domenica 6 dicembre 2015

Chi mi conosce bene lo sa...

Chi mi conosce bene lo sa, sa bene benissimo cosa faccio quando mi sento davvero a casa, e di case ne ho cambiate un sacco... ma non è sempre stata la stessa cosa...

Nella mia vita adulta ho vissuto in un sacco di case, dodici per la precisione, solo dodici da quando mi sono sposata... ma non in tutte c'è stata la stessa passione.
In qualcuna ci ho solo abitato, in altre ci ho vissuto. La differenza non sarà netta ma nel mio vivere la differenza c'è, eccome se c'è!

E' una sorta di feeling che nasce fin da subito, ma non so il perché! Anzi, ora che lo sto scrivendo mi sa che l'ho capita! In effetti è successo solo in tre volte: la prima volta è stata la nostra prima casa che abbiamo avuto a Bergamo, la seconda è stata la casa di Los Patos in Repubblica Dominica e la terza questa qua a Paracuru in Brasile... tutte e tre le case si accomunano perché son le uniche tre dove Tomo ed io ci siamo "stati dentro" tutti e due, al cento per cento!!

La prima l'abbiamo sistemata insieme, abbiamo cercato i mobili e gli accessori, e in ogni cosa, anche nel più semplice dei suppellettili c'eravamo dentro noi due.
La seconda è stata anche più dura. La costruzione di una casa in quel di Santo Domingo è stata l'avventura più dura e appagante in assoluto. Creare qualcosa dal nulla e farlo assieme è stato molto bello... fosse stato anche per fare il ferma porte!
Poi c'è questa che non era da costruire ma era totalmente da arredare e anche qua l'abbiamo fatto con nulla... tanta fantasia e pochissimi soldi!
Tutte le altre le ho arredate io da sola e la soddisfazione è stata la metà. 

E allora vi chiederete: cosa accomuna queste tre case? Che ogni volta che mi son sentita veramente a casa... ho messo fiori freschi sul tavolo! ^_^


15 commenti:

  1. E’ molto bello quello che hai scritto cara Sara, la casa siamo noi, è il rifugio dove custodiamo i nostri sentimenti e i valori in cui crediamo, essa rivela la nostra vera natura… è ricolma della nostra vera essenza.
    Un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... e tutto questo a me da tanta gioia!!
      Un abbraccio a te!
      ^_^

      Elimina
  2. Sara pensavo che anch'io ne ho cambiate di case...
    Ne ho amate due e questa, finalmente, che chiamo Paradiso.
    Ti abbraccio carissima Amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio paradiso ora è qua e il prossimo è altrove, chissà dov'è!
      Un abbraccio a te Fiorellino!
      ^_^

      Elimina
  3. Cara Sara, abito in questa casa da quando avevo 7 anni, ci abito... Perchè vivere è tutt'altra cosa. La casa era dei miei genitori e non l'ho mai sentita mia, anche se abbiamo cambiato tutto, apparteneva ad un'altra famiglia e non alla mia famiglia... I ricordi sono sempre "vivi", un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio Maestro ti direbbe: se non ti piace cambia... non sei mica un albero!!
      Hai bisogno di ricordi Tuoi, non di chi non c'è più...
      Un abbraccio a te!
      ^_^

      Elimina
  4. Cara Sara, eccomi anche qui da te ora che sembra che il mio male sia sotto controllo, e spero che rimanga ha lungo.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico, ti sei ripreso alla grande vedo!!
      Un abbraccio amico mio!
      ^_^

      Elimina
  5. Complimenti per il numero di case cambiate! Io, da quando sono nata, solo tre e a me sembrano già troppe...Comunque che siano poche o tante, si ha con esse legami diversi. Quando ho lasciato la prima, dopo trent'anni, ho pianto, e ancora adesso quando ci vado vicino (abbiamo là ancora il garage) rischio una tremenda nostalgia. Sono contenta che tu già ti senta "a casa" nella tua nuova abitazione, quei fiori freschi e colorati all'ingresso rendono allegra e familiare l'atmosfera. Ciao, Sara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da tempo non mi permetto più la saudade, son troppo nomade per concedermelo!
      A volte arriva ma non ho voglia di stare male e allora penso ad altro e tutto passa ... dopotutto oggi sono qua e domani ancora non lo so!
      Grazie delle tue parole... quei fiori mi danno davvero senso di casa!!
      Ti abbraccio stretta e grazie ancora!
      ^_^

      Elimina
  6. Quante case e che cambiamento, ti avevo lasciato in repubblica domenicana e ti ritrovo qua!Buona nuova avventura!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica tutto bene?!
      Chissà dove sarò la prossima volta!!
      Un abbraccio e a presto!
      ^_^

      Elimina
  7. Bellissimi i tuoi fiori freschi con la loro metafora. Ben rivista Sara! Non ti ho riconosciuta subito nel commeento che mi hai lasciato, Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cambiato l'immagine e il nome. .. con questo Google plus non ci capisco più nulla!
      Menomale che la curiosità ha avuto la meglio... così non ti ho persa!
      Volevo lasciare un commento da te ma col cellulare non me lo ha permesso... misteri della rete!!
      Ti abbraccio e a presto!!
      ^_^

      Elimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)