero a tutti!
A presto!
:-)

38 commenti:

  1. Ma allora qualche libro di carta ce l'hai ancora in casa! :-)
    Vedi com'è bello sottolineare le righe che ti piacciono? :-)

    RispondiElimina
  2. Mmm... io non sono d'accordo totalmente con quelle parole. O meglio...sono d'accordo sul fatto che ognuno debba sviluppare la propria personalità senza dipendere o lasciarsi influenzare da quello che c'è attorno...questo si che è vero. Ma poi non sono d'accordo sul resto; noi non siamo esseri solitari, siamo esseri socievoli che amano la condivisione, amano confrontarsi con gli altri, ricevere e dare, scambiare opinioni, gusti, complimenti,idee, sentimenti ecc. Non possiamo credere che la nostra vita sia qualcosa a se, qualcosa lontano dalle persone; come se noi potessimo vivere separati dal mondo. L'idea che muove la mia vita è la condivisione, il rapporto con gli altri. Bisogna essere se stessi certo, senza mascherarsi o copiare ciò che non siamo solo x il gusto di piacere. Però allo stesso tempo dobbiamo essere ricettivi verso tutto ciò che riceviamo. Non è egocentrismo. E' essere persone che amano la condivisione e quindi dare (come fai tu quando scrivi post come questi dove non ti risparmi mai e metti in gioco la vera sara che è in te, con i suoi pregi o i suoi difetti) e ricevere (ricevere apprezzamenti, visite nel blog perchè no?). Quindi per tutti questi motivi le parole del guru di oggi non mi soddisfano totalmente, mentre il tuo post e quindi le parole di Sara si, perchè rappresentano la vera persona che c'è in te. Sbagli però a sentirti in colpa se ti nutri di questo...tutte le visite che il tuo blog riceve vogliono solo dire "Sara ci piace come sei, anche senza conoscerti dal vivo, e ci piace ciò che scrivi" e il fatto che tu controlli le statistiche è solo un qualcosa dettato dalla curiosità per capire se ciò che scrivi interessa. Siamo tutti affamati di questo. credimi..l'egocentrismo è un'altra cosa :)
    ho scritto di getto perchè proprio tu non puoi parlare di egocentrismo, è un difetto di gente che non saprebbe scrivere neanche mezza parola dei tuoi fantastici post :)

    RispondiElimina
  3. Sara carissima, con te nel tuo blog trovo sempre qualcosa che mi interessa, pensavo che il libri fossero scomparsi e che solo con il PC si continuava a leggere...
    Ciao e buona serata amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Osho a me ha sempre creato confusione...in alcune scritture si contraddice...ho imparato , leggendo..che son percorsi personali, ed ognuno li vivi a modo suo...cerca di non startene troppo lontana dal mondo...nel web puoi tornare ogni qualvolta lo desideri...ma , alle persone che stanno dietro il monitor mancherai...un abbraccio grande dolce Sara..a presto..
    dandelìon

    RispondiElimina
  5. Non so che altro aggiungere Valentina (Dreamy) ha detto quello che avrei detto io (lei lo ha scritto meglio) Sara spero che tu possa trovare la giusta via per tornare serena, per ritrovare l'equilibrio interiore che ci permette di essere in pace con il mondo ma soprattutto con te stessi. Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  6. comprendo le tue motivazioni cara: la ricerca del consenso a tutti i costi può renderci schiavi dell'apprezzamento degli altri e quindi è necessario un giusto distacco;
    allo stesso tempo, però, ritengo che la filosofia dell'indifferenza, di stampo prettamente buddista, è una vera alienazione dell'uomo che non può vivere senza amore.
    E il vero amore è quello che alimenta la nostra anima: quello di chi ti ama e ti apprezza perchè trova in te qualcosa di unico e esclusivo che nessun altro gli può dare e comunicandolo svela anche a te stessa quanto sei preziosa!!!
    Un bacio sulla fronte

    RispondiElimina
  7. Vedo che Valentina ci ha preceduto a tutte.... condivido a pieno quello che dice ma vorrei aggiungere una cosa.... il tuo, secondo me, non è affamare il tuo ego perché tu non ti uniformi ai pensieri degli altri che ti scrivono, tu quando scrivi un post metti tutta te stessa e lo fai cercando di farti conoscere ( e qui può sembrare che stai nutrendo il tuo ego) ma sopratutto di conoscere meglio te stessa.
    Per cui il parere degli altri non è uno specchio che non ti consente di conoscere te stessa ma è solo la possibilità che dai a noi di farti conoscere..... condividendo.
    Ricorda che non siamo isole in questo mondo ma parte di uno stesso universo.... (non ricordo chi l'ha detto però mi è rimasta sempre in mente).
    Per cui bando alle 'ciance' e torna a condividere con noi le tue idee....non stai affamando il tuo ego, stai semplicemente conoscendo te e gli altri.... e non ci vedo proprio nulla di male!!!
    Un abbraccio...

    RispondiElimina
  8. Bellissime le parole di Osho..

    Tuttavia divengono inutili, se idealizzate e fatte diventare degli schemi.

    Ossia aver sostituito il sistema precedente con un nuovo sistema ritenuto migliore ma che si usa comunque in maniera dogmatica senza essere svegli, e dunque punendosi allo sgarro.

    Essere coscienti significa essere vigili nel presente, se accade qualcosa, osservarla attentamente, pensare e poi verificare il pensiero osservando, subordinando la mente al pensiero e così si usano i lobi frontali della coscienza, che si possono anche sentire pulsare, in alternativa si usa il sistema limbico, degli schemi, delle abitudini, del sonno.

    Nel tuo caso, guardi sempre se hai visite ed adattando tutto al nuovo schema dato dal maestro super illuminato, vedi il nemico, se invece osservi, ti accorgi che guardi se ci sono visite perché se scrivi qualcosa ti fa piacere che qualcuno lo legga, ed è un pensiero, e dopo il pensiero deve avvenire la riflessione attraverso i sensi con cui si osserva e ascolta attentamente la realtà per verificarlo.
    La realtà del presente, senza schemi.

    RispondiElimina
  9. ehm correggo, subordinando la mente ai sensi.

    RispondiElimina
  10. Sara! ricordati che stai parlando con dei blogger...siamo tutti una tribù di egocentrici, altrimenti non pubblicheremmo online :)) Commenti e apprezzamenti fanno sempre piacere a tutti..non c'è nulla di bastardo in questo! Il bastardo è chi non ci apprezza e non ci fa mille complimenti ;)))

    RispondiElimina
  11. Sinceramente mi dispiace parecchio perchè vengo a trovarti molto volentieri e leggo ciò che scrivi con gioia, mi piaciono le tue argomentazioni e non ci vedo chissà quale ego...
    Torna presto che io ti aspetto!

    RispondiElimina
  12. Tu hai SCRITTO del tuo ego... DICI di voler vivere senza cercare attenzioni... L'ha DETTO pure Osho... Mi sembra sia tutto già abbastanza incoerente... :)

    O ci siamo, o non ci siamo... Osho c'è... stanne certa, le sue Rolls Royce le hanno viste bene... Anche in galera l'hanno visto bene...

    Non siamo noi ad essere bugiardi, è la vita che lo è...

    RispondiElimina
  13. Oh Sara, quanto mi piacerebbe parlare con te di tutto questo. Di persona però... Mi limiterò a dirti che affamare e rimuovere parti di noi non è la via più efficace per risolvere. Amarci vuol anche dire essere clementi con noi stessi. Se continuiamo a criticarci, svilirci, correggerci... ci stiamo ancora facendo del male... Conosci il libro "Il critico interiore"?
    Un abbraccio a tutto il tuo corpo e il tuo ego, così come sono.

    Cinzia

    RispondiElimina
  14. Ciao ragazzi!
    Wow.. mi dispiace davvero che siate preoccupati... ma non dovete esserlo, in nessun modo!
    Qualcuno di voi mi ha sentito per telefono è ha capito che non serve perché io sto bene, sto bene sul serio!
    Ma ora vi racconto il mio pensiero:
    Ovviamente Osho non è il mio guru, ne lui ne nessun altro. Non sono buddista, ne induista ne cattolica e i dogmi imposti dalle religioni su me non hanno nessuna presa. Conosco bene la storia di Osho, la sua biografia non nasconde nulla e gli articoli su di lui sono chiari. Ovviamente non condivido il suo stile di vita,( e questo non ha importanza), ma le sue parole mi hanno portato ad una riflessone profonda.
    E' anche vero che Osho dice una cosa e subito dopo dice il contrario e alla domanda :- Ma io allora che faccio? Lui risponde: -Fai quello che vuoi, sei tu che devi decidere...nessuno deve dirti cosa devi fare, sei tu a decidere della tua vita, io ti mostro le strade ma sei tu che devi seguire quella che ritieni più giusta per te.-

    Non mi sto assolutamente punendo, ma sto apprendendo qualcosa di me che non avevo notato prima. Sono ipercritica con me stessa? Si, può darsi,ma questo ipercriticismo mi porterà alla conoscenza del mio profondo essere. Ne sento il bisogno e lo faccio.. semplicemente, senza drammi ne sofferenze, anzi, per me è un'ulteriore pulizia. Ritengo che quello che non piace di se stessi va estirpata alla radice, se questo significa star lontano da quello che reputo dannoso per me in questo momento io lo faccio... Io vivo con me stessa e con me stessa devo sentirmi bene.

    Non mi allontano dal mondo, (ho chiacchierato più in questi giorni che nei giorni passati e nemmeno mi isolo da tutto. Infatti oggi sono uscita a prendere il caffè con un'amica), ma sento che questo è un percorso che devo fare.Oggi tornando a casa ho buttato un occhio allo specchio e ho rivisto qualcosa che da tempo non vedevo. Quella scintilla negli occhi che era sparita e mi mancava, oggi era li, in tutto il suo splendore e vi assicuro che mi ha fatto stare alla grandissima!

    Tempo fa il mio scrivere era fine a se stesso, concedetemi la metafora, era il pasto principale: un buon chili con carne, un buon arrosto con polenta, saporito e caldo o un anatra con verze. I commenti erano il contorno, un saporitissimo piatto di patatine, se c'erano le gradivo, se non c'erano pazienza.. Poi, poco alla volta mi son dimenticata di tutto quel ben di Dio e son passata direttamente alle patatine.. le patatine son diventate il mio pasto principale! Bellissimo, ma non si vive di sole patatine!
    Ngli ultimi giorni la prima cosa che facevo era accendere il pc per vedere se qualcuno mi aveva scritto. Se i commenti erano pochi entravo in una sorta di ansia; perché così pochi, cos'ho sbagliato, devo cambiare argomento, chissà cosa vogliono che io scriva,... se, ....ma, ...oddio... Stoooop...ferma ferma ferma! Cara la mia Sara fermati li finché sei in tempo!

    Può essere anche sbagliato, ma IO non voglio dipendere dalla mia mente che mi dice che che se non ho commenti non valgo nulla... io valgo a prescindere! (Questo è il circolo vizioso da cui voglio uscire!)
    Non è il mio ego che deve farmi star bene.. sono io, spetta a me il compito di farlo e se lascio il Bastardo andare in giro a briglia sciolta io mi troverò a mangiar patatine per tutta la vita, e non mi va...c'è tanto altro... tutto il resto è più che buono.. tutto il resto, (concedetemelo che qua vien bene), ... è vita!

    Spero di avervi chiarito il mio punto di vista e avervi tolto ogni dubbio a riguardo! Siete tanto cari e sento il vostro affetto, bene, questo mi deve bastare!

    Ho fatto un commento per tutti, è lungo ma per spiegare la complessità del mio essere.. servono tante parole! ;-)

    Un abbraccio sincero, un bacio sulla fronte e un sorriso pieno di felicità a tutti voi!
    Vi voglio bene!!
    A presto!
    :-)

    RispondiElimina
  15. Ciao cara Sara,io non scrivo tanto
    pero'guardo e leggo tutti i tuoi post, perche' cio che scrivi, le tue sensazioni,mi sembra di viverle personalmente.a presto
    un grande abbraccio nonna di Sara gianna.

    RispondiElimina
  16. Si... nel tuo post dici cose che condivido. Stavi alimentando troppo il tuo ego. Ma ricordati che la decisione che hai preso potrebbe sempre provenire da un'altra faccia del tuo ego... ovvero quello che sa dimostrare a se stesso e agli altri di stare una settimana senza rispondere ai commenti.
    Perchè gia sai che dopo una settimana continuerai a rispondere...
    non voglio darti suggerimenti perchè non sono meglio di te anzi perchè il mio ego non è migliore del tuo ehehe. ti posso solo dire: OSSERVA E INTERPRETA DI MENO. Etichetti troppo: questo è bene... questo è male. Invece cerca di OSSERVARE e BASTA! Un grande saluto a te qui e ora!

    RispondiElimina
  17. Ciao Sara,ti sei confessata e questo fatto ha sminuito il tuo ego.Sei sicuramente sulla strada del cambiamento e ben allineata a comprendere i messaggi dell'universo.Buona giornata

    RispondiElimina
  18. Sono le piccole soddisfazioni della vita,non togliamocele.
    Un saluto,Costantino

    RispondiElimina
  19. Ciao ragazzi.. ringrazio anche voi per la premura, ma come ho già scritto nella mia lunghiiisima risposta, non è ne una punizione ne un sacrifico... solo un bellissimo cammino introspettivo e una pulizia delle cose che di me non mi piacciono!
    La soluzione ai nostri problemi è dentro di noi... basta riuscire a vederla e nel momento che si vede, coglierla!! :-)

    Rinnovo l'abbraccio sincero, il bacio sulla fronte e il sorriso pieno di felicità a tutti voi!

    Buon fine settimana!
    :-)

    RispondiElimina
  20. a sara..... ma dove vai? e dai su che un po' di ego non ha mai ammazzato nessuno, magari tutti gli egocentrici si limitassero a leggere i commenti sul blog....chiamala magari curiosità, chiamalo gioco, ma dai, non esagerare....
    però t'aspetto....
    con tutto il rispetto per osho che non ho mai letto (l'ho scritto bene????)

    RispondiElimina
  21. Io penso che bisogna fare ciò che ci si sente, e che la vita è fatta di momenti. Se ci sono momenti in cui si sente il bisogno di ricevere attenzioni altrui è perché magari vogliamo coinvolgere e farci coinvolgere e questo, secondo il mio personale parere, non significa esaltare il proprio ego, ma significa "crescere"...ampliare il proprio spazio vitale, protenderlo verso gli altri. Io sono una solitaria per eccellenza, ma sono anche molto lunatica...per cui passo da periodi in cui non vedo e non sento nessuno, a periodi in cui devo contornarmi di 100 persone....periodi in cui non rispondo al telefono o addirittura spengo il cellulare, a periodi in cui controllo ogni due secondi se c'è un SMS o una chiamata senza risposta....
    Secondo me in quest'unica vita che abbiamo dobbiamo cercare di viverla al meglio, facendo quanto più possibile per lasciare una nostra impronta (buona impronta si spera) in questo mondo...e se un blog che racchiude i tuoi pensieri può costituire in parte un frammento di questa impronta che lascerai allora è un bene...ed è un bene che il tuo ego venga nutrito anche da questo...
    Non vedi quanti pensieri di altre persone hai smosso??? il non lasciare indifferenti (nel bene) secondo me è una delle migliori cose che ognuno di noi può fare...
    Buona domenica Sara...
    a presto

    RispondiElimina
  22. Eccomi, ho la soluzione, se vuoi posso dirti che scrivi malissimo, che dici cavolate, che non hanno capo nè coda, che è meglio leggere la gazzetta dello sport!

    Io il tuo ego non lo affamo, lo spezzo, lo distruggo, me lo mangio, lo trito, e alla luce di quanto scritto mi aspetto i ringraziamenti ed un grosso bacione.

    Il tuo ego morirà. Tre giorni dopo che sei morta tu. Me lo diceva il mio prete da ragazzo. Eccome se ha ragione!

    A proposito, se ti concentri sull'ego lo stai ingrassando. Se non ci pensi ingrassa da solo, se ci pensi lo ingrassi tu. Se fai qualcosa per lui o contro di lui, lui cresce.

    E' complicato? Se fosse semplice tutta la gente sarebbe libera.

    Ma io so come fare, la mia motosega è sempre pronta e ripara i cervelli. Se ti sempbra eccessiva una mia visita con l'attrezzo, che eradica il problema, puoi sempre utilizzare la motosega mentale, ovvero immaggina che io ti avessi tranciato la testa. Sul serio, funziona! Non hai più testa, immaggina, vivi lo stesso senza quel peso, anche per venti minuti, pensa: "E' venuto EXO, ha imposto su di me la sua motosega guaritrice e adesso non ho più testa. cosa posso fare di bello senza testa?". E allora non c'è ego o non ego, non hai testa, fai qualcosa di bello senza testa, non ti spedisco neanche la parcella, faccio collezione di crani tagliati, e poi mi ringraziano, mandano bigliettini di auguri del tipo:

    "Graze EXO, dopo il tuo intervento mi sento leggera leggera, senza pensieri, mi godo la vita e il mio corpo ne gioisce... e poi mi sono accorta che la testa non serviva poi a tanto, deve esserci una saggezza da qualche parte che ne fa a meno volentieri".

    Mi tengo pronto, vado a lubrificare le lame... Ciao! :-)

    RispondiElimina
  23. E poi Osho non mi piace!

    RispondiElimina
  24. Ahahah.. siete davvero spassosi!
    Vero che un po' di ego non ha mai ammazzato nessuno e vero che son troppo severa con me stessa... ma va bene così! :-)

    Vero che la vita è fatta di momenti e infatti questo è il mio... il momento di aggiustare il tiro! ;-)

    Vero che qualsiasi cosa io faccia lui ingassa.. ma vorrei provare a capirlo a modo mio e... no grazie, la motosega non serve, mi sento leggera e serena anche con la testa attaccata! ;-)

    Grazie davvero amici miei, ma va bene così, son giorni lieti, pieni di cose da fare e pensieri da elaborare. La presenza del pc ora non è indispensabile. Spero riusciate a perdonare la mia latitanza ma davvero è una cosa che voglio fare per il mio benessere!
    Un abbraccio stertto stretto e un sorriso felice!
    :-D

    RispondiElimina
  25. Noooo... l'avevo affilata con tanto amore, non te ne saresti neppure accorta! Saresti stata light light light :-)

    RispondiElimina
  26. vabbè...un po' come quando vado in montagna e non porto il pc...ok d'accordo, vada per queste 2-3 settimane sabatiche....va e torna rigenerata come una cartuccia per la stampante!! un bacione
    (oh io scherzo è)

    RispondiElimina
  27. tu sei tu, indipendentemente dai commenti che ricevi. Per me questo è ovvio, perché io leggo quello che scrivi TU e bado a quello che mi trasmetti, a ciò che smuovi nel mio cuore, agli aspetti di Sara che vengono fuori di volta in volta. Se senti di dover fare questo percorso, fallo ma, come ti ha detto benissimo Dreamy, cercare negli altri una forma di consenso, non è sbagliato, perché non siamo eremiti, ma persone "sociali e socievoli". Ho letto il tuo intervento, so che stai bene e ne sono felice. Non punirti troppo, ti vogliamo tanto bene così come sei :D

    RispondiElimina
  28. Le riflessioni che hai fatto sul brano di Osho sono molto interessanti Sara, anche a me piace interrogarmi su certi miei comportamenti e spesso attraverso delle cicliche crisi da blogger. Condivido del tutto il tuo tentativo di sentirti libera, di "slegarti" dal giudizio positivo o negativo di noi amici, di scrivere solo per il gusto di farlo, di essere te stessa senza preoccuparti di piacere. Anch'io quando sento di cadere nella spirale di dipendenza dai consensi, cerco di staccarmi per un pò di tempo così ciò che faccio, ciò che scrivo diventa poi più vero e profondo. Ciao!

    RispondiElimina
  29. vivi in modo tale che nessuno si accorga di te; vivi come se non fossi mai esistito.
    No, io credo che deve essere tenuta in grande considerazione la nostra individualità, non l'ego ecocentrico... HOsho, dice pure, persegui la vacuità delle cose( e aveva 10 Rolls!
    Siamo in cammino da quando siamo nati, e non sempre ne prendiamo consapevolezza, io credo di condividere che non sono i fatti esterni, che provocano piacere o dispiacere, ma è solo la tua mente, per come li recepisce...
    Forse la testa non la ho?
    Faccio solo quello che mi aggrada, a volte scrivo di un argomento politico o sociale, a volte di un ricamino o di cucito... e a volte di ricordi...e confesso che a volte...non guardo neanche i commenti.
    E facendo solo quello che mi piace fare, non mi pongo il problema di altri, di quello che pensano, e ti dirò di più, dopo aver tenuto per quasi 4 anni il blog... solo da poco mi sono resa visibile, e giro, leggo, guardo, e non sempre commento... e credimi, il più delle volte, perchè sento del mieloso e ripetitivo in quelli che leggo.
    Un sorriso in cammino.

    RispondiElimina
  30. Ciao cara Sara,un saluto e un abbraccio nonna di Sara gianna.

    RispondiElimina
  31. Mi servivano queste parole ed è un lavoro che devo fare anche io su me stessa...speriamo di riuscirci entrambe.
    Per ora do un po' da mangiare al tuo ego visto che ti seguirò con piacere perché mi piace come scrivi e come la pensi ;)
    Ciaoooooo!!!

    RispondiElimina
  32. Grazie ancora delle vostre parole! Che siate d'accordo con me o meno, tutto quello che dite mi fa riflettere e le riflessioni fanno bene, cosi come gli abbracci e i saluti!

    Un benvenuto a te Melinda, spero che mi terrai al corrente dei progressi... qua da me già ce ne sono!

    Un saluto a tutti e un grande abbraccio!
    :-)

    RispondiElimina
  33. Era meglio quando eri triste ed io preparavo la motosega, adesso chissà quando mi ricapita... :-(

    RispondiElimina
  34. Tranquillo Exo ricapiterà, ma la tua motosega... non la voglio! ;-)

    RispondiElimina
  35. Ah, quanto sarebbe bello riuscire sempre a mettere in pratica quanto dice Osho!

    RispondiElimina
  36. Sempre magari è difficile, ma quando capita l'occasione.. be' non è così difficile! E'vero, è dura ma non impossibile!

    Grazie Adriana..
    So che te lo avranno detto in tanti ma... hai un sorriso fantastico!
    :-)

    RispondiElimina
  37. Osho è una new entry nella mia vita

    RispondiElimina
  38. Ciao Folcomaltese.. e benvenuto!
    Osho da me è arrivato due anni fa e da qual momento la mia vita spirituale ha avuto La svolta!
    E' arrivato per caso, mia sorella ha fatto il suo nome, una ricerca in internet e da li a leggere cinque suoi libri la strada è stata breve!
    Il cammino è sicuramente duro e le domande smosse son tante.. ma anche se sono all'inizio le mie soddisfazioni arrivano!

    Se ti va, fammi sapere come procede!
    A presto!
    :-)

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)