mercoledì 29 dicembre 2010

Programmare è un lusso che non posso più concedermi ;-)

                         


                         


Sembra proprio che sia così...
Un tempo, tanti anni fa programmavo tutto,le giornate, i fine settimana, le ferie e tutte le feste comandate, mi dava l'impressione che tutto fosse sotto controllo... l'ho fatto per anni e mi veniva bene, anzi, non riuscivo a farne a meno, sembrava che: tic-e-tac-e-tic-e-tac funzionasse tutto!... ma in verità non era così... Era uno pseudo controllo, quello che sfuggiva sfuggiva ma l'impressione era quella; controllo assoluto!

Poi è arrivata la vita in  Repubblica Dominicana che mi ha insegnato che non c'è nulla da controllare. Per esempio gli appagoni, niente altro che la sospensione controllata dell'energia elettrica, che in verità non era poi così controllata, se ne andava quando volevano quelli del generatore e tornava per stessa volontà. Se mancava l'energia, mancava anche l'acqua, ma il ritorno della prima a non era legata al ritorno della seconda. La giornate andavano prese per quello che erano, i problemi che capitavano non erano gestibili come eravamo abituati  ma  tutto filava liscio... se non ti aspetti nulla, nulla va storto no?

 Ma in questi giorni dove il mio Tomo è via, ho deciso di prendermi la libertà di programmare i quattro giorni di solitudine che mi aspettano! Bene, Questa mattina mi alzo con l'intenzione di andare con mia sorella, la mamma e le mie due nipoti a fare delle compre per dei lavoretti che voglio fare... ma al mio risveglio ho una brutta tosse, il naso incomincia a gocciolare e un puntino di herpes mi sta spuntando sul labbro superiore... Ok... vedo di rimettermi ed uscire lo stesso... invece  no, mi chiama mia sorella dicendomi che dovendo fare un giro più lungo non può passare a prendermi, devo andare io.. ma io non ho la macchina... Ok, me ne sto a casa, rimedio domani!

Domani avrei dovuto andare a trovare la mia amica Martina e passare la giornata assieme, ma anche lei mi chiama e mi dice che che non può, deve vedere il commercialista e il geometra per il negozio che ha comprato... :-(

Ok, ho capito... avevo altri programmi per fine anno  e per i primi giorni di quello nuovo ma...
programmare è un lusso che non posso più concedermi e non me lo concederò! ;-)  


                     

4 commenti:

  1. Quanto è bello il tuo racconto cara Sara...
    quante cose crediamo che vadano secondo i nostri piani!!! purtroppo è pura illusione, il fotto che vuole 'esperienza di un passato che ti ha fatto capire la realtà della nostra vita.
    Dunque accettiamo tutto con la rassegnazione, e cerchiamo di fare del bene per che ne ha veramente bisogno, solo facendo cosi lasceremo una scia di ricordi e saremo noi stessi ad avere lo nostra serenità.
    Ora voglio farti... TANTI E TANTI AUGURI DI UN BUON FINE E INIZIO ANCORA MIGLIORE SENZA PROGRAMMI LASCIAMO AL DESTINO TUTTO QUESTO!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ciao Tomaso... non so perché.. sarà che le tue parole le associo al tuo viso tanto simpatico... ma mi hanno commosso!
    Hai ragione su tutti i fronti, specialmente sul far del bene... quanta verità!!

    E per quanto riguarda il destino... che bellissimo mistero!
    Grazie di tutto e rinnovo gli auguri a te e alla tua bellissima famiglia!!
    Un abbraccio grandioso!

    RispondiElimina
  3. IO non ho belle parole da dirti come il tuo amico Tommaso.. ma sai che mi piace scrivere sul tuo blog.. e perciò dico la mia hihi
    Anche a me piace programmare tutto.. ma tanto so che dopo va sempre tutto come vuole lui.. ce sempre un imprevisto.. alle volte bello.. alle volte brutto...perciò... io programmo comunque le mie giornate (giorno per giorno però.. nn mi avvio mai a parlar di mesi) tanto per aver una mappa di cosa fare ma so che quando mi sveglierò forse le cose andranno male.. come hai detto tu "meglio non aspettarsi nulla, così nulla andrà storto"...io non mi aspetto nulla MAI... vada come vada... e se i miei piani vengono sconvolti...poco male... vorrà dire che li cambierò in corsa :-)
    non posso uscire? resto a casa leggere, non so come raggiungere un luogo? cambio destinazione... nn sopporto più mia sorella? la strangolo hihi... ecco.. forse questo no.. altrimenti non ho più nessuno con cui litigare hihi hihi
    Un bacione e buona fine e buon inizio...
    a presto (connnessione permettendo)
    s.c.

    RispondiElimina
  4. Le parole che vengono dal cuore son sempre bellissime, non ti pare? Tomaso è una persona che ho incontrato per caso su blogger, mi ha colpito per primo il suo viso e poi la sua storia. Ho deciso di seguirlo e leggo volentieri i sui racconti e gioisco vedere che ha tanti amici!

    Vedo che stai prendendo la vita come viene... BRAVA! Sul serio che trovo la strategia di vita migliore!!
    Un bacione a te!!

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)