sabato 25 maggio 2013

... la testimonianza della nostra coscienza....

Questo, infatti, è il nostro vanto:
la testimonianza della nostra coscienza.
(II Corinzi 1:12)

Non c'è nulla da fare... lo provo sulla pelle ogni volta che apro bocca. Lo so, l'ho detto più di una volta, ma oggi in questo ennesimo monologo, lo voglio ripetere, così giusto per ribadire un concetto...
Da quando ho intrapreso questa mia ricerca spirituale, nell'abbracciare il rinnovamento per portare il mio spirito ad una più alto livello di benessere, vengo molte volte ostacolata da atteggiamenti canzonatori e ogni volta come se avessi il cuore esposto a qualsiasi critica distruttiva.
-Se coltivi bontà pensano che sei un idiota.
-Ti dimostri paziente e ti considerano pigra.
-Ti dimentichi i torti subiti e ti danno della codarda.
-Pratichi l'umiltà è ti marchiano come una scema.
-Sei mite e ti giudicano indolente.
-Hai fede, e ti danno della fanatica.
-Ti arrendi davanti all'impossibile e ti danno della vigliacca.
Ma a dispetto di tutto io continuo per questa mia strada.
Il più delle volte la vita non regala nulla,  tutto quello che hai ottenuto è frutto della tua volontà, nessuna spinta, nessuno sconto e nessun favore, sei solo tu con tutto quello che hai e che sei: te stesso!

Perciò dico a te che vivi il mio stesso cammino, non mollare ti prego... non mollare mai!
Potranno darti del fallito, del codardo, del folle e dell'inconcludente... bene non importa, tu vai avanti a dispetto di tutto e di tutti!
Contro ogni dubbio, contro ogni incompatibilità, contro ogni pregiudizio che ostacola il nostro cammino, noi andiamo avanti nella convinzione che la vera felicità, in tutto e per tutto, significa essere in pace con noi stessi.


Immagine presa dal web

Nessun commento:

Posta un commento

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)