lunedì 19 agosto 2013

Io inizio a scrivere... vediamo dove vado a finire!

Oggi nonostante il sorriso perenne sento che c'è un pensiero che mi disturba e per capirci qualcosa devo metter giù due righe per fare ordine...
Il pensiero è su me stessa e su come mi pongo agli altri.
Premetto che so di non avere la verità in tasca, ma so e sopratutto, vedo e sento quando una persona sta male... ora ho imparato a schermarmi quando sono lontana ma quando mi si presenta davanti riesco a percepire ogni sfumatura, dal disagio, alla paura, dal dolore allo smarrimento.

Allora mi metto in ascolto, qualcuno si confida e altri si sfogano... una, due, tre volte... alla quarta quando sento che le frasi diventano degli alibi e la storia che mi stanno raccontando è solo un racconto che non ha nulla a che fare con quello che sentono... parlo, non riesco a stare zitta e dico la mia. Nonostante che, chi ho di fronte vuole sentire quello che ho da dire, quando quello mi scappa dalla bocca vedo sui loro visi tristezza e dolore... quasi una delusione che io non stia li a dar ragione annuendo col capo.
Mi sento rispondere che ognuno ha i suoi tempi, che ognuno ha il suo carattere, che siamo tutti esseri umani... tutto vero, ma questo non deve essere un alibi per rimanere nelle menzogne che li fanno sentire tanto sicuri.

Ma ecco che una volta detta la mia, dopo che lascio quella persona arrabbiata io mi sento in colpa. E per quanto sia un sentimento che non voglio fare mio, questo bussa e mi dice che ho sbagliato, che la prossima volta devo stare zitta, che devo imparare a tacere, che io non sono nessuno per dire qualcosa alla gente! 
Ma subito dopo mi sorge una domanda: visto che molti, tutti, sanno come sono e sono famosissima per la mia sincerità... perchè continuano a venire da me per poi lasciarmi andare via lasciandomi addosso la loro rabbia? Visto che si dice che siamo tutti esseri umani... perchè non capiscono che lo sono anche io? Io non sono una roccia, non sono insensibile.... anche se son solare, questo non vuol dire che io poi  non ci rimanga male...
A volte mi vien voglia di lasciar perdere tutto ma poi arriva qual qualcuno che mi dice di non farlo... che c'è ancora qualcuno che ha bisogno di me... e allora mi tiro su e vado avanti.

Non sono in cerca di assensi, non ho scritto questo per sentirmi dire quello che desidero... forse ho scritto questo nella speranza che chi legga capisca che se non si vuole l'opinione altrui quando questa è diversa dalla propria... non venga a raccontarla a me. Io nella mia vita ho avuto tanti, tantissimi cazziatoni e, sia che chi avevo di fronte mi volesse male o bene, li ho presi e li ho fatti miei. 
Ci son cose che quando mi vengono dette al momento mi danno fastidio ma so che è solo perchè riconosco in quelle parole la verità... se non lo fosse non le prenderei nemmeno in considerazione!

Rileggendo quello che ho scritto sopra sono arrivata  al punto chiave: penso, e ora so, che le mie parole hanno il potere di ferire e questo non mi piace. Ora so dove devo andare a lavorare e cosa devo aggiustare. Devo cercare di accettare la versione dei fatti che mi viene raccontata come una storia fine a se stessa... una bella storia raccontata da Qualcuno. Se poi quel Qualcuno nel racconto si ascolterà e riconoscerà le Sue menzogne, bene,  altrimenti continuerà a raccontarsela fino a quando vorrà. 
Visto che ferire la gente non mi piace, ( e per quando l'ho fatto chiedo umilmente scusa) non ho più intenzione di farlo. Ora da me si troverà solo un punto di sfogo. 
Sarà la giusta soluzione... ancora non lo so, ai posteri l'ardua sentenza!

Sempre io e... sempre più confusa!


16 commenti:

  1. ciao sara ti capisco, tante persone chiedono il nostro aiuto e siamo disposte ad aiutarle, se chiedono il nostro parere diciamo come la pensiamo, ma poi non devono offendersi, se preferiscono una risposta falsa o di circostanza, allora non chiedono il nostro aiuto, ma vogliono solo una spalla su cui piangere o commiserarsi, chi vuole veramente aiuto accetta anche eventuali errori che secondo noi vanno corretti, certo non siamo infallibili, ma onestamente diciamo cio' che pensiamo, se si rivolgono a noi si presuppone che abbiano fiducia, quindi devono prendere anche il rovescio della medaglia, senza prendersela poi con noi, tante volte dire le cose chiare non riscuote successo, ma bisogna farlo, per il loro bene, se facessero un esame di coscienza obiettivo alla fine ci daranno ragione,dall'esterno si riescono meglio a valutare le situazioni, se vuoi risparmiarti questo peso dalla coscienza che ti far star male, puoi solamente ascoltare, o dire le cose una volta due,non di piu', se vedi che non capiscono e' tempo sprecato, secondo me, i miei problemi me li son sempre risolti da sola, anch'io, siamo noi che conoscendoci sappiamo cosa dobbiamo fare o no secondo il nostro carattere, il parere altrui puo' aprirci la mente a soluzioni che magari non avevamo preso in considerazione, ma alla fine siamo sempre noi a decidere per la nostra vita, ciao baci rosa a presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna farlo Rosa? Sì, probabilmente hai ragione... ma a volte andar via con la loro rabbia mi lascia un senso di malfatto! Lo so che poi a loro passa e magari poi stanno meglio... Forse sono io che devo imparare ad essere più distaccata!
      O forse dovrei farmi coinvolgere di meno quando mi raccontano e quando capisco che se la raccontano dovrei solo stare ad ascoltare...
      Non so... devo sicuramente rivedere qualcosa in me. O continuo ad essere sincera e vada come vada mi lascio tutto alle spalle oppure mi limito ad annuire e assisto al declino di chi ho di fronte... Comunque sia io ne esco male lo stesso! Bella situazione del caspita, non ti pare?! ;-)

      Io ho sempre preso e ascoltato le parole altrui, rispondendo con un può darsi... poi ho valutato e deciso! Trovo che tutti raccontino il loro parere e c'è sempre da imparare... ma forse non per tutti è così!

      Perdona se ho ripetuto alcun tuoi concetti... ma è un modo per capire meglio che devo fare! GRAZIE!!!
      Ti abbraccio forte e ti ringrazio ancora di tutto!
      :-)

      Elimina
    2. ciao sara, aiutare viene spontaneo, il coinvolgimento pure, ma tante volte alcune persone non vogliono essere aiutate, per esperienza personale lo dico, si lamentano e basta, per varie ragioni, accentrare l'attenzione su se stesse, non hanno il coraggio di cambiare le cose,per pigrizia, quindi vanno avanti come hanno sempre fatto, faccio anch'io il possibile, ascolto, consiglio, ma non possiamo farci rovinare la vita, c'e' un limite, secondo me, se vale veramente la pena si va avanti, altrimenti amici come prima, ognuno fa quel che vuole, senza frustrazioni ne' sensi di colpa,dice qualcuno che per avere ciò che non hai mai avuto, devi essere disposto a fare qualcosa che non hai mai fatto. ci vuole un po' di buona volonta' di cambiare anche da parte di chi e' aiutato, son d'accordo ascoltare i vari pareri aiuta, ma ognuno ha il proprio grado di sensibilita', uno riesce a rimanere distaccato, mentre un altro soffre, e' soggettiva la cosa,
      ciao grazie a te per questo confronto di pareri.)

      Elimina
    3. "ma non possiamo farci rovinare la vita, c'e' un limite". Brava, hai ragione!! E ce l'hai anche quando dici:"ognuno ha il proprio grado di sensibilita', uno riesce a rimanere distaccato, mentre un altro soffre"..
      Bene, mi hai dato un nuovo spunto di riflessione... ci ritornerò su!
      GRAZIE infinite!!
      Grazie a te!
      :-)

      Elimina
  2. Cara Sara le tue riflessioni così profonde danno segno di una profonda maturità nella vita!!! Nessuna scuola questo te lo può insegnare...
    Solo coloro che hanno vissuto una vera vita di sentimento...
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Tomaso, ma come direbbe qualcuno: quanto è dura diventare grande!! E di nuovo sì, tutto si impara sulla propria pelle... ma sarebbe bello se a volte non facesse male!

      Grazie caro amico mio... sei un grande!!
      Un abbraccio stretto!
      :-)

      Elimina
  3. No, non devi sentirti in colpa. Tu sei sincera... Io non ho bisogno di un commento buttato lì , tanto per... Ho bisogno di capire, di avere l'opinione di un'amica, e tu per me lo sei, anche se mi arrabbio per quello che scrivi, poi mi passa subito e ci rifletto. Questa secondo me è amicizia. Se qualcuno si sente ferito può cambiare blog. Ti abbraccio e appena posso ti scrivo... per un consiglio.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale... è bello sentirti dire queste parole! Probabilmente in questa mia fase ho bisogno di conferme... conferma che non sempre faccio così male da lasciar ferite! Certo, il fatto di farti arrabbiare non mi fa contenta, vorrei che tu o chiunque parli con me, prima di arrabbiarti ti fermassi a chiedere: perchè Sara mi dice questo? Lo fa per farmi stare male o perchè mi vuol bene e vuole vedermi felice? La risposta, lo sai bene, è la seconda! Anche perchè non è una mia prerogativa far soffrire chi stimo e che amo!
      ma è più facile arrabbiarsi che accettare, lo so e non biasimo nessuno per questo, ma, ripeto, in questo mio periodo mi sento confusa e a volte vulnerabile. Se a volte il fatto che qualcuno si arrabbi non mi fa nulla, ora mi fa star male. Vorrei ricordare che se anche son sempre serena.. non sono così stoica come si possa pensare!

      Il fatto è che questo succede anche nella vita reale... chi mi "capita a tiro" non più cliccare una X! ;-)

      Scrivo quando vuoi... dimmi solo se sei pronta per la mia opinione e sopratutto promettimi che non ti arrabbierai come me!

      Ti abbraccio e ti ringrazio tanto!!
      A presto!
      :-)

      Elimina
  4. Sarina ..ma non ci stiamo mica guardano allo specchio noi due? Perchè sembra paro paro il mio ritratto , con un' unica piccola differenza..che dopo aver ricevuto vari calci nella schiena (è un eufemismo)..ormai mi si è formato il callo e quindi posso anche avere un momentaneo sbandamento..ma mi passa presto!!!
    Ti adoro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. e mi sa che devo imparare pure io a farmi scivolare di dosso il malessere che qualcuno mi lascia... e mi sa anche che, visto che quella è la mia natura, quello è L'UNICO sistema per me per sopravvivere!!
      Grazie Nella, la tua adorazione... l'adoro! ;-)
      Ti abbraccio!
      :-)

      Elimina
  5. Secondo il mio parere devi rimanere te stessa e fregartene dei giudizi altrui.
    La sincerità è un grande valore, non facile da trovare in un mondo menzognero e fatto di falsi sorrisi. Personalmente preferisco persone sincere e dove portesi confrontarsi apertamente, anche se i punti di vista sono diversi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del consiglio Cavaliere, ci penserò su... Avevo deciso di farmi i fatti miei, ora devo ricredermi... mi sa che hai ragione!
      Grazie del tuo parere, sempre prezioso!!
      Se posso ti abbraccio!
      Grazie ancora!
      :-)

      Elimina
  6. C'è poco da fare: se la gente, nonostate questo, ti cerca... è perché SAI dire le cose giuste. Che fanno male (o per meglio dire, danno una sorta di "sveglia"), ma a lungo raggio sono sicuramente più utili di chi dice sempre "sì, certo, ok, vabene"

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il concetto di giusto e sbagliato che mi manda fuori... Di certo so che quello che dico lo dico con affetto e so anche che in certe situazioni quello che dico è l'unica situazione possibile, ma a volte sembra che a dirlo io voglia solo il male... forse hai ragione, se mi si cerca, nonostante tutto... magari qualcosa di buono faccio.. Ci penserò su di sicuro... come ho scritto sopra, le mie certezze ora vacillano di nuovo!
      Grazie della tua preziosa opinione!
      Un abbraccio di gratitudine!!
      :-)

      Elimina
  7. Le parole sono pietre. Sai perchè lo dico? Perchè io, a volte, faccio molto male con le mie parole. Lo so, lo riconosco, lo ammetto e mi pento amaramente ogni volta. Di solito succede quando sono stata molto ferita, lo so che sbaglio, ma non riesco a non farlo.
    La sincerità è difficilissima da accettare: fa' male, è dura. Parlavamo di ignavia ieri. E quindi se parli sei una stro... e se non lo fai lo sei ugualmente. Con le persone che ben conosco e so come ragionano mi capita di dover fare orecchie da mercante per non farmi venire un travaso di bile, alle altre della mia verità non gliene frega niente.
    Personalmente ho bisogno del tuo sorriso. Tu hai cambiato la mia vita, i tuoi pensieri, il tuo modo otttimistico di guardare al futuro. Abbiamo punti di vista diversi, ma che importa? Dai meno importanza a quelle persone se non vuoi farti il sangue amaro!
    Ti abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco che stai scrivendo la mia vita! E si... diciamola tutta comunque la metti, parlo o sto zitta stronza rimango!!
      Ma hai ragione, cambiare totalmente mi vine difficile, a questo punto : se mi cerchi accetti quello che ho da dire, la prossima volta non coinvolgermi..

      Tu sei davvero troppo gentile, ma sono felice che il mio sorriso ti faccia star bene.. e visto che è così te ne manto uno.. tutto per te!

      Grazie ancora di tutto!!
      Ti abbraccio di luce e di gioia!!
      :-)

      Elimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)