mercoledì 1 dicembre 2021

Non è che io ami di meno l'uomo, ma la Natura di più [cit]



 Ho appena finito di vedere Into the Wild... per la terza volta visto che le volte precedenti non lo avevo capito. Caspita, e quanto bisogna essere tonta per non riuscire a comprendere un film per ben due volte? Tanto a quanto pare! Tonta, cieca e un tantinello superficiale.

La prima volta che l'ho guardato è stato qualche anno dopo la sua uscita, poco dopo il mio ritorno da Santo Domingo e questo la dice lunga di quanto io (in qual momento) avessi appreso poco dalla mia avventura dominicana. L'ho guardato con superficialità liquidando Chris McCandless come un ragazzo capriccioso la quale scelta estrema gli è costata cara. Insomma, un film che ho dimenticato praticamente subito
Circa un mese fa, Netlix me lo presenta come -film che potrebbe piacermi-. Passo oltre ricordandomi quanto poco mi fosse piaciuto, ma Netflix che conosce bene i miei gusti non si arrende e me lo prospetta un'altra volta e un'altra ancora. Ok, visto che insiste accetto invito! A più dieci anni di distanza finalmente... l'ho visto!


Non è del film che voglio parlare ma del fatto che questo sia capitato proprio ora!
Poco alla volta sento che emozioni sopite si risvegliano; - Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l'avventura. La gioia di vivere deriva dall'incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell'avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso... Non dobbiamo che trovare il coraggio di rivoltarci contro lo stile di vita abituale e buttarci in un'esistenza non convenzionale...- Risentire questo concetto, che ho sempre sentito mio, mi ha provocato una consapevolezza incredibile! Dopotutto -l'essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze.- E non devo rifletterci molto per capire quanto io ne abbia avute davvero tante.

Chi mi conosce sa quanto io abbia sempre lottato contro la solitudine, anche quando vivevo in Italia. La mia era una continua ricerca di compagnia, anche se capivo che non era per me. Senza contare i pianti nella mia prima esperienza Brasiliana che mi hanno comunque accompagnato anche al mio rientro in patria. Ho sempre dovuto fare i conti con la vita,  questa mi ha messo sempre alla prova con ostacoli sempre più grandi e isolamenti sempre più profondi. - Ti sbagli se pensi che le gioie della vita vengano soprattutto dai rapporti tra le persone. Dio ha messo la felicità dappertutto e ovunque, in tutto ciò in cui possiamo fare esperienza. Abbiamo solo bisogno di cambiare il modo di guardare le cose.- Ed ecco che il mio sguardo cambia direzione! Quanto è vero, la gioia è ovunque, perfino in un fiore che sboccia ed io, nonostante ormai sia dicembre, li vedo ancora nascere nel mio giardino.

Ma non ancora soddisfatta delle grandi emozioni che il film mi ha trasmesso, ho deciso di leggere il libro scritto di Jon Krakauer... Into the wild. Wow, in quelle parole ho immerso l'anima capendo finalmente che- da due anni lui gira per il mondo: niente telefono, niente piscina, niente cani e gatti, niente sigarette. Libertà estrema, un estremista, un viaggiatore esteta che ha per casa la strada. Così ora, dopo due anni di cammino arriva l'ultima e più grande avventura. L'apogeo della battaglia per uccidere il falso essere interiore, suggella vittoriosamente la rivoluzione spirituale. Per non essere più avvelenato dalla civiltà lui fugge, cammina solo sulla terra per perdersi nella natura selvaggia.- Dopo aver sentito queste parole resto basita ed estasiata... non riesco neppure a descrivere ciò che provo!

Ma ancora non mi è bastato... così ho letto anche il libro scritto da sua sorella Carine; Into the wild truth. Anche qua sono rimasta colpita da quelle verità nascoste nel libro di Jon.  Sicuramente, come ha scritto Carine,  lo ha nascosto per pudore, per vergogna o per estrema clemenza verso due genitori che a mio dire, non meritavano nessuna delle tre. Scritto con il cuore in mano, senza timore di essere giudicata, raccontando la sua vita e quella di suo fratello nei minimi particolari. Ed ecco che ora capisco in pieno che quel "povero" ragazzo" di povero non ha nulla! -Chris misurava se stesso e coloro che lo circondavano secondo un rigido codice morale. Rischiava di incamminarsi su un sentiero carico di solitudine, ma trovava compagnia nei personaggi dei libri che amava, negli scrittori come Tolstoj, Jack London, e Thoreau. Per ogni circostanza sapeva trovare la citazione adeguata e non perdeva occasione per farlo.- Non si può dire che lui fosse un ipocrita. Certo, qualcuno ha scritto che bruciare i soldi per poi dover lavorare per avere la possibilità di continuare la sua avventura in Alaska, fosse quantomai insincero. Io invece l'ho visto come un rito di passaggio. Anche io mi ritrovo spesso a fare cose radicali, più di quanto la situazione richieda, ma a volte bisogna osare in qualcosa di insensato pur di raggiungere il proprio personale obbiettivo.

Oggi è stata la mia terza visione. Mi sono seduta davanti alla TV piena di informazioni per poter apprezzare in pieno la rappresentazione. E ho fatto proprio bene.
Così piena di emozioni, sono seduta davanti al pc che ancora corrono i titoli di coda col cuore a mille! Ancora frastornata da quel racconto dovo ho trovato citazioni che hanno colmato ancor di più il mio essere! Ho pianto immedesimandomi in  Chris mentre corre con i cavalli selvaggi  e si arrampica  libero o mentre la sua anima si perde al vedere ciò che lo circonda,  ma anche nel dolore per aver ucciso un alce per sfamarsi, così nella gioia nel disgelo e in tante piccole cose che lo rendevano davvero felice.
Nella sua gioia ma anche nei suoi dilemmi.- Perché, cioè, sai cosa non capisco? Io non capisco perché le persone, perché ogni cazzo di persona è così cattiva col suo prossimo, così spesso cazzo. Non hanno senso per me i giudizi, il controllo, tutto.- In questa rabbia mi ci sono trovata, così come nel suo dolore e nella sua ribellione.

Questo è il tempo del mio cambiamento. Quello che pensavo ieri sta già cedendo il posto a ciò che vivo oggi e quello che credevo sbagliato, ora lo considero giusto.  Ma cosa più importante sento che sta arrivando il tempo dove non ci sarà ne giusto ne sbagliato. Ci sarà solo un susseguirsi di emozioni che saranno senza giudizio alcuno. Che io sia sola o in compagnia, qui a o altrove, ci sarà sempre la consapevolezza di esserci in questa mia vita straordinaria!
 

-C'è un piacere nei boschi senza sentieri, c'è un'estasi sulla spiaggia desolata, c'è vita, laddove nessuno s'intromette,  accanto al mar profondo e alla musica del suo sciabordare: non è che io ami di meno l'uomo, ma la Natura di più. -

http://




lunedì 1 novembre 2021

Ah, ok...

Ieri  sulla stada di casa incontriamo una coppia. Lo scorso anno, più o meno in questo periodo, via messaggio ci avevano invitato a dei mercatini di Natale (?) che si tenevano in un hotel qui in zona. Le ho risposto che, "grazie ma, da come avrai capito noi non siamo tipi da mercatino e riflettendoci bene... non siamo tipi proprio da nulla". Ho chiuso il messaggio con un 😉.
Finiti i convenevoli tirano di nuovo in ballo la storia che un anno fa abbiamo rifiutato il loro invito. Io ribadisco (di nuovo) che non siamo per niente tipi da mercatino, non siamo mai andati nemmeno in Italia, figurati se andiamo qui! Al che lui ci dice: beh sì in effetti era un po' noioso, secondo me vi sarebbe piaciuto!  







venerdì 8 ottobre 2021

E che sono? Un mouse exterminator?

 


E' sempre lei, la mia vicina di casa, solo che ora ha cambiato emergenza!
Tutto è iniziato l'altra sera, alle 21 mi manda un messaggio:
-Volevo farti sapere che ci sono i topi, uno è appena entrato, fortunatamente il cane l'ha visto e l'ha rincorso facendolo uscire dalla vetrata del patio!-
-Cara, i topi ci sono da sempre, ieri ho visto il gatto ne aveva uno in bocca...-
-OMG, non posso farcela, dovrò tenere la vetrata del patio chiusa!!! Ringrazio dio che è uscito!-
- Io per fortuna ho le zanzariere ed è più complicato per i topi entrare, e poi ho il randagio che li tiene lontano, da te non viene perché il cane lo fa scappare!-
-Mi ha fatto passare la fame ed ora mi tocca buttare il cibo!!-
Sorvolo sul fatto di buttare il cibo e rispondo:
-Abitiamo in aperta campagna, è normale avere i topi che girano, bisogna fare un po' di prevenzione e pulizia..-
-Vorrei che sparissero tutti!!-
Le mando un emoticon sperando che mi lasci continuare la mia serata.

Il giorno dopo alle tredici mi scrive, di nuovo.
-Proprio ora ho visto un topo in casa!! Dietro il mio frigorifero!! Hai del veleno da darmi, te lo pago, please!!-
-No, non ne ho. Probabilmente sono in casa tua da qualche giorno...-
-Arrhhhh!! Ho messo il vischio col cioccolato, dietro al frigorifero!-
-Ok, va bene!-
-Ho tanta paura!!-
-Guarda, hanno più paura loro di te che te di loro 😉!-
-OMG, puoi venire a vedere la mia trappola e assicurarti che sia tutto a posto?-
Ecco, è in questo momento che inizia a salirmi la carogna... Son qua che sto cercando di terminare un ricamo su una maglietta sorseggiando un tè alla menta, le casse suonano della musica soft e questa mi chiede di andare a controllare una trappola per topi? Ciccia, ma che sei una bambina o una donna di 45 anni? Penso, ma rispondo;
-Scusa ma sto finendo un lavoro e non riesco a lasciare. Dai che va bene come l'hai messa, sta tranquilla!-
-MA IO HO PAURA!!-
-Tesoro, ma è solo un topo, come on!-
-Ma è un vero topo vivo!!!!- E' uscito da dietro il mio frigorifero e poi è tornato di corsa, ci ho messo delle trappole con il cioccolato, quanto ci vorrà prima che esca di nuovo?-
-Ma che cazzo ne so io- Ri-penso,  per poi, di nuovo, risponderle un semplice;
-Guarda, non lo so proprio...-

Questa mattina, le 7:30 circa, ho appena alzato la tapparella che mi arriva un messaggio, sempre lei!
-Hi Sara, sei sveglia?-
Cristo santo che rottura di palle, sono appena sveglia, non ho ancora preso un caffè e questa già rompe? Metto via il cellulare senza rispondere e faccio colazione come a solito. Purtroppo non riesco a farmi andare via il fastidio di tutto questa invadenza. Ad un certo punto, però, mi tocca rispondere.
-Dimmi...-
-Per favore, puoi venire due minuti, ho tanta paura che ho dormito sul divano e ho dormito a malapena. Il topo è uscito da sotto il mio frigorifero a mezzanotte, stava correndo in giro e poi è andato sotto la porta della mia camera... ho troppa paura di aprire la porta! 😭-
-Perdonami Cara ma io non so cosa fare. Non sono una sterminatrice di topi e credimi, i ratti fanno schifo pure a me! Che ti devo dire, chiama un disinfestatore, lui di sicuro saprà cosa fare.-
-Ok...-

Le ho messo il pollicione sperando che sia finita li. Ma due ore dopo mi manda un altro messaggio:
-Ho chiamato la signora che cura il giardino, è venuta ma non è riuscita a trovarlo 😢 😕haha xx-
Eh già, perché la signora del giardino è una specie di pifferaio magico tunisino che suonando il suo rastrello e tenendo il ritmo con la paletta, lo fa uscire dalla sua tana e lo accompagna da Alfredo Linguini che gli insegnerà a cucinare nel suo ristorante. Anton Ego lo conoscerà, adotterà l'intera colonia e vivranno tutti felici e contenti!

E io... sempre e solo mah!






martedì 28 settembre 2021

Basta chiedere che l’universo risponde!

 

Tornare non è stato facile, dopo due mesi in Italia con il mio Tomo sempre con me, la mia famiglia e i posti bellissimi hanno reso il mio ritorno abbastanza penoso... dopo due settimane mi sento ancora giù di tono.

Oggi però, mentre stavo spolverando mi cade l'occhio sulla scatola dei tarocchi di Osho. Mhhh, e se facessi loro una domanda, è tanto che non lo faccio... e così ho fatto.
Ho preso le carte e mescolandole  ho chiesto loro cosa potessi fare per uscire da questo viscido pantano nel quale mi ci son ficcata, le ho stese a ventaglio e ne ho scelta una. 

E uscita La solitudine! Wow, mi sono detta... e leggendo la spiegazione ho  ho capito il  perché della mia reazione;

-Quando vicino a noi non c'è qualcun altro che abbia rilievo, possiamo sentirci soli oppure godere la libertà che la solitudine porta con sé. Quando non troviamo alcun sostegno tra gli altri per le verità che percepiamo profondamente dentro di noi, possiamo sentirci isolati e amareggiati; oppure celebrare il fatto che la nostra visione e salda a sufficienza per sopravvivere al potentissimo bisogno umano di essere approvati dalla famiglia, dagli amici o dai colleghi.

mercoledì 22 settembre 2021

See you leter ❤

 


-Senti... io ora devo mostrare alla signora che è venuta ad aiutarmi, dove buttare la spazzatura, se vuoi ti chiamo più tardi...
-Guarda, devo fare ancora le valigie e sistemare casa, ora ti lascio tranquilla che mi sembri stanca... ci sentiamo un'altra volta?-
-Sì, forse è meglio, in effetti sono tanto stanca... e quasi vado a farmi un pisolo, ma tu mandami un messaggio appena mi attracchi a Palermo. Ah, mia figlia mi sta dicendo che quando sarai in Italia mi accompagna e ti veniamo a trovare... che dici? E poi a settembre ho intenzione di accettare il tuo invito e vengo in Tunisia! Ma dai, ne parliamo quando ci vediamo, ok?-
-Tutto quello che vuoi gioia! Non vedo l'ora di abbracciarti! A presto allora! Ciao Tesoro!-
-Fatti sentire mi raccomando! Ciao Morbida!-

Parto il 18 luglio notte e il 19 pomeriggio arriviamo a Palermo. Appena ho la connessione mando un messaggio; Arrivati a Palermo, Noi ci sentiamo quando arrivo a Bergamo!! ❤❤
Il messaggio è inviato ma vedo che non arriva a destinazione, non mi preoccupo, non è la prima volta che succede.

Inizia la risalita verso Bergamo. Ci fermiamo a Tropea, è mezzanotte e controllo i messaggi, niente, il messaggio non le arriva.

La sera dopo sono a Bergamo e prima di andare a letto ricontrollo... non è cambiato nulla. Sono le 21 e provo a chiamare... il telefono risulta staccato. Decido così di installare Facebook. Il primo post che vedo è un tag... Ti ho conosciuta ed è stato amore, per il tuo modo di fare e di dare ❤. Questa notizia non la volevo! Riposa in pace dolcissima Luce...
Ecco... è successo ciò che nei mio profondo temevo, piango.

Io e Luce ci siamo conosciute tramite il forum di Focus. Erano soliti fare dei raduni, io  ero appena tornata dalla Repubblica Dominicana e mi sentivo sola, così all'ennesimo invito ho deciso di accettare.
Ci siamo prese subito io e Luce! Lei è quella che mi chiamava tutte le sere quando ero a Udine per l’incidente di nostro figlio. Ci siamo perse quando sono andata in Brasile ma ci siamo ritrovate. Lei è quella che due giorni dopo l'infarto del Tomo mi chiama perché sentiva che c’era qualcosa che non andava, quella che parlava del suo cancro come se fosse solo un vicino fastidioso.

Luce è morta e con lei se ne andata  l’ultima amica della mia vita italiana.
Ieri era il suo compleanno, ho preso in mano il telefono, volevo farti gli auguri, avremmo chiacchierato almeno per un ora, avremmo riso e lei alla prima occasione mi avrebbe dato della stronza. Invece ho pianto, tanto. Le ho detto ciò che pensavo e l'ho lasciata andare. Mi mancherà tanto!

La saluto e ancora sento la sua voce  dirmi; ciao Morbida!



lunedì 13 settembre 2021

Io .. non so che dire!

 


Questo è il posto dove siamo ora per fare il tampone per poter partire. Siamo seduti su gradini di cemento in mezzo alle motociclette parcheggiate del personale. C'è una ragazza che urla i numeri di prenotazione. Uno addosso all'altro in barba al distanziamento

Quelli in primo piano nella foto sono stranieri tedeschi e vicino a me ci sono due ragazzi francesi.. che dire; mi sto vergognando da morire!

lunedì 23 agosto 2021

Una freschissima scoperta!

Nei giorni scorsi abbiamo voluto andare alla scoperta di posti meno noti. Così ci siamo imbattuti in Rasiglia

Il link dice tutto, io mi limito a mettere le foto che, come sempre, non rendono l'idea della bellezza di questo suggestivo borgo!

mercoledì 18 agosto 2021

Tanti Auguri Daigor!

 Questo video l'ho fatto nel lontano 2011, circa due anni dopo quel terribile incidente una sorta di percorso nella sua rinascita... sono passati tanti anni ma amo ricordare quanto siamo stati fortunati a superare anche questa!

La traccia audio non è delle migliori ma in quel video c'è tutto l'amore che provo!

 
Traduzione

Tutti questi segni sul mio viso raccontano la storia di chi sono cosi tante storie di dove sono stata e come sono arrivata dove sono. 

Ma queste storie non significano niente quando non hai nessuno a cui raccontarle...

E' vero, io ero fatta per te! 

 Ho scalato le cime delle montagne, nuotato per l'oceano blu. Ho attraversato tutte le linee e ho rotto tutte le regole... Ma piccolo, io li ho superati per te... perché anche quando ero distrutta tu mi facevi sentire bene, si lo fai !

 Perché anche quando ero al verde tu mi hai fatto sentire come un milione di dollari!

E' vero io ero fatta per te! 

Vedi il sorriso che è sulla mia bocca sta nascondendo le parole che non escono e tutti i miei amici pensano che io sia felice loro non sanno che la mia testa è in confusione... no, loro non sanno chi realmente sono e loro non sanno in che situazione ero ma tu si! 

Ho capito come si fa ed è stato fatto per te... 

e io ero fatta per te... 

 Tutti questi segni sul mio viso raccontano la storia di chi sono cosi tante storie di dove sono stata e come sono arrivata dove sono. Ma queste storie non significano niente quando non hai nessuno a cui raccontarle... 

E' vero, io ero fatta per te!

E' vero, io ero fatta per te!

sabato 7 agosto 2021

L'anniversario più importante

 

 
Trentasette fa ancora non sapevo che su quella spiaggia ti avrei incontrato, ma già quel mattino, una strana emozione già mi prendeva, chissà cos'era, forse aspettativa?
"Posso sedermi a farti compagnia?"mi hai chiesto. Diciamolo, una frase davvero banale per quella che sarebbe stata una grandissima storia d'amore!
 
Quante ne abbiamo passate vero? Quando la malattia e la miseria ci ha colti, eravamo giovani e impreparati, ma mano nelle mano siamo riusciti comunque ad andare avanti.

Ti ricordi quando ci
guardavamo negli occhi e ci chiedevamo: e adesso... che facciamo?
Ma io sapevo che avremmo trovato una soluzione! Se ci penso, fin dal primo momento l'ho capito! Capito che con te sarei sempre stata al sicuro, che ti saresti sempre preso cura di me. 
E l'hai fatto sempre, con fatica e rinuncia, sacrificio e abnegazione.

 Certo... a volte ti sei perso, ma in quei momenti mi hai guardato e seguito la luce che ti mostravo e se ti dicevo 'ho bisogno di te, 
tu mi rispondevi "eccomi!". 
Sempre di più mi rendo conto di quanto amore provo per te, di quanto tu sia importante, prezioso e insostituibile. 

Tenendomi legata mi hai lasciato correre, libera quel tanto per far si che mi rendessi conto che non potevo farlo senza di te, libertà che senza di te era prigione, un aquilone che senza corda sarebbe perduto.
 
Quella sera mentre passeggiavamo sulla spiaggia mi chiedesti; posso tenerti la mano? E fu proprio in quel momento che mi innamorai di Te

Buon anniversario Tomino bello!

giovedì 5 agosto 2021

Sono in convento!!

Volevo qualcosa di diverso e il mio tomo mi ha trovato un convento!

Si tratta del Monastero di Santa Maria di Betlem a Foligno . Un convento relativamente giovane ma che comunque ha il suo perché. Siamo stati accolti da una suora simpatica e molto gentile. Ci ha accompagnato nella stanza e ci ha mostrato tutto. 

Poi, mentre Tomo si riposava sono uscita a curiosare. Io non sono religiosa ma amo i luoghi religiosi perché pieni di bella energia. Secondo me è perché frequentati da persone con fede e la fede produce energia... Ecco perché qua si respira un'energia pulita e molto luminosa! Sono qua sotto l'albero e mi sento connessa con l'universo, non è meraviglioso?

Bene, ora torno in stanza e mi preparo per la cena!  

Ciao ciao!!












lunedì 2 agosto 2021

I nostri giringiro! ❤️

 Tra strade chiuse per lavori e deviazioni siamo finiti su strade sconosciute. E si sa che quando ci si perde si scoprono incredibili panorami e angoli di una bellezza da togliere il fiato. Purtroppo le mie fotografie non rendono la reale bellezza... ma credetemi se vi dico che questi posti sono davvero meravigliosi!

Montisola Lago d'Iseo


Bianica-Tavernola Bergamasca



Santuario Madonna di Cartinica Tavernola Bergamasca




Bianica-Tavernola Bergamasca



mercoledì 28 luglio 2021

Siiiiiiiiii!!! ❤️

 Sì sì sì, oggi mi sono vaccinata!!

Giuro non pensavo di provare tanta felicità! Felice per me ma anche per essere riuscita a realizzare un dovere civico così importante! Non so... ha il sapore di cose ben fatte! Siete d'accordo con me? 😃

Felicissima me!!



Ps. Vi chiedo perdono ragazzi, non sono più venuta a trovarvi... prometto che al mio ritorno in patria recupero tutto!

martedì 27 luglio 2021

Ciarlare in libertà!

Panchina gigante Colli San Fermo!

Io che ciarlo senza sosta pensando che il mio Tomo cercasse l'inquadratura giusta... e invece guarda lì quanto parlo!










Speriamo di vedere costruite molte altre Grandi Panchine per farci sentire di nuovo bambini quando ci arrampichiamo su di esse, e che nuovi visitatori arrivino in questa zona per godersi la vista spettacolare del paesaggio
– Chris Bangle.

lunedì 26 luglio 2021

La sera prima c'era stato un temporale.


 

La sera prima c'era stato un temporale.
Veramente per tutto il mese  il cielo aveva buttato tanta acqua,  un luglio freddo e piovoso a dispetto di quelli che, tempo prima, avevano detto che la scelta del giorno era sbagliata...

-Troppo caldo e i tuoi ospiti non saranno contenti!- Mi dissero in molti, ma noi non abbiamo ascoltato, quando mai lo abbiamo fatto!

Sono le sette di mattina e per prima cosa corro alla finestra. Scosto le tende che rendono buia la mia stanza e vedo che il sole è già alto, il cielo è terso, di un azzurro da togliere il fiato! Apro le finestre e l'aria che entra sa di pulito e fresco.... bello!
Suona il campanello e mamma fa entrare l'acconciatrice, il vociare al piano di sotto me lo conferma.
Mi attardo ancora un attimo in quella che è stata la mia stanza per gli anni dell'adolescenza.
Guardo il cuscino che ha asciugato tante lacrime e ascoltato tanti sospiri. Su quella scrivania ho scritto il mio diario, sdraiata sul quel letto ho aspettato  le sue chiamate e ascoltato la musica quando lui non c'era.
In quella stanza lui non c'è mai entrato, ora sorrido  al pensiero dei divieti che c'erano in quell'epoca lontana.
Mia  sorella non c'è, dev'essere giù con mamma, ora questa stanza resterà tutta per lei... con sua grande gioia! 
Di sotto sbatte una porta, ora anche mio padre è in casa, sento che parla con mio fratello. Voci che ho sentito per tanti anni, e che non sentirò più. Si ride, è una bellissima giornata e i cuori sono allegri c'è davvero di che festeggiare!

Mi giro e vedo il mio vestito sulla gruccia, un vestito bianco di cady di seta e pizzo, e li vicino sul comodino i fiori che metterò nei capelli, ed ecco che  l'emozione inizia a prendermi!

Il pensiero corre a lui che ha deciso di condividere il resto della sua vita con me. Anche lui come me crede al "per sempre". Il nostro è un amore puro, puro nel vero senso della parola, ci siamo mantenuti così aspettando la persona giusta e  il grande giorno, anche questo mi da emozione e in fondo anche un poco di paura.
Lo amo tanto e le mie aspettative sono alte. La vita mi darà modo di scoprire che le aspettative alte richiedono anche molto impegno e la stessa mi darà la prova che la scelta è stata quella giusta!

Sento profumo di caffè, ora devo scendere, la mia famiglia mi sta aspettando.. mi concedo un ultimo sguardo e non un ultima emozione... tra qualche ora mi sposo!

Da quel giorno sono passati ben 35 anni... tanta roba vero? 

Auguri di buon anniversario Tomino bello!

 

domenica 18 luglio 2021

Ancora non ci credo!!




Dopo svariate cancellazioni e cambi di data finalmente stiamo partendo per l'Italia! Ancora non ci credo! Sono così disillusa che ho paura che ci facciano scendere per un qualsiasi motivo!

 Giuro, non vedo l'ora di sentire la vibrazione dei motori in modalità  "avanti tutta"! 🤞🤞🤞

lunedì 12 luglio 2021

Non c'è pace....

 


La disgrazia in questo paese non ha fine. Le persone stanno cadendo come foglie in autunno causa covid. Ieri abbiamo raggiunto la spaventosa cifra di 150 morti al giorno con 7712 contaminazioni in un paese che ne ha poco più di 11 milioni di abitanti. Per intenderci in Italia i nuovi casi sono stati 888.  Per controllare i confini dei governatorati hanno richiesto l'intervento dell'esercito (e credetemi se dico che è preoccupante quando un paese è appena uscita da una dittatura) ma questo non serve a nulla, loro continuano ad incontrarsi, celebrare matrimoni e pregare tutti assieme senza protezioni. Il mio stesso padrone di casa ha un paio di famiglie qua a passare le ferie!

Ma come se non bastasse tutto ciò ora manca anche l'acqua,  da ben due giorni e in altre parti della città manca da quattro. Non so quando ritornerà perché, da quel che si dice di acqua non ce n'è più.
Per mia fortuna ho fatto esperienza in Repubblica Domenicana ed ho affinato la tecnica così tanto che non me la sono ancora dimenticata. Qui non c'è il Rio dove andare ad attingere l'acqua ma per grande fortuna abbiamo il pozzo. Mi sono già attrezzata con secchi, bottiglie i bidoni da tenere sopra il lavandino. Per il water c'è sempre il vecchio secchiello. Per le docce torneremo a lavarci col pentolino, come ai vecchi tempi! Ma per chi il pozzo non ce l'ha? Come si può in piena pandemia non avere l’acqua, com'è possibile? Giorni fa  i giornali parlano di catastrofe sanitaria, sinceramente pensavo che esagerassero, ma ora come ora la parola "catastrofe" sta assumendo un concetto ben peggiore. 

Io non so davvero più che dire, questo povero paese affonda sempre di più e il peggio è che non hanno la minima capacità di tirarsene fuori...  e per quanto io faccia la spavalda,  questo mi dispiace davvero tanto!

sabato 10 luglio 2021

Iza Ngomso (Video)

Una preghiera il lingua  Xhosa




La pioggia tornerà alla nuvola
Le nuvole faranno cadere la pioggia
Mi arrampicherò
Su campi e pascoli verdi
Le navi dipinte galleggiano alte nell'aria
Come un uccello volo
Mi tengo aggrappato al vento
Come un uccello volo
Mi tengo aggrappato alle mie ali
Vieni domani
La pioggia sarà chiara
Possa essere domani
Il giorno sta arrivando
Io volo e nuoto in tutte le terre
Mi sto aggrappando al vento
Sulle sabbie del deserto, sul golfo e sulla baia
Come un uccello volo
Come un uccello canto

🙌
 

Per vedere il video visualizza versione web

giovedì 8 luglio 2021

Voglio sognare di perdere qualcosa ma di ritrovarla

 


Niente di allegro oggi, solo riflessioni e punti di partenza.

Da parecchie notti faccio solo incubi, mi sveglio alla mattina tutta rotta, come se avessi lavorato tutta notte! Mi sveglio così rattrappita che quando mi stiracchio mi fa male ovunque. Per fortuna non devo andare al lavoro perché mi alzo più stanca di quando sono andata a letto.
Di cosa si tratta? Nei miei incubi perdo tutto, perdo cose. Perdo mezzi, opportunità, persone.
Ogni santa notte perdo qualcosa... In un supermercato ho perso la borsa, poi un’altra volta ho perso mio marito, poi ho perso un indirizzo, ho perso un appuntamento, ho perso un aereo, ho perso vestiti, documenti, scarpe e lezioni di matematica. Questa notte ho sognato di perdere mio figlio ed è stato il peggior incubo di sempre.

Sono andata a leggere qua che volesse dire e ne è venuto fuori un vero e proprio disastro emozionale.

Spesso sognare di perdere qualcosa porta sensazioni ambivalenti: ci si può sentire in colpa per avere perso qualcosa di prezioso, si può sentire l’angoscia per il senso di possesso frustrato oppure sentire sollievo per essersi sbarazzarti di qualcosa che non si desidera più o la cui presenza è divenuta inutile e ingombrante (cosa che non si ammetterebbe mai).

In effetti quest'anno ho perso tanto; amici, sicurezza, libertà, autostima. C'è stato l’infarto del mio Tomo, una pandemia, e la reclusione,  ma soprattutto ho peso il controllo su tutto. Da quando ho memoria ho sempre avuto la mania del controllo e in verità  l'ho sempre saputo. Infatti mi aspettavo che prima o poi avrei dovuto farci i conti.
Ho sempre creduto che le cose arrivano per insegnarci qualcosa, tutte le esperienze che viviamo servono ad una crescita personale  ma se la lezione non si impara subito, questa va via via peggiorando finché, nell’esasperazione, noi non apprendiamo gestire meglio al nostra vita.

Sono sogni legati allo stress, alla fretta, alla paura di non avere il controllo sulla propria realtà ed hanno il potere di provocare grande paura e grande ansia.

Ecco, io ho perso il controllo sulla mia vita, tutto questo caos ha fatto si che io non abbia il controllo su nulla. Le giornate vanno come vogliono e io ora devo imparare a lasciare andare.  Tra una settimana potrò tornare in Italia? Non lo so. Lo spero, ma non lo so. Riuscirò a fare il vaccino? Non lo so. Riuscirò a farmi qualche giorno di ferie? Non lo so. A dicembre potrò finalmente rivedere mio figlio? Non lo so! Portò portare alla fine i miei progetti? NON LO SO, NON LO SO, NON-LO-SO! 

Non so più nulla e il programmare non è più un lusso che posso permettermi. Sono consapevole che i problemi sono altri ma questo è un mio problema che devo assolutamente risolvere. La mania del controllo ha scombinato fin troppo la mia esistenza ed ora è arrivato il momento di mollare il colpo.

Anche questi sogni sono legati al bisogno di emergere nella società e di realizzarsi
attraverso attività riconosciute ed approvate, ma spesso indicano anche la necessità di
evadere dalla routine o di dare spazio ad aspetti di sé rinnegati e anticonformisti.

Devo imparare a riempire i miei spazi di me, di riconoscere le mie capacità senza il bisogno che qualcuno lo sottolinei. Devo riprendere in mano la mia realtà e lasciare che il mondo faccia ciò che vuole, tanto io non posso fare  nulla se non la mia parte.
Devo sfruttare il mio tempo in qualcosa di costruttivo. Ma non in senso materiale ma in qualcosa di spirituale, di più profondo... ora non ho più scuse!
So che tra un paio di anni vedrò questo periodo con un’epoca di grandi cambiamenti e di crescita ma io non voglio aspettare tanto, io voglio farlo da subito. Voglio imparare a vivere senza mania di controllo e voglio imparare a respirare senza sentire dolore e voglio vederlo ora. Lo devo a me stessa!

Voglio sognare di perdere qualcosa ma di ritrovarla

E’ un’immagine frequente quanto quella di sognare di perdere qualcosa ed attiene alla fase di simbolica rinascita e di nuova creatività che può verificarsi dopo il senso di perdita e di vuoto.

Sono sogni positivi ed incoraggianti che portano in evidenza le risorse del sognatore che non è stato annientato dalla paura e dall’angoscia della perdita, ma che ha saputo reagire e ritrovare nuova forza e un nuovo significato in quello che sta vivendo.


giovedì 1 luglio 2021

Ma...

Sabato sono andata a fare spese. Ho perso parecchi chili e ora ho davvero  bisogno di comprarmi qualcosa. Per fortuna negli shopping c'è l'obbligo di mascherina!

In vetrina vedo una maglia stupenda. Beige con un paesaggio tunisino che sembra un dipinto ad acquarello, bella davvero! Entro e vedo di trovare la mia taglia. Giro tutto il reparto ma non trovo nulla. Allora chiedo alla commessa se c'è qualcosa. Mi dice di aspettare che va in magazzino. Torna e mi dice che c'è solo quella in vetrina. Ok, dico io, mi piace tanto e va bene pure quella. La misura sarebbe quella giusta ma prima di togliere quella dal manichino mi chiede di provare una dello stesso modello ma con un disegno diverso. Va bene, la prendo e vado nel camerino a provarla; perfetta!

Esco dal camerino e la ragazza mi sta aspettando. Va bene? chiede lei, sì sì, perfetta rispondo io. Bene mi dice... A quel punto lei si gira e se ne va! Cioè se ne va proprio... dal negozio, senza nemmeno girarsi... e io rimango come una deficiente con in mano una maglietta che non volevo! 

Ancora mi chiedo dove sia andata, se mai sua tornata ma soprattutto mi chiedo ... perché?




martedì 29 giugno 2021

Oggi Dhanly V parla delle minestre, tipiche della tradizione cinese!

 


Lo studio sull'alimentazione, in Oriente ha origini antichissime. Dietetica e medicina da sempre viaggiano sugli stessi binari poiché è storicamente riconosciuto il potere dell'alimento nel contribuire al benessere dell'uomo.
Da millenni, di generazione in generazione sono state codificate alcune pietanze in grado nutrire e al contempo costituire rimedi contro i più comuni problemi di salute.
Oggi Vi parlo delle minestre, tipiche della tradizione cinese...

Da tempo immemore viene fatto ricorso all'uso di minestre medicate per rallentare il processo di degenerazione fisica data dall'invecchiamento degli organi vitali.
Le prime ricette di cui si ha testimonianza pare che risalgano al periodo storico chiamato "Primavere e Autunni" (770-476 a.C.).
Si tratta solitamente di minestre di cereali a cui vengono aggiunti altri alimenti e rimedi allo scopo di ottenere dei piatti che siano utili dal punto di vista nutritivo e contemporaneamente anche da quello preventivo e terapeutico.

Il riso è certamente il cereale più usato, sia per il gusto, apprezzato dalla maggior parte della popolazione, sia per il suo eccezionale equilibrio energetico (se integrale).
Si usa molto anche il riso glutinoso (è chiamato così ma non contiene glutine) e il riso rosso . . .
Vecchio Oriente, tra i suoi scaffali propone alcuni tipi di minestre: note ricette all'interno della cucina cinese, utili nel rigenerare l'organismo.
La quantità di elementi utili alla preparazione della zuppa vanno versati in circa otto tazze di acqua e fatti sobbollire per due ore. 
Questo processo permette l'estrazione di tutte le proprietà di ogni singolo seme, radice o frutto presente nella confezione.

Una di queste zuppe ad esempio contiene:
-Il Fungo bianco o tremella: è adatta per curare tosse ed eventuali infiammazioni alle vie respiratorie, idrata il corpo, è adatta ai diabetici. Rafforza lo stomaco, umidifica l'intestino quindi è utile in caso di stitichezza. E' immunostimolante e abbassa la temperatura corporea negli stati febbrili.
-Discorea: è una radice con potenti proprietà antinfiammatorie. Tonifica il fegato, promuove la diuresi, aiuta ad espellere l'eccesso di umidità e la sensazione di freddo, è adatta in caso di dolori articolari, dermatiti ed eczemi.
-Poligono: è una radice che tonifica e nutre i reni, aiuta l'eliminazione delle tossine. Possono trarne particolare giovamento coloro che soffrono di dolori articolari o dolori nella regione lombare. E' adatta in caso di anemia, insonnia, vertigini, vista offuscata. E' ottima per curare problemi di acne e abbassa il colesterolo ematico. 
-Semi di albicocca: utili nella cura della tosse, antipertensivi, aiutano a proteggere il fegato dalle cellule cancerose, sono adatti in casi si asma.
-Datteri secchi: nutrono il sangue, il canale del cuore e tonificano i polmoni. Sono particolarmente adatti alle donne in menopausa o a coloro che manifestano un ciclo irregolare.
Io l'ho cucinata, con l'aggiunta di riso, dei fagioli azuki , un porro per insaporire e un poco di salsa di soia a fine cottura. L'ho trovata gustosa. Mi ha saziato, pur risultando un piatto molto leggero!

Trovo interessante constatare come anticamente siano state studiate pietanze semplici, di facile preparazione, in cui ogni ingrediente doveva avere un ruolo specifico. Costituivano un pasto completo, in grado di dare il giusto nutrimento a tutto il corpo, a tutti quei microelementi di cui non ci si cura, ma che in ogni istante svolgono per noi miliardi di azioni.
E' grazie a loro se la nostra vita continua, se ci è possibile realizzare i nostro sogni, raggiungere le mete che ci siamo prefissati.
Nutrirsi come manifestazione del grande Rispetto che la Natura merita e che noi, come parti di Essa, meritiamo. 

Il Maestro mi Insegna a non uccidere, potendo scegliere, per nutrirmi; mi insegna a cercare cibi sani, evitare eccessi e privazioni.
L'obiettivo di un'alimentazione sana ed equilibrata non è quello di vivere più a lungo possibile, bensì fare in modo che la nostra materia, il prezioso strumento che è il corpo, sia efficiente e possa manifestare una grande forza utile al nostro Io per realizzare e praticare il Bene fino all'ultimo respiro.

Vi auguro un sereno pomeriggio !
Dhanly

sabato 26 giugno 2021

"Serietà"... quella sconosciuta!

 



E voi pensate che la "piega di serietà" che sta prendendo il mondo in questo periodo possa fermarmi? 
Ma va là va là va là!! 

"Mi sa che stanno aumentando le Persone Serie, nel senso peggiore del termine.

Fateci caso: sono quelli che si vantano di ciò che sanno e non vogliono sapere di più.

Non osano avere dubbi, non sono capaci di cambiare idea e si indispettiscono se sorridi o ridi quando parli di cose importanti.

Esigono che siate seri anche voi.

Queste persone bloccano ogni scoperta.

Le vedi a scuola, in tv, leggi i loro articoli sui giornali. Meglio evitarle.

Nei tempi in cui tutto sta cambiando, come oggi, le Persone Serie vogliono tenervi fermi.

Oggi si cresce soltanto se ci si accorge di quante cose false sono spacciate per vere e se si ha il coraggio di riderne."

-Igor Sibaldi

E con questo Vi auguro di non perdere mai la voglia di ridere!!

😆😆




venerdì 25 giugno 2021

....




 Se non puoi essere una via maestra, sii un sentiero. 

Se non puoi essere il sole, sii una stella. 

L'importante è che tu sia sempre il meglio di te stesso.

- Martin Luther King

mercoledì 23 giugno 2021

Vento portami via


 

Una notte di vento... sono a letto.

Osservo la mia finestra. Fuori dalla finestra la tenda vola nel vento... una folata la alza, è talmente forte che vola parallela. 

-Sì, posso farcela,- sembra dire... -E' la volta buona, vai vento soffia forte... fammi fuggire via!-

La tenda va su... sempre più su... sempre più forte!

Ma ad un tratto il vento si placa e lei piano si abbassa. Un lembo accenna appena... sembra saluti chi non può seguire... 

Ma ecco un altro colpo di vento e lei è di nuovo fuori!

-Maledetta bacchetta lasciami andare ti prego... fammi volare via!-

Ma il vento cala di nuovo e lei ancora cede... triste smuove ancora quel lembo... come un ultimo saluto ma ora non c'è più vento...

-Aspetto quel vento forte che riesca a portarmi via.-

Io intanto guardo il mondo da dietro i vetri... è sempre lo stesso vedere, ma che posso fare? Io aspetto, prima o poi quel vento mi porterà lontano...-

Il vento si è calmato... io sono a letto e osservo la mia finestra...


venerdì 18 giugno 2021

Imbuto ragazzi, imbuto!



Rispondendo ai commenti di ieri riguardo alla gestualità, mi sono ricordata un fatto successomi nella mia vita Dominicana.


Ero a Los Patos da qualche mese e mi sono resa conto che mi mancava l'imbuto. Qua non ce l'hanno e mi tocca andare a Barahona. Alla prima occasione vado, entro nel negozio e mi faccio un giro per vedere se  nel "reparto" casalinghi c'è. Niente, non lo trovo e così mi metto a cercare una commessa.
La trovo:
-Ciao, mi sai dire dov'è l’imbuto?- Parlo lo spagnolo ma non so come si dice imbuto. Di solito quando non ricordo la parola la butto li in italiano... molte volte è la stessa.
-Imbuto?- mi risponde la ragazza.
-Sì, imbuto... è di plastica... rotondo... capisci?
-No...-
-E' a forma di cono... prima largo e poi si stringe...-Dico io aiutandomi con i gesti- Hai capito?-
-No...-
-E mo' come te lo spiego? Si usa per travasare le cose da una bottiglia all'altra! Hai capito?-
-No...-
-Aspetta che vado a cercare una biro e un foglio...-
-Ok...-
Vado alla cassa e chiedo un foglio e una biro. Torno dalla ragazza e inizio a disegnare un imbuto, faccio e glielo mostro e lei:
-Ahhhh, embudo!!-
Io la guardo basita! Embudo? Gente... EMBUDO!! Io le ho detto imbuto e lei non ha capito che si trattava dell'EMBUDO!!
Il tempo di riprendermi  e le chiedo, in italiano questa volta:
-No ma davvero? Embudo...  Dillo dai che mi stai prendendo per il culo?-
-O què?-
Non sapevo come pronunciare in spagnolo;  dillo dai che mi stai prendendo per il culo... e non sono andata oltre.  Oh ragazzi, non me la sono sentita di farle un disegnino!😅

giovedì 17 giugno 2021

Ma anche gratis!

Ieri ero in giardino e arriva il mio padrone di casa. Chiacchieriamo e io, in un perfetto inglese e con l'atteggiamento di chi sa bene di cosa sta parlando,  gli dico che; purtroppo la scuola di francese è stata sospesa per mancanza di adesioni.
Per tutta risposta  lui ribatte che; devo dire che il giardiniere sta facendo un buon lavoro e  appena finiti tutti i lavori di casa mia moglie verrà a stare per qualche giorno!

 Ecco,  lo dico solo per farvi sapere che se avete bisogno di una traduzione qualsiasi non fatevi scrupolo, chiamate me, lo faccio anche gratis!


lunedì 14 giugno 2021

Determinazione


 Quand'anche l'uomo raggiungerà questa determinazione nella sua crescita, il mondo vivrà il suo massimo splendore. 
Fino ad allora dovremo apprendere da un piccolo fiore cosa significa vivere.

domenica 13 giugno 2021

No, non si spiega!



 -Ma cosa c'è di più bello che stendere i panni tra gli ulivi?- 

In verità l'ho pensato un sacco di volte, ogni volta che ho steso, così come l'ho pensato oggi! 

Certo, devono averlo pensato anche i merli che hanno scagazzato in allegria sopra tutto quel biancore! Probabilmente anche loro amano farlo nel pulito, altrimenti non si spiega un tal sparpagliamento di cacca!

Voi che dite? 🤷


giovedì 10 giugno 2021

Sono...



Io sono forte perché conosco le mie debolezze.

Sono bella perché conosco i miei difetti. 

Sono senza paura, perché ho superato molte difficoltà.

Sono saggia perché ho imparato dai miei errori ...

E sono in grado di ridere perché ho conosciuto la tristezza.

[cit]

lunedì 7 giugno 2021