lunedì 28 febbraio 2011

La mia vita in Dominicana- 3° parte

Ma la vita Dominicana non è sempre così idilliaca!

Infatti succede ciò che ogni straniero all'estero teme più di tutto... ammalarsi!!
E' un giovedì mattina e sento che Daigor mi chiama:- Non sto bene, ho tanto freddo, mi fa male la testa è sento degli aghi nelle giunture...- Gli metto la mano sulla fronte, febbre... e bella alta! Prendo il termometro... è quello che temevo; 39.8! Santa pace che febbrone!! Trema e mi chiede di coprirlo... mi dice cose strane io non voglio coprirlo altrimenti la febbre non si abbassa...

Okokok, calma che ce la faccio! Lo copro  e aspetto  che  smetta di tremare ma nel frattempo faccio degli impacchi con acqua fredda sulla testa... ma la fronte è caldissima e l'acqua diventa subito calda... prendo il ghiaccio che ho nella celletta del freezer!

Il tremolio si calma e riesco ad abbassare la temperatura di un grado.. davvero troppo poco! Vado a rovistare nella scatole delle medicine, per fortuna ho con me il necessario per le emergenze... ho un antipiretico e un antibiotico a largo spettro. In Italia avrei aspettato i canonici 3 giorni, ma qua no mi fido, leggo il bugiardino, l'antibiotico va bene  per tutto, fosse una tonsillite come una cistite... ok, glielo somministro... Andrebbe bene anche l'aspirina ma la mia preoccupazione è che sia dengue... se gliela do ed è il tipo di dengue  emorragico lo metto in serio pericolo... è un anticoagulante e non andrebbe bene! Mi limito all'antibiotico se davvero fosse dengue, sarà come avergli dato acqua fresca! E per quello non c'è nulla da fare se non che tenere la febbre bassa e idratare tantissimo.... spero davvero che non sia del secondo tipo... non saprei come curare un emorragia!

Nonostante l'antipiretico la febbre non scende sotto i 38,8... Ok! Anche se si lamenta   lo scopro e gli faccio delle spugnature di acqua tiepida e gli metto delle bottiglie di acqua fredda sotto le ascelle...
La febbre si stabilizza a 38 gradi! Ok.. ora la situazione è sotto controllo... forse!

Si perché verso sera anche Claudio ha gli stessi sintomi: mal di testa , freddo e dolori articolari... ossignore benedetto... provo la febbre anche a lui.. 37, 7... dopo mezzora è a 38 e la volta dopo
39, 5!!! Ma che succede??
L'unica cosa che mi fa ben sperare  è... che non è dengue, sarebbe improbabile che siano stati punti dalla stessa zanzara!

Inizio lo stesso procedimento, antipiretico, antibiotico e impacchi freddi e tanta acqua da bere...  ma ho finito il ghiaccio allora chiamo la mia vicina che manda Ariani a cercare qualcuno che ce l'abbia!
La notte la passo a badare ai due moribondi... è una nottata da inferno ma non c'è nulla da fare spero che la mattina sia meglio!
No, non è così!  al mattino hanno tutti e due la febbre altissima e Daigor sta delirando.. sono preoccupata da morire ma devo fare qualcosa! Mando a chiamare il medico, ma mi riferiscono che è tornato a casa per il fine settimana... somministro le medicine a tutti e due e quando la febbre si stabilizza prendo la moto e vado a Paraiso...
Ma anche la il medico non c'è... è venerdì e son tornati tutti in città! Ma porca miseria.. in questo paese si può morire davvero per nulla!!!
Provo all'ospedale Americano sperando che nel frattempo sia stato aperto.. nulla da fare, alla reception mi dicono che non è ancora agibile... mi consigliano di andare ad Enriquillo...

Ok... passo da casa e vedo che i miei due malati riposano e la temperatura è appena sopra i 38 gradi.
Vado all'ospedale di Enriquillo... arrivo ed entro, Santa Maria aiutami... è la cosa più brutta che io abbia mai visto, sporco, ruggine e fatiscenza è la cosa che vedo e poi inizio anche a sentire un odore che in un ospedale non dovrebbe esserci! Ci sono anche dei cani che entrano ed escono...

Mi viene incontro una infermiera e mi chiede di cosa ho bisogno.... Espongo i sintomi e lei mi dice che devo portarli li per essere visitati... il mio primo pensiero è stato che se fossero stati destinati alla morte, sarebbero morti a casa!! Ok, rispondo, vado a prenderli... devo aver mentito bene perché lei sembra crederci davvero!!!

Arrivo a casa e continuo imperterrita come ho sempre fatto, medicine idratazione ed impacchi! Sono decisa a prendermi cura di loro e lo farò, ma io la in quel tugurio non i porto!

Passo la notte a fare da spola da un letto all'altro e riesco a tenere la temperatura stabile  ai 38 gradi.
Il sabato  prosegue sempre con me che fa avanti e in dietro e non c'è peggioramento... questo mi lascia ben sperare.... la scorta di antibiotici c'è e così gli antipiretici... ad ore precise somministro il tutto e arriva la domenica...
Provo la febbre... 37.5 WOW!!!  Sembra che l'antibiotico inizia a fare effetto... infatti è il terzo giorno ... bene bene... dai che forse ce l'abbiamo fatta!!
Il programma che avevo stabilito era che se lunedì la febbre non si fosse abbassata sarei andata in capitale... ma non ce ne stato bisogno... Infatti il lunedì mattina la febbre è stabile a 37, continuo la cura di antibiotico fino alla fine e i miei martiri tornano a vivere!!!
Cosa abbiano avuto, non l'ho mai scoperto ma l'esperienza mi ha insegnato che l'intuito vale sempre sulla ragione!

15 commenti:

  1. Ciao Sara!!


    Insomma sai fare tutto!!
    Complimenti!!!
    A volte l'intuito vale più di mille regole, di mille bugiardini.
    Buon inizio settimana:-))

    RispondiElimina
  2. Sara sei impagabile...e insostituibile!! Moglie, madre e anche ottima infermiera, a volte la vita ci mette davanti a cose che non avremmo mai voluto e pensato di dover affrontare, ma il coraggio e la determinazione sanno fare guandi cose...complimenti cara per aver saputo cavartela anche in questa brutta situazione. Ciao a buona settimana.

    RispondiElimina
  3. Immagino la tua preoccupazione, non si sa mai quando vai in posti non conosciuti che malattie si possono prendere, oltretutto magari le persone del posto sono abituate e hanno già gli anticorpi, mentre i forestieri magari sono soggetti più a rischio.

    RispondiElimina
  4. Ciao Cosimo!!
    In verità ho fatto di necessità virtù.. d'altronde se sei all'estero e se succede qualcosa... t'aggiusti!!
    Grazie !!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Ila!
    Scrivendo mi vengono in mente cose che ho fatto che, finché vivevo qua, mai avrei immaginato di riuscire a fare... ma la necessità, si sa, aguzza l'ingenio!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  6. Hai ragione Paòlo! Mi son spaventata tanto... per fortuna avevo letto molto e prima di partire il mio medico mi ha dato le dritte che mi hanno fatto superare tutto!!
    Un consiglio quando si va in certi posti; gli antibiotici, gli antipiretici egli antidiarroici non devono MAI mancare... MAI!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Sara,
    questo tuo racconto di vita vissuta insegna molte cose. Esseri presenti a se stessi, non scoraggiarsi ed ascoltare quella vocina che ci dice cosa fare (quello che tu chiami intuito).
    Sei veramente grande e dolce Sara, complimenti

    RispondiElimina
  8. Cara Sara la vita ci da continuamente delle prove tu ne hai superato tante, e oggi le puoi raccontare a tutti noi le tue intuizioni, le tue emozioni non le dimenticherai mai...
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  9. ragazza sei stata un'infermiera perfetta: io forse mi sarei fatta prendere da un attimo di scoramento...forse solo un pochino...BRAVA!

    RispondiElimina
  10. Due solo parole: Grandiosa Sara!

    RispondiElimina
  11. Ciao I am!!
    Grazie per i complimenti.. ma ti posso dire che chiunque nella mia situazione avrebbe fatto lo stesso, quando le scelte sono; o così o così... ognuno di noi tira fuori il meglio!

    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  12. Si Tomaso, hai ragione...
    Sto scrivendo la storia della mia vita e mi sto rendendo conto che ne ho passate davvero tante!
    Ma va benissimo così, l'aver superato tutto mi da un senso grandissimo di pace e serenità!
    Grazie caro amico mio!!
    Un baciotto!

    RispondiElimina
  13. Ma no Monica!! Lo scoramento arriva se hai alternative sai!! Se non ce ne sono.. non ce ne sono!!
    Vai tranquilla che noi siam forti!!!
    Un abbraccio forte forte!!!

    RispondiElimina
  14. Alberto.. solo una parola: esagerato!!! ;-))

    Comunque... grazie della fiducia!!
    Un abbraccio... quieora :-)

    RispondiElimina
  15. Che grande, sei molto coraggiosa, brava! Io anche in quel caso me la srei presa con Dio.

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)