lunedì 29 marzo 2010

Una parabola antica...


Dopo la creazione del mondo, Dio vi inviava ogni giorno cosa nuove. Un giorno vi mandò Bellezza e Bruttezza. Dal paradiso alla terra il viaggio è lungo, e quando esse arrivarono era l'alba: il sole stava per sorgere. Atterrarono vicino ad un lago e decisero di fare un bagno, perché i loro corpi erano interamente coperti di polvere.
    Poiché non conoscevano le vie del mondo, erano appena arrivate, si spogliarono e si gettarono completamente nude nell'acqua fredda del lago. Quando il sole già illuminava l'orizzonte, iniziarono ad arrivare delle persone. A Bruttezza venne in mente un inganno: non appena Bellezza sia allontanò a nuoto, Bruttezza tornò sulla spiaggia, si mise gli abiti di Bellezza e fuggì. Quando Bellezza si accorse che la gente stava arrivando e che lei era nuda si guardò intorno... ma i suoi vestiti erano spariti! Bruttezza se ne era andata e Bellezza era nuda sotto il sole mentre la gente si avvicinava. Non sapendo cosa fare, si mise le vesti di Bruttezza e andò alla ricerca di quest'ultima per scambiarle.
    La storia racconta che la sta ancora cercando... ma Bruttezza è astuta e continua ad eluderla. E' ancora vestita mascherata da Bellezza, mentre quest'ultima va in giro con le vesti di bruttezza.

E' una parabola meravigliosa...


2 commenti:

  1. come a dire di non fermarsi alle apparenze??

    si bellissima parabola.ciao Boneca.

    s.c.

    RispondiElimina
  2. Si, proprio così... Qualche giorno fa, in una persona ho visto tanta di quella bellezza da rimanere senza parole... mai vista tante luce!! Non vorrei sembrare esagerata, ma mi veniva da piangere...
    La bellezza non si vede, la si percepisce. Quella che noi vediamo come bellezza.. è solo pura illusione, la bellezza visiva prima o poi se ne va, quella percepita rimane fino alla fine dei giorni!
    Bacio!

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)