giovedì 29 aprile 2021

Ma che nervi!

 Make No Sense - Bronze League Tournament 1

Io vivo nel paese dell'assurdo! No, non voglio sentire "ma anche in Italia", perché credetemi, qua siamo alla follia!

Allora... Il primo periodo della pandemia, quello  da febbraio a settembre, ci sono stati in tutto 50 morti per covid, o perlomeno quelli dichiarati. Abbiamo fatto il nostro confinamento in casa di settanta giorni, le scuole sono state chiuse, bar, ristoranti e hotel chiusi e mascherine per tutti. Direi che mentre l’Italia seppelliva mille morti al giorni noi qua vivevamo la grande beatitudine.
Poi ad agosto c'è stata l'apertura e i tunisini hanno fatto rientro in patria per le vacanze. Da qual giorno è iniziata la disfatta! I contagi sono aumentati sempre di più e così anche i morti. Hanno fatto nuovi decreti con la raccomandazione sull'uso delle mascherine e il distanziamento. Voi pensate che nonostante l'obbligo qualcuno abbia ascoltato? Il ministro della salute ha detto: mi raccomando cari concittadini, non fatevi scrupolo ad usare due mascherine per volta, ne va della vostra salute! A mio parere sarebbe stato interessante iniziare ad usarne almeno una!
I bar e i ristornati devono rispettare le norme, pena chiusura dell'attività. Indovinate; sono ammassati uno sull'altro parlando fitto fitto face to face, ovviamente senza mascherina, ma nessuno chiude nulla. Pullman stracolmi e treni superaffollati, ovviamente nessuno che indossi uno schifo di mascherina! Fino a dicembre qualche mascherina in giro si vedeva, dal primo dell'anno basta, anno nuovo vita nuova, niente mascherine per tutti!

Bene, anzi male visto che i morti in otto mesi, OTTO MESI  hanno raggiunto, la terribile cifra di 10440 e in un paese di dieci milioni di abitanti sono un numero impressionante. Ma voi pensate che qualcuno abbia deciso di fare qualcosa in merito? NO, anzi sì; hanno fatto uno nuovo decreto!  Quello fatto due settimane fa dichiarava che chi entrava nel paese dovesse avere il test RT-PCR negativo effettuato  72 ore prima della partenza. Quello appena emanato richiede il test più isolamento fiduciario obbligatorio in una struttura alberghiera stabilita dal governo, in cui dopo sette giorni si deve fare il tampone e se questo è negativo si più tornare nella propria abitazione. 

Sarebbe tutto ok ma... perché bloccare chi entra nel paese con tampone negativo e lasciare gli autoctoni senza mascherina senza distanziamento? Praticamente io che ho sempre rispettato le regole vengo penalizzata solo perché qua nessuno lo fa? Come possiamo tornare in Italia per una decina di giorni per poi dover stare in albergo, in quello che indicano loro, per di più a spese nostre, per colpe non che non abbiamo?

Viviamo in un perenne stato di no sense, qua peggio che in altri posti!
La rabbia se ne sta andando, il potere terapeutico del blog sta facendo effetto... spero di non aver innervosito nessuno e se l'ho fatto chiedo scusa ma mi devo sfogare in qualche maniera no? 
In verità un altro modo ci sarebbe, ma rischierei la galera, perciò limitano i danni va!

Ciao ne!!

EDIT:
Mi sono scordata di dire che tra i no sense c'è; ad oggi la Tunisia non riconosce ai viaggiatori, la vaccinazione individuale come fattore di esenzione delle misure restrittive in ingresso.
-Viaggiare Sicuri

27 commenti:

  1. Sara ti ho nel cuore. So cosa vuol dire paura e incoscienza.
    Tunisia è stata la metà x tanti anni metà delle mie vacanze.
    A vaccini come siete messi?
    Qui sembra partiti col piede giusto, nella Borgata nessun contagio ma siamo attentissimo x i nuovi arrivi occasiinali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrea, sei davvero un tesoro... grazie!!

      I vaccini? Siamo in un paese del terzo mondo e come tale "gode" della bontà altrui perciò i vaccini vengono donati dal resto del mondo. Ogni giorno fanno proclami sull’arrivo di milioni di vaccini da li a migliaia di vaccini da la, ma su un milione di iscritti fino ad ora ne sono stati vaccinati meno di ventimila.
      sono tanto felice per voi e.. provo tanta ma tanta invidia!

      Elimina
  2. Oh, cacchio! Pensavo che "in giro" le cose andassero meglio.
    Mi spiace moltissimo, il senso di frustrazione quando intorno noti l'inciviltà generale è fortemente nocivo e altrettanto alienante.
    A questo punto, tocca salvarsi da soli. Continua a rispettare le regole e salvaguardia la tua salute fino al limite del possibile e anche oltre.
    Intanto, un grosso in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Irene cara... Io non esco di casa se non una volta a settimana per fare la spesa, sempre con mascherina e disinfettante prima e dopo. Per il resto dei giorni rimango dentro le mura del giardino, perché la paura è davvero tanta! Calcola che il mio Tomo lavora in una fabbrica di 700 persone e lui è l’unico che porta ma mascherina! Anche lui sempre attento e sempre disinfettato. Prima di rientrare si cambia d'abito per evitare contaminazioni... ma è vita secondo te? Lo sarebbe se tutti ci mettessero la stessa attenzione!

      Grazie tesoro, lunga vita al lupo!
      🥰

      Elimina
  3. Caspita che situazione!
    Pensavo noi fossimo alle ortiche, ma qui siete messi anche peggio.
    Come dice Irene, sono convinta che in questa pandemia ognuni debba salvarsi da solo.
    Quindi cercate di stare attenti.
    Ma dimmi, le vaccinazioni come vanno, invece? Sono ferme?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è sempre peggio al peggio Claudia, e lo stesso vale per noi...
      I vaccini... ti riporto ciò che ho scritto ad Andrea: Siamo in un paese del terzo mondo e come tale "gode" della bontà altrui perciò i vaccini vengono donati dal resto del mondo. Ogni giorno fanno proclami sull’arrivo di milioni di vaccini da lì e migliaia di vaccini da là, ma su un milione di iscritti fino ad ora ne sono stati vaccinati meno di ventimila.

      Noi comunque siamo in attesa che inizino a vaccinare gli ultra cinquantenni in Italia, quando sarà veniamo di sicuro, anche se ci toccasse il confinamento in hotel... Non se ne può più di aver paura di uscire di casa solo perché loro se ne sbattono la beata della loro vita!
      Che palle!!

      Elimina
    2. Oddio, non avevo letto il commento di Andrea, scusami.
      Quindi i dieci giorni in Italia di cui parlavi sono in previsione del vaccino o a priori?
      Dai, comunque tornare in patria vi farebbe bene, anche se solo per un paio di settimane.
      Il confinamento in hotel non sarà poi la fine. 😉

      Elimina
    3. Ma non devi scusarti, ci mancherebbe!

      Volevamo tornare in Italia perché Tomo ha una settimana di ferie. Sarebbe la settimana della fine del Ramadan e volevamo approfittare. Ma il confinamento di una settimana è troppo tempo e non lo concedono.
      Per il vaccino abbiamo già avvisato che noi veniamo in italia.. ci volesse pure un mese. Il motivo è sembrato valido pure all'azienda e per quello non ci saranno problemi.
      Lo scoramento è che avevamo programmato tutto, pagato viaggio e ordinato un po'di cose che ci servivano, ma soprattutto andavo in visita dai miei che si sono vaccinati... finalmente dopo tanti mesi!
      È solo rimandato ma questa mattina, quando abbiamo dovuto disdire tutto, la scazzatura è stata tanta!!

      Elimina
  4. Mi spiace molto per questa situazione !! Mi sembra quasi assurdo che quasi nessuno usi le mascherine o le più elementari regole di sicurezza e questo nonostante i numeri impressionanti.
    A questo punto, penso che ognuno deve pensare a se stesso , mi spiace ma devi stare , il più possibile in casa, in giardino...Forza !!! Ciaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono fortunata che ho un grande giardino e tanti fiori dove passo la maggior parte della giornata! Ma a volte la claustrofobia mi prende lo stesso!
      No, non sembra assurdo, lo è! Io vado in giro con doppia mascherina in un mare di gente senza nulla... è talmente frustrante!
      Ma bisogna andare avanti e farsela passare no?😉
      Un abbraccio Mirtillo!!❤️

      Elimina
  5. Come ti ho scritto anche da me, mi dispiace tanto di ciò che sta accadendo lì in Tunisia ma anche ovunque.
    Mi dispiace che tu abbia addirittura dovuto cancellare il vostro ritorno in Italia.
    Però, se ti può consolare, la mia opinione è che forse è meglio così. Perché da ciò che almeno io vedo in giro c'è anche qui poca accortezza e potreste rischiare comunque il contagio, nonostante confinamento e quarantena. Meglio rimandare ascolta me. 😉
    Meglio non avere fretta ed attendere tempi migliori.
    Ti abbraccio forte e buona serata Sara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cancellare alla fine è il meno... tanto più che non ci abbiamo perso nulla. Il problema è il perché abbiamo dovuto farlo! In Italia ci verrò a giugno, per noi un mese in più non cambia nulla. Il problema è che non cambierà nulla nemmeno qua, anzi non farà che peggiorare! Folli sono e folli rimangono.
      La rabbia è passata, mi rimane però una sensazione strana, speriamo che domani sia passata!
      Ciao Pia, ti abbraccio pure io!
      Buonanotte ❤️

      Elimina
  6. praticamente è immunizzazione di gregge !!
    insomma se sopravvivi..se sopravvivi..hai degli anticorpi che non t'ammazza nemmeno le fucilate..
    mah, ok quasi tutti van per tentativi ..perchè con sta malattia non si sa effettivamente che fare ..ma lì non fan neanche tentativi ..poi se lasci la decisione alle persone ...CIAONEEE.

    tu tieni mascherina ..lavati le mani spesso e distanzaaa.
    a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che immunità di gregge è un suicidio di massa!
      Sai, non è difficile seguire i tuoi consigli... praticamente non esco più di casa da mesi se non per andare a supermercato una volta a settimana, e anche quella all'apertura che non c'è nessuno!!
      Spero solo di vaccinarmi presto!
      Un bacio Tissi!!

      Elimina
    2. Abbraccio grande..
      Ma non ho capito te lo fai li o vieni in italia a farlo?

      Elimina
    3. Veniamo in Italia a farlo Tissi, ci sentiamo più tranquilli. Sai, dovessimo avere degli effetti collaterali preferiamo averli in patria, almeno un medico che parli la nostra lingua lo troviamo no? 😉
      Abbiamo già sperimentato gli ospedali privati tunisini e per quanto possano essere all'altezza, preferiamo di gran lunga quelli italiani!
      Appena aprono le iscrizioni agli ultra cinquantenni prenoti e quando ci tocca veniamo su!

      Elimina
  7. No, non sarò certo io a dirti "ma anche in Italia" perchè mi piace tenermi informata du ciò che succede nel mondo e so che ci sono situazioni terribili. Detto questo, i media qui parlano più che altro di Brasile e India, quindi è stato interessante sapere come vanno le cose in Tunisia, paese che nessuno nomina. Capisco benissimo sia la tua rabbia che la tua preoccupazione. Purtroppo mettere l'economia al primo posto vuol dire fregarsene di proteggere la salute pubblica, e d'altro canto proteggere la salute pubblica vuol dire affossare l'economia... Come ne usciamo? L'unica speranza è che riescano a vaccinarci tutti in fretta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che qui non hanno sacrificato la salute per l'economia perché non essendoci turisti l'economia sta affondando. Il turismo locale è troppo basso è troppo povero, non riusciranno mai a eguagliare il turismo straniero!
      C'è Yasmine il paese vicino ad Hammamet che andarci mette angoscia, sembra un paese fantasma. Tutto chiuso, sia alberghi che negozi e bar e il bellissimo lungomare ormai è pieno di erbacce... una vera desolazione!
      La Tunisia sembra destinato al collasso ogni anno ce n'è una e questa pandemia temo sia la mazzata finale. Ma spero veramente di sbagliarmi!
      Pure su piano vaccinale è un completo disastro non so davvero come ne usciranno! Io sono sempre stata una persona molto positiva mati giuro che qui la vedo veramente dura!
      Grazie mille della comprensione cara Gichi... davvero!
      Un abbraccio!!❤️

      Elimina
  8. Il mondo sta andando a rotoli e i paesi come la Tunisia devono vivere con l'elemosina altrui.. in più senza turismo vi hanno danneggiato da tempo.. spero riusciate a tornare in Italia, e ad avere tutti i permessi del caso, intanto aspettiamo che le cose migliorino.. tutti gli auguri possibili!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franco, vedo che hai capito la situazione!
      Quando in Italia apriranno le vaccinazioni agli ultracinquantenni verremo su per vaccinarci e al ritorno faremo quello che c'è da fare. Sento più che mai la necessità di proteggermi in un paese che sembra sbattersene altamente la beata a discapito di tutti..
      Provo sentimenti contrastanti: da una parte mi fanno arrabbiare per il loro atteggiamento e dall'altra mi dispiace un casino per le condizioni in cui si trovano...
      E poi...boh!

      Elimina
  9. Sono disorganizzati e, mi pare, anche poco inclini a rispettare le regole.
    Se ne fregano...e questo è un atteggiamento che fa paura. Immagino quanto ti senta arrabbiata in proposito, per me sarebbe lo stesso.
    Ci vuole senso di responsabilità da parte di ciascuno o non se ne uscirà più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che non rispettino le regole è ormai chiaro, e il menefreghismo pure!
      Io penso che sia soprattutto ignoranza, nel vero senso del termine. Eppure internet non è censurato e possono accedere a tutti... probabilmente manca la curiosità e senza quella non si va da nessuna parte!
      Non vedo l'ora di avere il vaccino, poi facciano quello che vogliono! La mascherina la metterò sempre e continuerò a disinfettarmi ma almeno potrò uscire di casa!
      Ciao Sara, un bacione!

      Elimina
  10. Le situazioni pandemiche dei paesi più fragili è preoccupante e quelli ricchi non si rendono conto che debellare il virus significa sterminarlo in ogni parte del mondo perchè, ormai, le distanze sono tutte relative e nessuno può salvarsi da solo.
    Mi auguro tu possa vaccinarti il prima possibile e che la nazione che ti ospita sia in grado di offrirti, al ritorno, una situazione rassicurante.
    So cosa sia il confinamento e posso solo immaginare la frustrazione di vedere l'immobilismo generale dell'ambiente in cui vivi ma intanto... goditi il giardino e riprendi i tuoi hobby sperando che le compagnie reali e virtuali ti siano di conforto.
    Un abbraccione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (Leggi la prima e accentata come "sono preoccupanti)... mi riprometto sempre la rilettura ma poi... pardon.

      Elimina
    2. Non ci crederai ma l'errore sono andata a cercarlo,la mia dislessia a volte è positiva, per gli altri e non per me!!😉

      I paesi ricchi mandano i vaccini a quelli poveri, solo che i secondi non hanno risorse per farli. Con i personale medico impegnato a salvare vite ne rimangono pochi per vaccinare... e meno si vaccinano più si ammalano. Siamo entrati in un loop infinito! Senza contare che gira la notizia che il vaccino renda sterili e i più non si vogliono vaccinare... Ne usciremo mai?

      Il non vedo l'ora che in Italia aprano le iscrizioni agli ultra cinquantenni, almeno ci iscriviamo e quando sarà il nostro turno torniamo di sicuro!

      Mi tengo occupata e cosa bellissima ho imparato a stare da sola. Non ho più amici con cui chiacchierare e così ora sto zitta... una bella cosa riempire il tempo con se stessi no?!

      Ciao Sari, ti abbraccio forte!

      Elimina