mercoledì 1 dicembre 2021

Non è che io ami di meno l'uomo, ma la Natura di più [cit]



 Ho appena finito di vedere Into the Wild... per la terza volta visto che le volte precedenti non lo avevo capito. Caspita, e quanto bisogna essere tonta per non riuscire a comprendere un film per ben due volte? Tanto a quanto pare! Tonta, cieca e un tantinello superficiale.

lunedì 1 novembre 2021

Ah, ok...

Ieri  sulla stada di casa incontriamo una coppia. Lo scorso anno, più o meno in questo periodo, via messaggio ci avevano invitato a dei mercatini di Natale (?) che si tenevano in un hotel qui in zona. Le ho risposto che, "grazie ma, da come avrai capito noi non siamo tipi da mercatino e riflettendoci bene... non siamo tipi proprio da nulla". Ho chiuso il messaggio con un 😉.
Finiti i convenevoli tirano di nuovo in ballo la storia che un anno fa abbiamo rifiutato il loro invito. Io ribadisco (di nuovo) che non siamo per niente tipi da mercatino, non siamo mai andati nemmeno in Italia, figurati se andiamo qui! Al che lui ci dice: beh sì in effetti era un po' noioso, secondo me vi sarebbe piaciuto!  







venerdì 8 ottobre 2021

E che sono? Un mouse exterminator?

 


E' sempre lei, la mia vicina di casa, solo che ora ha cambiato emergenza!
Tutto è iniziato l'altra sera, alle 21 mi manda un messaggio:
-Volevo farti sapere che ci sono i topi, uno è appena entrato, fortunatamente il cane l'ha visto e l'ha rincorso facendolo uscire dalla vetrata del patio!-

martedì 28 settembre 2021

Basta chiedere che l’universo risponde!

 

Tornare non è stato facile, dopo due mesi in Italia con il mio Tomo sempre con me, la mia famiglia e i posti bellissimi hanno reso il mio ritorno abbastanza penoso... dopo due settimane mi sento ancora giù di tono.

Oggi però, mentre stavo spolverando mi cade l'occhio sulla scatola dei tarocchi di Osho. Mhhh, e se facessi loro una domanda, è tanto che non lo faccio... e così ho fatto.
Ho preso le carte e mescolandole  ho chiesto loro cosa potessi fare per uscire da questo viscido pantano nel quale mi ci son ficcata, le ho stese a ventaglio e ne ho scelta una. 

mercoledì 22 settembre 2021

See you leter ❤

 


-Senti... io ora devo mostrare alla signora che è venuta ad aiutarmi, dove buttare la spazzatura, se vuoi ti chiamo più tardi...

lunedì 13 settembre 2021

Io .. non so che dire!

 


Questo è il posto dove siamo ora per fare il tampone per poter partire. Siamo seduti su gradini di cemento in mezzo alle motociclette parcheggiate del personale. C'è una ragazza che urla i numeri di prenotazione. Uno addosso all'altro in barba al distanziamento.

lunedì 23 agosto 2021

mercoledì 18 agosto 2021

Tanti Auguri Daigor!

 Questo video l'ho fatto nel lontano 2011, circa due anni dopo quel terribile incidente una sorta di percorso nella sua rinascita... sono passati tanti anni ma amo ricordare quanto siamo stati fortunati a superare anche questa!

La traccia audio non è delle migliori ma in quel video c'è tutto l'amore che provo!

 
Traduzione

Tutti questi segni sul mio viso raccontano la storia di chi sono cosi tante storie di dove sono stata e come sono arrivata dove sono. 

Ma queste storie non significano niente quando non hai nessuno a cui raccontarle...

E' vero, io ero fatta per te! 

 Ho scalato le cime delle montagne, nuotato per l'oceano blu. Ho attraversato tutte le linee e ho rotto tutte le regole... Ma piccolo, io li ho superati per te... perché anche quando ero distrutta tu mi facevi sentire bene, si lo fai !

 Perché anche quando ero al verde tu mi hai fatto sentire come un milione di dollari!

E' vero io ero fatta per te! 

Vedi il sorriso che è sulla mia bocca sta nascondendo le parole che non escono e tutti i miei amici pensano che io sia felice loro non sanno che la mia testa è in confusione... no, loro non sanno chi realmente sono e loro non sanno in che situazione ero ma tu si! 

Ho capito come si fa ed è stato fatto per te... 

e io ero fatta per te... 

 Tutti questi segni sul mio viso raccontano la storia di chi sono cosi tante storie di dove sono stata e come sono arrivata dove sono. Ma queste storie non significano niente quando non hai nessuno a cui raccontarle... 

E' vero, io ero fatta per te!

E' vero, io ero fatta per te!

sabato 7 agosto 2021

L'anniversario più importante

 

 
Trentasette fa ancora non sapevo che su quella spiaggia ti avrei incontrato, ma già quel mattino, una strana emozione già mi prendeva, chissà cos'era, forse aspettativa?

lunedì 2 agosto 2021

I nostri giringiro! ❤️

 Tra strade chiuse per lavori e deviazioni siamo finiti su strade sconosciute. E si sa che quando ci si perde si scoprono incredibili panorami e angoli di una bellezza da togliere il fiato. Purtroppo le mie fotografie non rendono la reale bellezza... ma credetemi se vi dico che questi posti sono davvero meravigliosi!

mercoledì 28 luglio 2021

Siiiiiiiiii!!! ❤️

 Sì sì sì, oggi mi sono vaccinata!!

Giuro non pensavo di provare tanta felicità! Felice per me ma anche per essere riuscita a realizzare un dovere civico così importante! Non so... ha il sapore di cose ben fatte! Siete d'accordo con me? 😃

Felicissima me!!




martedì 27 luglio 2021

Ciarlare in libertà!

Panchina gigante Colli San Fermo!

Io che ciarlo senza sosta pensando che il mio Tomo cercasse l'inquadratura giusta... e invece guarda lì quanto parlo!

lunedì 26 luglio 2021

La sera prima c'era stato un temporale.


 

La sera prima c'era stato un temporale.
Veramente per tutto il mese  il cielo aveva buttato tanta acqua,  un luglio freddo e piovoso a dispetto di quelli che, tempo prima, avevano detto che la scelta del giorno era sbagliata...

domenica 18 luglio 2021

Ancora non ci credo!!




Dopo svariate cancellazioni e cambi di data finalmente stiamo partendo per l'Italia! Ancora non ci credo! Sono così disillusa che ho paura che ci facciano scendere per un qualsiasi motivo!

 Giuro, non vedo l'ora di sentire la vibrazione dei motori in modalità  "avanti tutta"! 🤞🤞🤞

lunedì 12 luglio 2021

Non c'è pace....

 


La disgrazia in questo paese non ha fine. Le persone stanno cadendo come foglie in autunno causa covid. Ieri abbiamo raggiunto la spaventosa cifra di 150 morti al giorno con 7712 contaminazioni in un paese che ne ha poco più di 11 milioni di abitanti. Per intenderci in Italia i nuovi casi sono stati 888.  Per controllare i confini dei governatorati hanno richiesto l'intervento dell'esercito (e credetemi se dico che è preoccupante quando un paese è appena uscita da una dittatura) ma questo non serve a nulla, loro continuano ad incontrarsi, celebrare matrimoni e pregare tutti assieme senza protezioni. Il mio stesso padrone di casa ha un paio di famiglie qua a passare le ferie!

Ma come se non bastasse tutto ciò ora manca anche l'acqua,  da ben due giorni e in altre parti della città manca da quattro. Non so quando ritornerà perché, da quel che si dice di acqua non ce n'è più.
Per mia fortuna ho fatto esperienza in Repubblica Domenicana ed ho affinato la tecnica così tanto che non me la sono ancora dimenticata. Qui non c'è il Rio dove andare ad attingere l'acqua ma per grande fortuna abbiamo il pozzo. Mi sono già attrezzata con secchi, bottiglie i bidoni da tenere sopra il lavandino. Per il water c'è sempre il vecchio secchiello. Per le docce torneremo a lavarci col pentolino, come ai vecchi tempi! Ma per chi il pozzo non ce l'ha? Come si può in piena pandemia non avere l’acqua, com'è possibile? Giorni fa  i giornali parlano di catastrofe sanitaria, sinceramente pensavo che esagerassero, ma ora come ora la parola "catastrofe" sta assumendo un concetto ben peggiore. 

Io non so davvero più che dire, questo povero paese affonda sempre di più e il peggio è che non hanno la minima capacità di tirarsene fuori...  e per quanto io faccia la spavalda,  questo mi dispiace davvero tanto!

sabato 10 luglio 2021

Iza Ngomso (Video)

Una preghiera il lingua  Xhosa




La pioggia tornerà alla nuvola
Le nuvole faranno cadere la pioggia
Mi arrampicherò
Su campi e pascoli verdi
Le navi dipinte galleggiano alte nell'aria
Come un uccello volo
Mi tengo aggrappato al vento
Come un uccello volo
Mi tengo aggrappato alle mie ali
Vieni domani
La pioggia sarà chiara
Possa essere domani
Il giorno sta arrivando
Io volo e nuoto in tutte le terre
Mi sto aggrappando al vento
Sulle sabbie del deserto, sul golfo e sulla baia
Come un uccello volo
Come un uccello canto

🙌
 

Per vedere il video visualizza versione web

giovedì 1 luglio 2021

Ma...

Sabato sono andata a fare spese. Ho perso parecchi chili e ora ho davvero  bisogno di comprarmi qualcosa. Per fortuna negli shopping c'è l'obbligo di mascherina!

In vetrina vedo una maglia stupenda. Beige con un paesaggio tunisino che sembra un dipinto ad acquarello, bella davvero! Entro e vedo di trovare la mia taglia. Giro tutto il reparto ma non trovo nulla. Allora chiedo alla commessa se c'è qualcosa. Mi dice di aspettare che va in magazzino. Torna e mi dice che c'è solo quella in vetrina. Ok, dico io, mi piace tanto e va bene pure quella. La misura sarebbe quella giusta ma prima di togliere quella dal manichino mi chiede di provare una dello stesso modello ma con un disegno diverso. Va bene, la prendo e vado nel camerino a provarla; perfetta!

Esco dal camerino e la ragazza mi sta aspettando. Va bene? chiede lei, sì sì, perfetta rispondo io. Bene mi dice... A quel punto lei si gira e se ne va! Cioè se ne va proprio... dal negozio, senza nemmeno girarsi... e io rimango come una deficiente con in mano una maglietta che non volevo! 

Ancora mi chiedo dove sia andata, se mai sua tornata ma soprattutto mi chiedo ... perché?




martedì 29 giugno 2021

Oggi Dhanly V parla delle minestre, tipiche della tradizione cinese!

 


Lo studio sull'alimentazione, in Oriente ha origini antichissime. Dietetica e medicina da sempre viaggiano sugli stessi binari poiché è storicamente riconosciuto il potere dell'alimento nel contribuire al benessere dell'uomo.
Da millenni, di generazione in generazione sono state codificate alcune pietanze in grado nutrire e al contempo costituire rimedi contro i più comuni problemi di salute.
Oggi Vi parlo delle minestre, tipiche della tradizione cinese...

Da tempo immemore viene fatto ricorso all'uso di minestre medicate per rallentare il processo di degenerazione fisica data dall'invecchiamento degli organi vitali.
Le prime ricette di cui si ha testimonianza pare che risalgano al periodo storico chiamato "Primavere e Autunni" (770-476 a.C.).
Si tratta solitamente di minestre di cereali a cui vengono aggiunti altri alimenti e rimedi allo scopo di ottenere dei piatti che siano utili dal punto di vista nutritivo e contemporaneamente anche da quello preventivo e terapeutico.

Il riso è certamente il cereale più usato, sia per il gusto, apprezzato dalla maggior parte della popolazione, sia per il suo eccezionale equilibrio energetico (se integrale).
Si usa molto anche il riso glutinoso (è chiamato così ma non contiene glutine) e il riso rosso . . .
Vecchio Oriente, tra i suoi scaffali propone alcuni tipi di minestre: note ricette all'interno della cucina cinese, utili nel rigenerare l'organismo.
La quantità di elementi utili alla preparazione della zuppa vanno versati in circa otto tazze di acqua e fatti sobbollire per due ore. 
Questo processo permette l'estrazione di tutte le proprietà di ogni singolo seme, radice o frutto presente nella confezione.

Una di queste zuppe ad esempio contiene:
-Il Fungo bianco o tremella: è adatta per curare tosse ed eventuali infiammazioni alle vie respiratorie, idrata il corpo, è adatta ai diabetici. Rafforza lo stomaco, umidifica l'intestino quindi è utile in caso di stitichezza. E' immunostimolante e abbassa la temperatura corporea negli stati febbrili.
-Discorea: è una radice con potenti proprietà antinfiammatorie. Tonifica il fegato, promuove la diuresi, aiuta ad espellere l'eccesso di umidità e la sensazione di freddo, è adatta in caso di dolori articolari, dermatiti ed eczemi.
-Poligono: è una radice che tonifica e nutre i reni, aiuta l'eliminazione delle tossine. Possono trarne particolare giovamento coloro che soffrono di dolori articolari o dolori nella regione lombare. E' adatta in caso di anemia, insonnia, vertigini, vista offuscata. E' ottima per curare problemi di acne e abbassa il colesterolo ematico. 
-Semi di albicocca: utili nella cura della tosse, antipertensivi, aiutano a proteggere il fegato dalle cellule cancerose, sono adatti in casi si asma.
-Datteri secchi: nutrono il sangue, il canale del cuore e tonificano i polmoni. Sono particolarmente adatti alle donne in menopausa o a coloro che manifestano un ciclo irregolare.
Io l'ho cucinata, con l'aggiunta di riso, dei fagioli azuki , un porro per insaporire e un poco di salsa di soia a fine cottura. L'ho trovata gustosa. Mi ha saziato, pur risultando un piatto molto leggero!

Trovo interessante constatare come anticamente siano state studiate pietanze semplici, di facile preparazione, in cui ogni ingrediente doveva avere un ruolo specifico. Costituivano un pasto completo, in grado di dare il giusto nutrimento a tutto il corpo, a tutti quei microelementi di cui non ci si cura, ma che in ogni istante svolgono per noi miliardi di azioni.
E' grazie a loro se la nostra vita continua, se ci è possibile realizzare i nostro sogni, raggiungere le mete che ci siamo prefissati.
Nutrirsi come manifestazione del grande Rispetto che la Natura merita e che noi, come parti di Essa, meritiamo. 

Il Maestro mi Insegna a non uccidere, potendo scegliere, per nutrirmi; mi insegna a cercare cibi sani, evitare eccessi e privazioni.
L'obiettivo di un'alimentazione sana ed equilibrata non è quello di vivere più a lungo possibile, bensì fare in modo che la nostra materia, il prezioso strumento che è il corpo, sia efficiente e possa manifestare una grande forza utile al nostro Io per realizzare e praticare il Bene fino all'ultimo respiro.

Vi auguro un sereno pomeriggio !
Dhanly

sabato 26 giugno 2021

"Serietà"... quella sconosciuta!

 



E voi pensate che la "piega di serietà" che sta prendendo il mondo in questo periodo possa fermarmi? 
Ma va là va là va là!! 

"Mi sa che stanno aumentando le Persone Serie, nel senso peggiore del termine.

Fateci caso: sono quelli che si vantano di ciò che sanno e non vogliono sapere di più.

Non osano avere dubbi, non sono capaci di cambiare idea e si indispettiscono se sorridi o ridi quando parli di cose importanti.

Esigono che siate seri anche voi.

Queste persone bloccano ogni scoperta.

Le vedi a scuola, in tv, leggi i loro articoli sui giornali. Meglio evitarle.

Nei tempi in cui tutto sta cambiando, come oggi, le Persone Serie vogliono tenervi fermi.

Oggi si cresce soltanto se ci si accorge di quante cose false sono spacciate per vere e se si ha il coraggio di riderne."

-Igor Sibaldi

E con questo Vi auguro di non perdere mai la voglia di ridere!!

😆😆




venerdì 25 giugno 2021

....




 Se non puoi essere una via maestra, sii un sentiero. 

Se non puoi essere il sole, sii una stella. 

L'importante è che tu sia sempre il meglio di te stesso.

- Martin Luther King

mercoledì 23 giugno 2021

Vento portami via


 

Una notte di vento... sono a letto.

Osservo la mia finestra. Fuori dalla finestra la tenda vola nel vento... una folata la alza, è talmente forte che vola parallela. 

-Sì, posso farcela,- sembra dire... -E' la volta buona, vai vento soffia forte... fammi fuggire via!-

La tenda va su... sempre più su... sempre più forte!

Ma ad un tratto il vento si placa e lei piano si abbassa. Un lembo accenna appena... sembra saluti chi non può seguire... 

Ma ecco un altro colpo di vento e lei è di nuovo fuori!

-Maledetta bacchetta lasciami andare ti prego... fammi volare via!-

Ma il vento cala di nuovo e lei ancora cede... triste smuove ancora quel lembo... come un ultimo saluto ma ora non c'è più vento...

-Aspetto quel vento forte che riesca a portarmi via.-

Io intanto guardo il mondo da dietro i vetri... è sempre lo stesso vedere, ma che posso fare? Io aspetto, prima o poi quel vento mi porterà lontano...-

Il vento si è calmato... io sono a letto e osservo la mia finestra...


venerdì 18 giugno 2021

Imbuto ragazzi, imbuto!



Rispondendo ai commenti di ieri riguardo alla gestualità, mi sono ricordata un fatto successomi nella mia vita Dominicana.


Ero a Los Patos da qualche mese e mi sono resa conto che mi mancava l'imbuto. Qua non ce l'hanno e mi tocca andare a Barahona. Alla prima occasione vado, entro nel negozio e mi faccio un giro per vedere se  nel "reparto" casalinghi c'è. Niente, non lo trovo e così mi metto a cercare una commessa.
La trovo:
-Ciao, mi sai dire dov'è l’imbuto?- Parlo lo spagnolo ma non so come si dice imbuto. Di solito quando non ricordo la parola la butto li in italiano... molte volte è la stessa.
-Imbuto?- mi risponde la ragazza.
-Sì, imbuto... è di plastica... rotondo... capisci?
-No...-
-E' a forma di cono... prima largo e poi si stringe...-Dico io aiutandomi con i gesti- Hai capito?-
-No...-
-E mo' come te lo spiego? Si usa per travasare le cose da una bottiglia all'altra! Hai capito?-
-No...-
-Aspetta che vado a cercare una biro e un foglio...-
-Ok...-
Vado alla cassa e chiedo un foglio e una biro. Torno dalla ragazza e inizio a disegnare un imbuto, faccio e glielo mostro e lei:
-Ahhhh, embudo!!-
Io la guardo basita! Embudo? Gente... EMBUDO!! Io le ho detto imbuto e lei non ha capito che si trattava dell'EMBUDO!!
Il tempo di riprendermi  e le chiedo, in italiano questa volta:
-No ma davvero? Embudo...  Dillo dai che mi stai prendendo per il culo?-
-O què?-
Non sapevo come pronunciare in spagnolo;  dillo dai che mi stai prendendo per il culo... e non sono andata oltre.  Oh ragazzi, non me la sono sentita di farle un disegnino!😅

giovedì 17 giugno 2021

Ma anche gratis!

Ieri ero in giardino e arriva il mio padrone di casa. Chiacchieriamo e io, in un perfetto inglese e con l'atteggiamento di chi sa bene di cosa sta parlando,  gli dico che; purtroppo la scuola di francese è stata sospesa per mancanza di adesioni.
Per tutta risposta  lui ribatte che; devo dire che il giardiniere sta facendo un buon lavoro e  appena finiti tutti i lavori di casa mia moglie verrà a stare per qualche giorno!

 Ecco,  lo dico solo per farvi sapere che se avete bisogno di una traduzione qualsiasi non fatevi scrupolo, chiamate me, lo faccio anche gratis!


lunedì 14 giugno 2021

Determinazione


 Quand'anche l'uomo raggiungerà questa determinazione nella sua crescita, il mondo vivrà il suo massimo splendore. 
Fino ad allora dovremo apprendere da un piccolo fiore cosa significa vivere.

domenica 13 giugno 2021

No, non si spiega!



 -Ma cosa c'è di più bello che stendere i panni tra gli ulivi?- 

In verità l'ho pensato un sacco di volte, ogni volta che ho steso, così come l'ho pensato oggi! 

Certo, devono averlo pensato anche i merli che hanno scagazzato in allegria sopra tutto quel biancore! Probabilmente anche loro amano farlo nel pulito, altrimenti non si spiega un tal sparpagliamento di cacca!

Voi che dite? 🤷


giovedì 10 giugno 2021

Sono...



Io sono forte perché conosco le mie debolezze.

Sono bella perché conosco i miei difetti. 

Sono senza paura, perché ho superato molte difficoltà.

Sono saggia perché ho imparato dai miei errori ...

E sono in grado di ridere perché ho conosciuto la tristezza.

[cit]

lunedì 7 giugno 2021

Individualità.


 Chi perde la sua individualità perde tutto.

Buona giornata a Voi... individui! 😀😀


martedì 1 giugno 2021

Ho visto cose che Voi umani...



Brevissima storia assurda; ieri ho visto il tuttofare verniciare la griglia. 

No no, non la struttura, la griglia proprio. Quella che va sulle braci... Sapete no, dove si appoggia il cibo... L'ha verniciata... Di nero... 

E niente... Adesso è lì, bella, nera e lucente... dentro il barbecue!

sabato 29 maggio 2021

Oltre l'orizzonte (Video)

Dentro di me la canto da tanto tempo... ancora prima che la canzone fosse scritta!
Ma la voce dentro che grida "no!" Cresce forte in me. 
Credo che quella luce potrà guidarmi  e stavolta no, non mi opporrò! 
Parole che riecheggiano nella mia anima da tempo immemore! 
 
 
 

 
L'acqua segna un confine nascosto
Oltre cui non mi spingo
Il mio mondo è tutto qua
In me c'è una figlia premurosa
Ma vorrei più di ogni cosa
Avere la libertà
Di fuggire via, di esplorare il mare

Non succede mai, nulla può cambiare
Ma mi fermerò quando troverò
Il posto adatto a me
L'acqua sembra chiamarmi a sé per nome
Ed io non so dov'è che andrò
Anche il vento mi sfiora e continua ad attrarmi
Lo seguirò
È un lungo viaggio quello che affronterò

Però tutti paiono felici
Qui non cambiano mai niente
Penso ti ci abituerai
Hanno quei bei volti sorridenti
Sono sempre contenti
Ed appartengo a loro ormai
Posso comandare lo dimostrerò
Mi saprò adattare se m'impegnerò
Ma la voce dentro che grida "no!"
Cresce forte in me
Credo che quella luce potrà guidarmi
Stavolta no, non mi opporrò

Sembra quasi che speri anche lei di trovarmi
La cercherò, cosa ci sarà che mi attende là?
L'orizzonte mi chiama a sé per nome
Ed io non so dov'è che andrò
Anche il vento mi sfiora e continua ad attrarmi
Lo seguirò, ce la farò
 

mercoledì 26 maggio 2021

E se ne avessi incontrato uno?

 


L'altro giorno leggendo il post di Franco mi è ritornata alla memoria ciò che è successo anni fa!

Al tempo ero andata in visita un paio di giornate presso un'amica. Come sempre tutto finisce e arriva l'ora del mio rientro. Alle 18,10 riprendo il treno che mi porterà a casina.

Non sono un'esperta in treni, una schiappa proprio visto che non li prendo praticamente mai e al ritorno la mia apprensione sale. E' un interregionale e ferma a tutte le stazioni, questo lo so... ma quando arriverà la mia?

Ricordo che all'andata dopo Pioltello siamo scesi sottoterra... perciò al ritorno, a onor di logica, appena torno in superficie dovrebbe esserci la mia stazione o al massimo quella dopo.
Passo così più di un ora  con la mia Dolce Vipera che mi manda messaggi per sapere a che punto sono e per farmi sapere che lei mi  aspetta alla stazione di arrivo. Inoltre abbiamo accumulato minuti di ritardo... la mia ansia cresce!
Ok, torniamo in superficie, mi metto il cappotto, scendo e mi metto davanti alla porta d'uscita sperando di vedere qualcuno per chiedere informazioni... ma il treno è pressoché vuoto, tranne per un tipo che parla amabilmente con se stesso... Decido di ignoralo!

Ecco che il treno che si ferma e spunta un uomo che deve scendere...
-Scusi, mi saprebbe dire che fermata è questa?-
-Segrate-
-Mi saprebbe anche dire se Pioltello si trova su questa linea?-
-Si.. dev'essere la prossima!-
-Fiiuuh... grazie mille!-

Il tipo scende e io rimango sola... Di li a poco il treno si ferma e... sì, sono a Pioltello... Ok, sono anche in ritardo, speriamo di non perdere la coincidenza! Non so perché ma la mia ansia è in aumento... sarà per il fatto che c'è qualcuno che mi aspetta, sarò che non ho la più pallida idea di quando sia la prossima coincidenza, sarà qual che sarà... ma per me di solito così sicura e tranquilla... sono in ansia! (Un'ansia davvero insolita per me!)

Bene, ci sono, sono scesa e guardo subito il display che mi dice che il treno per Bergamo si fermerà sul binario 1... ok, aspetto.
Sento la voce nell'altoparlante:
-Sul binario 2 in transito il treno diretto per Dovedeveandare, spostarsi dalla linea gialla...-
Poco dopo:
-Sul binario 3 in arrivo il treno diretto a  Lasuadestinazione -
E via via di questo passo l'omino dell'altoparlante spiega gli arrivi e le destinazioni... ma di Bergamo non fa menzione.

Io continuo a tenere d'occhio il display generale e per Bergamo rimane sempre il binario 1. 
Mi guardo in giro e ci sono delle persone, c'è chi legge sul suo cellulare, chi si guarda in giro, qualcuno sta pensando ai fatti suoi e un ragazzo sta seduto alla panchina. Lo noto solo perché continua a guardarmi... non sono una che attira l'attenzione e questo mi fa strano!
Io sto li sperando di non perdere la coincidenza quando da dietro, quel ragazzo, mi batte sulla spalla:
-E questo che vuole? - Mi chiedo io...
-Vai a Bergamo...- Mi dice Lui...
-Scusa?- 
-Vai a Bergamo, no? ... E' al binario due...-
Alzo lo sguardo e il binario segnato è ancora l'uno. Il ragazzo se ne va, non so il perché ma lo seguo. Lui scende nel sotto passo, io scendo, Lui corre e io corro dietro a Lui. 
Arrivo in cima alle scale e... di Lui nemmeno l'ombra... Le porte del treno sono lontane, come caspita ha fatto?
Vedo il treno fermo al binario due corro e salgo alla porta più vicina, e mentre lo faccio mi giro per controllare il display che proprio in quel momento cambia in "Bergamo binario 2"... Mi giro verso un signore e chiedo se sia veramente il treno per Bergamo.. sì  è questo!
Nemmeno ha tempo di confermare che il treno parte...

Mi siedo e penso sbigottita; ma... come faceva il ragazzo a sapere che andavo a Bergamo?  Non ero l'unica persona ferma ad aspettare, tutti guardavamo lo stesso display.  Era appena passato quello per Nonmiricordoperdove e anche altri... e lui era li  e non si è mosso... poi tutto ad un tratto si avvicina e mi dice del binario per Bergamo e se ne va... 
Poco dopo realizzo che se non mi avesse detto nulla, io avrei perso la coincidenza. Infatti dal cambio segnalato sul display e la partenza del treno mi sarebbe stato impossibile riuscite a prenderlo...

Io credo a tutto e nello stesso momento non credo a nulla, infatti il mio motto è che: si deve capire tutto altrimenti bisognerà credere a tutto... ma sta di fatto che questa storia qualcosa di strano c'è... 

Il giorno dopo ho raccontato questo fatto al mio Fanciullo e lui:
-Hai mai sentito parlare dei Guardiani del destino?-
-Mmmh... no mai. Perché, chi sono?- Rispondo io...
-Appena puoi guarda il film e poi mi dici...-
  
Hai mai sentito parlare dei Guardiani del destino? No... fino a quando ho visto il film.
Cosa ne penso? Chissà, magari ne ho incontrato proprio uno! Tutto può essere, no? ;-)

 

lunedì 24 maggio 2021

Lei vivrà sempre nel mio cuore... Oriani!

 


Oriani è morta... è succeso due anni fa ma per il dolore che sento in questo momento è come se fosse morta oggi...

Si, Oriani è morta, morta per incuria, per abbandono, per il disinteresse di chi doveva prendersi cura di lei! Caduta in un pozzo, a seguito di un'emorragia celebrale si è spenta poco per volta aspettando le cure di qualcuno che non è mai arrivato. Chi l'ha vista mi ha riferito che ormai era solo pelle e ossa.


Chi era Oriani? Per la sua famiglia e per il mondo Oriani non era nessuno! Mai voluta, nata per la conseguenza di un semplice atto sessuale è stato un peso fin dalla sua venuta. La madre un'adolescente e il padre uno dei tanti.


Quando l'ho saputo la mia reazione è stata fuori controllo... ho provato un tale dolore che non avrei pensato di provare per quella bellissima bimba, cielo quanto ho pianto!
Ho conosciuto Oriani nel 2006, durante la mia esperienza Dominicana, l'ho amata fin dal primo sguardo e mi ha conquistato definitivamente al suo chiamarmi con quella voce leggermente roca di chi piange tanto. Fuori dal cancello chiuso il suo Saraaaa mi faceva sorridere ogni volta. Entrava e sapeva bene che per prima cosa doveva lavarsi le manine sempre sporche. (caspita com'era sempre sporca)
Si lavava anche la faccia e mi faceva ridere quando si leccava l'acqua dal viso dicendo che; aveva un buon sapore. Aveva circa due anni quando è entrata nella mia vita e poco più di tre quando ne è uscita. Un giorno al mio risveglio se ne era andata... sua madre l'aveva portata via.

Per il tempo che son rimasta a Los Patos mi è mancato il suo chiamarmi, il suo attendere il mio ritorno da Barahona per lanciarsi tra le mie braccia. Sembrava vivesse per questo, per un bacio, un abbraccio e tanto solletico. Mi è mancata sempre e il giorno che me ne sono andata ho guardato quella casa sperando di vederla per l'ultimo saluto.
 
Ho pensato sempre tanto a lei e mi sono sempre chiesta che facesse, se fosse felice e come fosse la sua vita. Dentro di me ho sempre sperato che non vivesse le brutture che la maggior parte delle bambine passano in quei luoghi. Ho pregato che non conoscesse lo stupro e la violenza e che potesse crescere serena come una bambina merita di vivere.
L'ho amata, tanto, tantissimo. Senza presunzione alcuna penso di essere l'unica che l'abbia amata sul serio.


Dopo aver pianto tanto mi sono resa conto con sollievo che ora so dove pensarla, non è più in un posto indefinito alla mercé di chiunque volesse approfittasi di lei, ora so che è in un posto sicuro e so si prenderà il tempo necessario per riposarsi e riscattarsi di questa vita infame nell'attesa del suo ritorno.

E' morta la mia dolce Oriani e per il mondo non è cambiato nulla. Nulla perché il mondo non sapeva nemmeno della sua esistenza. Una bimba sconosciuta che non rientrava in nessuna statistica, in nessun municipio, in nessun libro di casistica... niente di niente. 
Ecco perché ho voluto scrivere di nuovo di lei, perché non sia dimenticata, un tributo ad una vita, la sua, che non merita di essere dimenticata!

Per il mondo non era nessuno ma per me era e rimane la mia dolce scimmietta!

 

venerdì 21 maggio 2021

Solo pace... (Video)

Solo tanta pace... a tutti Voi!
Buon fine settimana!


 
 
Danzatrice delle ombre, camminerai con me stasera
Shadow dancer will you walk with me tonight

Mentre il mio corpo giace così tranquillo
While my body lies so peaceful

Potremmo camminare un milione di miglia prima che faccia giorno
We could walk a million miles before the day breaks

Mentre il mondo sta dormendo profondamente
While the world is deeply sleeping
 
Ballerino delle ombre camminerai con me stanotte. Sotto le stelle
Shadow dancer will you walk with me tonight.Under the Stars

In un sogno ci risveglieremo al chiaro di luna
In a dream we will awaken in the moonlight

Potremmo camminare un milione di miglia prima che faccia giorno
We could walk a million miles before the day breaks

Mentre il mondo sta dormendo profondamente
While the world is deeply sleeping

mercoledì 19 maggio 2021

Di mamma ce n'è una sola... ma di Mamme ce ne sono forse troppo poche!

Chi mi conosce sa che i bambini non hanno mai fatto presa su di me, mai stata una che si scioglieva in brodo di giuggiole solo a vederli... ma non è più così!
Non so che sia successo ma c'è sicuramente stata una nuova consapevolezza e ho visto i bambini sotto un'altra luce... forse ho imparato a vedere la Loro Luce, la loro vera Essenza e quello che vedo ora è qualcosa di straordinario
Tempo fa, in posti diversi mi son soffermata a guardare i bambini e oggi osservandoli mi son ricordata quelle scene e all'improvviso ha visto davvero quello che avrei dovuto vedere già da subito...

Sotto un ombrellone c'erano una mamma sdraiata sul lettino guardando il cellulare, a terra sul telo da mare c'era il piccolino che giocava solo. Tra un non sporcarti e non mettere in bocca la sabbia, il piccolino chiamava la mamma:
-Mamma... guarda...-
-Sì, è la paletta... gioca ma non metterla in bocca!-
E torna a leggere...
-Mamma, vieni qui con me?-
-Tra un attimo, non vedi che sto leggendo?-
E torna a leggere...
-Mamma cos'è questo?-
-Insomma, non vedi che ho da fare? Gioca da solo dai, che poi andiamo a fare il bagno!-
Lo sguardo del piccolo si spegne e guarda la creatura che lo ha messo al mondo con delusione e stupore, immagino si stia chiedendo cosa ci fà lì e soprattutto perché... Ho l'impressione che la parola mamma per il piccolo abbia cambiato il suo concetto...

Altra scena altro posto.

domenica 9 maggio 2021

Non è ciò che fai che dà senso alla tua vita, ma è ciò che vivi il vero senso della Vita ! (Filosofia Theravada)

 

In questo tuo cammino vedi ad ogni angolo una prova, un’illusione, una certezza effimera, che vuole fare vacillare quello in cui Credi. Perché per essere nel giusto devi Vivere ciò in cui credi
Più grande è la tua convinzione, più saranno contorti i meccanismi mentali che ti vogliono sopraffare. Più tu Credi, e agisci nel Giusto, più le prove diverranno impegnative. 
Più tu Ami, maggiore sarà la soddisfazione che vivi nella riuscita del tuo obiettivo. 

La paura è la forza della negatività, l’Amore e il Credo sono la forza della positività. Spaventa pensare di nuotare contro corrente, in un fiume che tanto ti ha allontanato da tè stesso. 
Spaventa sentire voci che ti sussurrano all'orecchio piacevoli inganni che mirano a farti mollare la presa. Cercano di afferrare la tua debolezza, e cercano di corrodere la tua determinazione. Ti circondano, ti tentano.
 
Solo il tuo Io con la forza del suo Credo farà sì che tu possa perseverare nella determinazione. Solo il tuo Credo se sarà così tanto radicato nell’Io ti porterà a non perire e a non cadere mai di fronte a niente. 
Ricorda: ti basta chiudere gli occhi, ascoltare quella musica che non ha mai fine che da sempre ti accompagna e che risiede nel tuo Io. E’ come una fiamma che perenne arde dentro di Te. E’ una melodia che ti ricorda chi sei, quindi in cosa credi e chi ami.
Sappi che alimentando questa fiamma, quando ti troverai a lottare, quando avrai paura, basta che tu chiuda gli occhi e la troverai perché è lì anche il fuoco di chi ti Ama veramente, di chi Crede in te, di chi ti ritiene importante. 
Allora saprai che non sei solo, allora saprai che puoi sempre farcela contro ogni sfida della vita. In fondo la realtà è un’illusione, anche se rendersene conto genera disorientamento e incertezza. Bisogna perseverare e credere in se stessi, nelle proprie capacità. 
 
Questo è ciò che mi viene Insegnato e che risiede nel mio Io. E’ un bene così prezioso che non permetto a nessuno di potermene privare! 

-Panda

 

giovedì 6 maggio 2021

Monologo interiore... le direi.

 


L'altro giorno ho raccontato come io abbia conosciuto Maestro Chen  e rileggendo mi sono tornate alla mente le parole di Danly che a loro volta hanno riportato ricordi lontani. Come in una catena, anello dopo anello sono stata riportata a quando ho iniziato a fare pace col mio passato. E' stata dura, ma ne è valsa la pena!
E' successo una decina di anni fa, o perlomeno quel giorno è stato l'inizio, la chiusura del cerchio è stata proprio quel giorno al Samgha. Qualche anno prima avevo scritto Le direi, un monologo interiore che mi ha aiutata tanto all'elaborazione di grandi dolori!
Lo rimetto qua perché sento la necessità di non dimenticare da dove arrivo e di come io sia arrivata qua!


L'altro giorno ho visto un film, Faccia a faccia, un film della Walt Disney, dove Bruce Willis incontra un se stesso di otto anni.... 

Ma non è del film  che voglio parlare, ma di cosa potrei dire se incontrassi una me stessa di dieci anni... Beh.. sarebbe meraviglioso... quante cose vorrei dirle e quanto sarebbe diverso ora! 

Vorrei incontrarla una di quelle Sue notti invase da incubi, quando spaurita  e in lacrime andava dalla mamma chiedendo di dormire con lei e... che lei puntualmente le diceva si tornare nel suo   letto...

Le direi che non deve avere paura, che i sogni sono solo sogni, mi accoccolerei vicino e le canterei una canzone. Le direi che il giorno dopo deve parlare con mamma e dirle cosa Le è  successo..
Ma mi hanno detto che se lo dicevo alla mamma poi lei mi avrebbe picchiato...-
- No piccolina, la mamma non ti picchierebbe mai, anzi, quelli da picchiare sono Loro. Sono Loro, gli adulti e non ti dovevano fare nulla... tu spiega alla mamma cosa ti hanno fatto e vedrai che tutto prenderà una visone diversa!-
Ma ne ho parlato col prete in confessione e lui non mi ha detto nulla, non mi ha assolto, anzi,  mi ha fatto capire che sono una bambina cattiva... se non mi predona Lui e Dio, come può farlo la mamma?-
-Hai ragione... ma tu non devi credere sempre a quello che gli adulti ti dicono... non sempre sono sinceri.  Quello che ti hanno fatto non dovevano farlo. Tu ascolta sempre mamma e papà, loro ti amano tantissimo e non ti mentirebbero mai! Perciò domani appena sveglia andrai a raccontare a mamma e papà che ti hanno fatto...-

Le direi che anche l'amico dello zio è una persona che deve evitare... che con lui non deve andare...
Ma lui aveva detto che era un mio amico, aveva una bella bambina  e una moglie che con me era tanto gentile... E poi mi ha detto che quello che mi ha fatto è stata solo colpa mia, che sono io che l'ho provocato!-
-Lo so piccina, mi ricordo... Ma tu stagli lontano e non permettere che ti tocchi, stai sempre vicino a qualcuno e non rimanere indietro con lui! E non credergli,  non sei stata tu a provocarlo tu sei ancora piccola, come potresti... E non credere ad una sola parola di quello che ti dirà! Le minacce di raccontare tutto alla mamma son false, lui non dirà mai nulla! 
Ma io l'ho visto che andava a parlare con la mamma e mi guardavano... io ho sempre avuto paura... Ogni volta che mamma mi chiamava pensavo che mi avrebbe picchiato per quello che Lui le aveva detto!-
-Si è vero, ma non è di quello che hanno parlato! La mamma non ha saputo nulla... glielo detto io quando ormai avevo vent'anni e sia la mamma che papà mi hanno chiesto perché non avessi parlato con loro...erano tanto dispiaciuti per Te...-

Le direi che lei è una brava bambina, che non deve sentirsi sporca...
Ma tutti mi prendevano in giro... i compagni di scuola mi picchiavano e mi sputavano addosso ogni giorno.. se fossi stata una brava bambina  non lo avrebbero fatto! E  mamma e papà sarebbero venuti a prendermi... invece mi dicevano che dovevo arrangiarmi, che ormai ero grande e se non sapevo difendermi me lo meritavo!-
-E' tutto vero.. ma devi sapere che i bambini son  crudeli... la tua unica colpa è stata quella di essere una forestiera un un paese di ottusi. Ti hanno picchiato, presi a calci nello stomaco e sulla testa, e se ti hanno sputato addosso perché era quello che sapevano far meglio. Mamma e papà era presi dal lavoro e da un paese che non li hanno mai voluti! Poi la rabbia ti avrà fatto intendere cose diverse, mamma e papà ti hanno adorato credimi, adesso lo so con certezza...-

Le direi che è e resterà sempre la principessa di papà... che nonostante fosse perennemente una principessa con le ginocchia e i gomiti sbucciati, papà è stato un gran papà e l'ha sempre trattata al pari... che non ha mai smesso un attimo di amarla, anche se a lei a volte non sembrava così...
-Ma se mi faceva lavorare tanto! Andavo a scuola a al pomeriggio lavoravo fino alle sei di sera per poi andare a preparare la cena... Dopo cena lavavo i piatti e poi facevo i compiti! Non potevo mai giocare, dovevo solo lavorare lavorare e lavorare ancora! Le mia amiche di scuola si trovavano a giocare dalle suore e io non potevo mai andarci! Non è giusto!-
-Anche qua hai ragione piccola... ma era così che funzionava all'epoca, non odiarli per questo, papà era convinto che fosse il modo giusto per educare te e nostro fratello...-
-Si per poi fare anche una sorella e farla crescere a me nel mio poco tempo libero!-
-Sì, ma non lo hanno fatto apposta... quando nacque ci furono grossi problemi... ricordi?-
-Si ma io...-
-Ti capisco piccinina... ma tu sei stata d'aiuto, sei stata quello di cui loro avevano bisogno... magari hanno preteso tanto, troppo da una bambina di 10 anni.. ma è così e tu non puoi fare nulla se non accettare...-

Le direi che mi è dispiaciuto non amarla come averi dovuto, che averi voluta stingerla  e coccolarla invece di farla sentire sporca, che ci mi spiace per quello che passato. 
-Perdonami se non ti ho amato come avresti meritato... mi ci son voluti quarantacinque anni  prima di capirlo, ma sappi che ora ti voglio bene piccolina mia, tanto tanto bene!
Mi raccomando, tieni duro che tutto passa... Lo so che  anche le cose belle passano, ma il bello è che passano anche quelle brutte e tu cerca di ricordare sempre le migliori.
Perdona sempre... nessuno ti dirà mai di dimenticare ma se riuscirai a perdonare la tua vita sarà migliore... Sorridi sempre anche quando la mano che ti capiterà sarà delle peggiori...
Sii più tollerante e ama, ama tanto e ama tutti
!-

Le direi... 
-Ora dormi che che è tardi... buonanotte piccolina...sogni d'oro per tutta la vita -
-Va bene... buonanotte e... a presto!-

martedì 4 maggio 2021

Come ho conosciuto Maestro Chen!

Vi ho mai parlato di come ho conosciuto il mio Maestro Chen? Mi sa di no!
Ne ho parlato nel blog lontano 2015. E' stata durante la mia parentesi italiana. Da quel giorno la mia vita è cambiata e mi ha preparata ad affrontare il capitolo che ho vissuto in seguito!
Ci tengo a presentarvelo e penso che nei prossimi giorni ne parlerò ancora, e credetemi, ne vale davvero la pena!
Tanto più che in questi giorni dev'essere stato il suo compleanno, (sono un disastro a ricordare le date, pardon!) ma anche se non me lo ricordo mai, Lui è sempre nel mio cuore!


Tutto ha inizio un lontano  martedì di fine agosto; mi arriva un invito tramite una conoscenza in FB... nemmeno so come ho trovato Joanna, probabilmente qualcuno ha condiviso il suo status e piacendomi ho fatto richiesta di amicizia. E' rimasta li nella mia lista fino a che, proprio qual giorno, mi arriva un invito collettivo ad un "pizzata"  a Sirtori.
-Tomo, sai dov'è Sirtori?-
-Dev'essere dalle parti di Lecco... una settantina di km da qua...-
-Mmmh... ti spiacerebbe se vado? Il Maestro di Joanna fa la pizza per tutti... mi è sempre piaciuto quella persona ma non so come mai, pensavo che fosse lontanissimo, così tanto che non mi son nemmeno messa a cercare... ma se è così vicino io vado...-
- Se ti fa piacere vai...-
Detto fatto, in pochi minuti accetto l'invito... domenica vado a Sirtori.

Mentre aspetto l'ora di mettermi in viaggio finisco di preparare la torta che avevo cotto il giorno prima e siccome era una torta piccina ho preparo anche dei biscotti di sfoglia.
Sono emozionatissima, è da martedì che sento questa bella emozione...non so esattamente cosa aspettarmi ma so per certo che questo incontro cambierà la mia vita... ancora non so come, ma so che sarà così!
Le 10,30 e sono per strada! La strada scorre tranquilla non trovo traffico, ma solo dei blocchi per le corse in bicicletta... pazienza, menomale che son partita prima!

giovedì 29 aprile 2021

Ma che nervi!

 Make No Sense - Bronze League Tournament 1

Io vivo nel paese dell'assurdo! No, non voglio sentire "ma anche in Italia", perché credetemi, qua siamo alla follia!

Allora... Il primo periodo della pandemia, quello  da febbraio a settembre, ci sono stati in tutto 50 morti per covid, o perlomeno quelli dichiarati. Abbiamo fatto il nostro confinamento in casa di settanta giorni, le scuole sono state chiuse, bar, ristoranti e hotel chiusi e mascherine per tutti. Direi che mentre l’Italia seppelliva mille morti al giorni noi qua vivevamo la grande beatitudine.
Poi ad agosto c'è stata l'apertura e i tunisini hanno fatto rientro in patria per le vacanze. Da qual giorno è iniziata la disfatta! I contagi sono aumentati sempre di più e così anche i morti. Hanno fatto nuovi decreti con la raccomandazione sull'uso delle mascherine e il distanziamento. Voi pensate che nonostante l'obbligo qualcuno abbia ascoltato? Il ministro della salute ha detto: mi raccomando cari concittadini, non fatevi scrupolo ad usare due mascherine per volta, ne va della vostra salute! A mio parere sarebbe stato interessante iniziare ad usarne almeno una!
I bar e i ristornati devono rispettare le norme, pena chiusura dell'attività. Indovinate; sono ammassati uno sull'altro parlando fitto fitto face to face, ovviamente senza mascherina, ma nessuno chiude nulla. Pullman stracolmi e treni superaffollati, ovviamente nessuno che indossi uno schifo di mascherina! Fino a dicembre qualche mascherina in giro si vedeva, dal primo dell'anno basta, anno nuovo vita nuova, niente mascherine per tutti!

Bene, anzi male visto che i morti in otto mesi, OTTO MESI  hanno raggiunto, la terribile cifra di 10440 e in un paese di dieci milioni di abitanti sono un numero impressionante. Ma voi pensate che qualcuno abbia deciso di fare qualcosa in merito? NO, anzi sì; hanno fatto uno nuovo decreto!  Quello fatto due settimane fa dichiarava che chi entrava nel paese dovesse avere il test RT-PCR negativo effettuato  72 ore prima della partenza. Quello appena emanato richiede il test più isolamento fiduciario obbligatorio in una struttura alberghiera stabilita dal governo, in cui dopo sette giorni si deve fare il tampone e se questo è negativo si più tornare nella propria abitazione. 

Sarebbe tutto ok ma... perché bloccare chi entra nel paese con tampone negativo e lasciare gli autoctoni senza mascherina senza distanziamento? Praticamente io che ho sempre rispettato le regole vengo penalizzata solo perché qua nessuno lo fa? Come possiamo tornare in Italia per una decina di giorni per poi dover stare in albergo, in quello che indicano loro, per di più a spese nostre, per colpe non che non abbiamo?

Viviamo in un perenne stato di no sense, qua peggio che in altri posti!
La rabbia se ne sta andando, il potere terapeutico del blog sta facendo effetto... spero di non aver innervosito nessuno e se l'ho fatto chiedo scusa ma mi devo sfogare in qualche maniera no? 
In verità un altro modo ci sarebbe, ma rischierei la galera, perciò limitano i danni va!

Ciao ne!!

EDIT:
Mi sono scordata di dire che tra i no sense c'è; ad oggi la Tunisia non riconosce ai viaggiatori, la vaccinazione individuale come fattore di esenzione delle misure restrittive in ingresso.
-Viaggiare Sicuri

venerdì 23 aprile 2021

Padre Nostro (Video)


Io non sono religiosa ma ritengo che il Padre nostro sia una bella preghiera, cantata in questo modo poi prende un significato più... profondo!
 
Buon fine settimana a Voi!

Baba yetu, yetu uliye
Mbinguni yetu, yetu, amina
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe
Baba yetu, yetu uliye
Mbinguni yetu, yetu, amina
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe
Utupe leo chakula chetu
Tunachohitaji utusamehe
Makosa yetu, hey
Kama nasi tunavyowasamehe
Waliotukosea, usitutie
Katika majaribu, lakini
Utuokoe, na yule, milele na milele
Baba yetu, yetu uliye
Mbinguni yetu, yetu, amina
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe
Baba yetu, yetu uliye
Mbinguni yetu, yetu, amina
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe
Ufalme wako ufike utakalo
Lifanyike duniani kama mbinguni, amina
Baba yetu, yetu uliye
Mbinguni yetu, yetu, amina
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe
Baba yetu, yetu uliye
Mbinguni yetu, yetu, amina
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe
Utupe leo chakula chetu
Tunachohitaji utusamehe
Makosa yetu, hey
Kama nasi tunavyowasamehe
Waliotukosea, usitutie
Katika majaribu, lakini
Utuokoe na yule msiba milele
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe
Baba yetu, yetu, uliye
Jina lako litukuzwe

Baba Yetu è il Padre Nostro in lingua Swahili
Composta da Christopher Tin ed eseguita da Ron Ragin ed il Soweto Gospel Choir.


martedì 20 aprile 2021

Un million de fois!

 


Lo troviamo sempre lì, fermo, al semaforo.
E' un uomo o meglio un nonno come noi amiamo chiamarlo. Sembra che abbia una novantina d'anni ma forse ne ha di meno, difficile stabilire l'età in questo paese dove si invecchia precocemente e... vende fazzoletti. E' alto un metro e una banana, i baffi bianchi e la shashia in testa.
Se ne sta li in piedi, il bastone in una mano e due pacchetti di fazzoletti nell'altra. Nella giacca, più grande di due taglie, ha due grosse tasche dove, immagino, tenga la mercanzia da vendere.
Quando le auto si fermano si avvicina mostrando i fazzoletti, se qualcuno dice di no lui ringrazia sempre mettendo una mano sul cuore, come è uso nelle persone della sua età. Ha sempre il sorriso sulle labbra, amore negli occhi e pace nel cuore. 

Vedendo questa scena mi sono ricordata di quando vivevamo a Biella e se ci si fermava al semaforo, quello prima della stazione. Li c'era un ragazzo che quando ci fermava
esordiva con : che, c'hai un euro? Se gli rispondevamo di no lui ci copriva di pesanti insulti.

Il nonno invece è li, dopo una vita di sacrifici a vendere fazzoletti e ringraziando chiunque anche se nessuno compra nulla. A volte lo vedo seduto sul marciapiede con la testa bassa, ma appena qualcuno si ferma ecco che il suo bellissimo sorriso torna ad illuminare il suo viso! A volte però non lo vediamo;  dov'è il nonno oggi? ci chiediamo preoccupati. Temiamo sempre possa star male, ma quando la settimana dopo lo rivediamo tiriamo un sospiro di sollievo.

La povertà non lo ha reso arrogante ne tanto meno pretenzioso, lui ringrazia sempre e alla fine augura salute e serenità a chiunque... un million de fois!

lunedì 19 aprile 2021

Nell'amore... (Filosofia Theravada)

 
Dhanly

Un giorno un uomo saggio disse:
 "Se apriamo le mani, possiamo ricevere ogni cosa. Se siamo vuoti, possiamo contenere l’Universo." 
 
Crescere nella gioia e nella bellezza è possibile, ma a volte perdere qualche certezza, sentirsi soli o in uno stato di mancanza, per quanto doloroso, può essere una porta verso l'infinito. Verso un Io più ampio, che, pian piano, può arrivare a contenere tutto e infine, dissolversi e risolversi nell'eternità di un istante. 

Vi auguro una giornata unica, ma soprattutto aperta all'ignoto...

Nell'Amore

Dhanly 

Samgha filosofico Buddista Theravada 

Samgha Facebook  

Mestro Chen LB

venerdì 16 aprile 2021

Mica è finita, che vi credavate! Un altro ops!

L'altro giorno ho fatto una bella chiacchierata, lunga più di due ore, con mia amica Lilia, una dolcissima ragazza messicana conosciuta nella mia esperienza brasiliana. Oltre ad essere una persona fantastica lei capiva come ci si sente in terra straniera!  

Ripensando a lei oggi mi sono ricordata questo.
Eravamo un gruppo ristretto di amici  (sei) e alla prima festa nel residence dove viviamo decidiamo di partecipare!
Ci andiamo ma in effetti non conosciamo nessuno, allora ci sediamo e rimaniamo a guardarci attorno! Ed ecco che lo sguardo mi cade sul figlio di Esmeralda, l'altra amica nostra. Si tratta di Fabio che vedo parlare fitto fitto con un amico. Dentro di me penso che è davvero bello aver un amico così, qualcuno a cui raccontare tutto e ridere insieme! Infatti loro sembrano divertirsi un sacco! Ridono davvero come matti!
Fabio sembra accorgersi del mio sguardo, mi saluta con la mano e si gira verso il suo amico. Probabilmente gli sta chiedendo se vuole conoscerci... a quanto pare sì, infatti insieme si avvicinano:
-Hola menina ! Ti diverti?-
-Sì abbastanza dai, ma mai come vi divertite voi, sbaglio?!-
-Ahahahah hai ragione! Ti presento Carlos un mio caro amico!-
-Si vede che siete cari amici, vi divertite davvero un sacco... che poi a vedervi chiacchierare cosi fittamente, più che amici sembrate... amanti!-
-Davvero?- Mi chiede Carlos girandosi a guardare Fabio- Ma sì potrebbe essere!-
E se ne van via abbracciati continuando a ridere!

Quella sera non abbiamo fatto amicizia con nessuno, ma è successo qualcosa che non me la farà dimenticare, mai più!

Un giorno, giusto per rompere la monotonia, Mario e Lilia decidono di sposarsi, ma non c'è tanto tempo... devono farlo entro venti giorni prima che scada il Visto di permanenza di lei! O si sposano dentro i tempi o lei dovrà rientrare in Messico.
-Ok, posso organizzarlo io... Ma sì, ce la posso fare!- Butto li senza saper nulla di matrimoni!
-Davvero? Sei sicura? L'hai mai fatto?-
-Sì- sì- no... ma so per certo che ce la possiamo fare!-
Ed è così che in una settimanai troviamo il vestito, il catering, le scarpe, le bomboniere, il salone e le partecipazioni!
Nel frattempo:
-Ok, ma dove volete sposarvi?-
-Possiamo farlo al Cartorio... che dici, andiamo a vedere come si deve fare?-
Andiamo al Cartorio che altro non è che un ufficio notarile ma... molto molto pubblico. Assomiglia a un ufficio Inps con sediolini di plastica ma molto molto più squallido! Che tristezza...
-Buongiorno signorina... se uno volesse sposarsi, come deve fare?- Chiedo io che ormai sono entrata in pieno nel ruolo della Wedding Planner...

mercoledì 14 aprile 2021

Ops!!

Ieri sera vado a letto e mi metto a leggere. Da anni ormai uso gli occhiali da lettura, la vista sta pian piano peggiorando. Ho pensato di andare da un oculista per fare una visita... non è urgente ma è in programma.
Ok, sono li che che leggo mi vien sete, mi alzo e vado a bere. Torno a letto mi rimetto gli occhiali ma non vedo bene. Ma cos...  Mi do una sfregatina leggera agli occhi ma nulla.
Faccio la prova: chiudo il destro, tutto bene, chiudo il sinistro e... non vedo più una beata nespola , è tutto sfuocato! 
Ma porco di quello schifo! (In verità ho usato un'altra espressione) Mi sa che la visita dall'oculista dovrà essere prima di quanto pensassi!
Metto via il libro perché non riesco più a leggere nulla e mi metto a dormire!
 
Questa mattina al risveglio faccio la prova della vista, mi rimetto gli occhiali e... niente da fare, dall'occhio sinistro non ci vedo proprio più! La cosa mi fa incazzare perché non posso più leggere, m&r*@!
Faccio colazione rimuginando sul fatto... ma che nervi però!
Vabbé, mi dico, inutile che sto qua ad incazzarmi, meglio che faccio qualcosa, e così vado a rifare il letto.
Son li che sprimaccio il lenzuolo e vedo qualcosa che si muove...
Oh tranquilli, niente di pericoloso, era solo la lente sinistra dei miei occhiali!
Ops... 😂 😂 😂

 

lunedì 12 aprile 2021

Viaggiate!




Viaggiate che se no poi diventate razzisti
e finite per credere che la vostra pelle sia l'unica ad avere ragione
Che la vostra lingua è la più romantica
Che siete stati i primi ad essere i primi 

Viaggiate
Che se non viaggiate poi non vi si fortificano i pensieri
Non vi riempite di idee
Vi nascono sogni con le gambe fragili
E poi finite per credere alle televisioni
E a quelli che inventano nemici
Che calzano a pennello con i vostri incubi
Per farvi vivere di terrore
Senza più saluti né grazie né prego né si figuri

Viaggiate
Che viaggiare insegna a dare il buongiorno a tutti
A prescindere da quale sole proveniamo

Viaggiate che viaggiare insegna a dare la buonanotte a tutti
A prescindere dalle tenebre che ci portiamo dentro

Viaggiate che viaggiare insegna a resistere, a non dipendere
Ad accettare gli altri non solo per quello che sono
Ma anche per quello che non potranno mai essere
A conoscere di cosa siamo capaci
Sentirsi parte di una famiglia
Oltre frontiere, oltre confini, oltre tradizioni e cultura
Viaggiare insegna a essere oltre


Viaggiate che se no poi finite per credere
Che siete fatti solo per un panorama
E invece dentro di voi esistono paesaggi meravigliosi ancora da visitare
-Gio Evan

Viaggiate con la testa, con un libro o con una canzone. Non serve un mezzo per viaggiare... basta un cuore!

venerdì 9 aprile 2021

La mia The Silver Stone, che nostalgia!

Probabilmente non ne ho mai parlato qua nel blog. Voi mi conoscete da poco, ma non sono sempre stata una casalinga, in Brasile avevo una piccola attività tutta mia di creazione di gioielli semi-preziosi, si chiamava The Silver Stone!
E devo dire che andava abbastanza bene. Certo non sono diventata ricca ma mi dava da pagare l’affitto. E' durata circa due anni e poi... ci siamo trasferiti qua!

Non mi sto facendo pubblicità, qua in Tunisia non faccio nulla perché si fa fatica a reperire la materia prima per fare ciò di cui ero abituata a fare. A San Paolo invece era facile, hanno tante di quelle pietre preziose e semi preziose che c'è solo l’imbarazzo della scelta!
Consegnavo i miei lavori ovunque; Sud America, Europa e qualcosa anche negli USA!
Devo dire che mi manca tantissimo, passavo le ore a creare con tanta soddisfazione! A volte compravo gioielli già fatti, li disfavo completamente e ricreavo nuovi modelli ! Ho usato anche legno di cocco, cristalli, conchiglie e nastri per poter fare qualcosa di originale.
Il rapporto con le clienti poi era davvero forte, anche perché le coinvolgevo passo passo. Mostravo loro le pietre, i copri-perla, le monachelle, la catena e i ciondoli. Quando poi li montavo inviavo loro foto o video per chiedere se andava bene e facevo lo stesso per il prodotto finito. Io mi divertivo un sacco e loro sono sempre rimaste tanto soddisfatte!
Mi manca così tanto che ho già avvisato mia nuora di prepararsi ad andare a fare shopping, perché quando torno là voglio ricominciare!

Oggi sono qua per una botta di nostalgia e per condividere con voi parte dei miei lavori! Vi piacciono?