venerdì 8 luglio 2011

Un paio d'ore di autentica paura!

Ormai mi conosco.. quando succede qualcosa che mi spaventa, mi ficco nel mio mondo e aspetto che la paura passi. Tanto so  che quando sarà il momento, tutti i ricordi ritorneranno e io realizzerò!
Questa mattina non sono uscita di casa  e nemmeno mi sono affacciata... Ho fatto colazione, pulito, guardato il mio programma preferito e mi non messa sul pc contenta del fatto che internet funzionasse al contrario del telefono che tace.

Poi però decido di uscire e la prima cosa che noto è la mia tenda spaghetti è tutta aggrovigliata, tanto che mi ci va una buona mezz'ora per sistemarla!
I miei fiori son stesi per terra, altri non hanno più le corolle, i lampioncini son volati ovunque e i miei germogli di glicine sono spiaccicati sul muro di casa e sul marciapiede c'è una trito di pietra e cemento.. la grandine deve aver battuto duro sulla facciata in pietra!

E così mentre sciolgo i nodi alla tenda ripenso alla serata di ieri e lascio che i pensieri e le emozioni arrivino!

Tutto è successo verso le 19.00, si sente un brontolio provenire da sud.. ma è lontano e non ci faccio caso e continuo con le mie cose. Ma diventa sempre più buio e allora esco a vedere che sta succedendo... lo spettacolo che mi si presenta è incredibile, rimango senza fiato; il cielo nero sta vorticando sopra di me!

Al centro è un grigio scuro ma tutto intorno nuvole nere formano un cerchio che gira su se stesso e girano ad una velocità che fa paura! Osantissimodivinoaiutami!
Son sola in casa e la cosa non mi piace e inizio a sentire il sibilo del vento... Mi arriva un messaggio sul cellulare che mi avvisa che mio figlio ha cercato di chiamarmi. Provo a richiamare ma non c'è più segnale. Provo con il fisso e ci riesco!
-Ciao mamma, tutto bene li da te?- (Che tesoro!)
-Mica tanto.. c'è un vento da paura... perché, li da voi cos'è successo?-
- i tutto... Senti, tira dentro tutto quello che può volare e chiuditi in casa-
Nemmeno finisce di dirmelo arriva una folata che fa vacillare paurosamente la gru nel cantiere vicino, mi sa che non l'hanno sbloccata! Iniziano a volare cellophane e pannelli di legno.... Urlo!
- tai tranquilla e stai in casa- Mi raccomanda il fanciullo!
- i tieni compagnia finché non passa?- Chiedo io...  ma nemmeno un secondo dopo salta la corrente.. sono totalmente isolata e sarò sincera, ho una paura fottuta!!

Le ante son tutte chiuse, ma nella finestra della cucina non c'è nulla e da dietro il bancone assisto ad uno spettacolo mai visto; l'acqua che batte sui vetri sembrano secchiate, non si vede nulla fuori tanta è l'acqua! Il vento poi cambia direzione e soffia verso la porta.. l'acqua entra da sotto e io la fermo con il tappeto che prima mi è volato dentro e aggiungo degli asciugamani! Poi cambia ancora, ora è sulla finestra del bagno per poi risoffiare di nuovo da sud!
Sento il sibilo e le cose che fuori volano, i pannelli di metallo e le sedie dei vicini, foglie e rami, un gazebo si strappa e finisce su una macchina, qualche tegola nella casa dei vicini vola via...
Dentro di me è un continuo orabasta orabasta orabasta!!
Poi all'improvviso, come è venuta così se ne va!
Le luci di emergenza in casa funzionano e non sono al buio ma in attesa che si scarichino accendo delle candele in tutte le stanze, l'ultima cosa è piombare all'improvviso  nella totale oscurità!
Così è... La corrente non torna fin dopo le 23, 30 circa.
La connessione c'è ma il fisso e il cellulare non funzionano. Allora mi metto a rispondere ai commenti giusto per non sentirmi sola!
Vado a letto ma la corrente va e viene per parecchie volte.. si perché le luci di emergenza son bellissime, se si potessero staccare, infatti ogni volta che la corrente usciva io mi svegliavo perché la luce si accendeva!

Ora ho sistemato tutto, raccolto i faretti e rimessi al loro posto, tagliato i fiori spezzati, ripristinato i miei germogli, (qualcuno se è rotto.. ma pazienza, meglio loro che me!), rimesso in piedi l'ombrellone e pulito

Ora fuori gli uccellini cantano e il sole splende... come se niente fosse successo!
Incredibile... che meraviglia questa Gaia!!
:-))


29 commenti:

  1. o mio Dio ... se fossi rimasta sola in casa come te, sarei morta anche io di paura!!!

    RispondiElimina
  2. Come tutte le cose, passato lo spavento se ne apprezza la bellezza... per fortuna che tutto sommato sia andato tutto bene.... e immagino che la paura ti abbia fatto venire in mente le peggio cose!!!

    RispondiElimina
  3. Si Francesca... autentica paura!!
    ..e chissà perché, io in questi momenti son sempre sola!
    Mannaggia!
    :-|

    RispondiElimina
  4. Ah.... dimenticavo... un abbraccio forte forte e anche io ti voglio un bene!!!!!.... sarà l'affinità di passioni.... che ci rende così passionali ;-)...

    RispondiElimina
  5. Sisi Paola.. tutto a posto!
    La casa è solida e a quanto pare il tetto è ben fatto, visto che è rimasto dov'era!

    Non ero in pericolo.. ma a quanto pare nei meandri di una mente primordiale in noi c'è questa paura che non si riesce a controllare.. se vogliamo è pure irrazionale, ero al chiuso e al riparo.. ma nulla, la paura è paura!!

    Ciao gioia... un infinito abbraccio a te.. che la passione sia con noi! ;-)

    RispondiElimina
  6. Tesoro quanto ti capisco!! Pensa che una notte ero a casa da sola e ha fatto uno di quei temporali che solo con i tuoni ti saliva un terrore che non ti sto a dire guarda!! Facevano un rumore che ogni volta mi faceva saltare, e non potevo neanche consolarmi con la mia gattina perchè si era nascosta chissà dove piccola :-)) Se anche io fossi stata a casa da sola mi sarei tanto spaventata...è la natura, uno spettacolo in quello che fa, tanto affascinante, però a volte gioca dei brutti scherzi!! A Torino un pò di tempo fa una ragazza è morta per strada per via di un temporale, è lunga la storia, ma appunto nn si scherza!! Buon fine settimana bellissima e tantissimi baciii

    RispondiElimina
  7. Ciao Sara anche qui ha piovuto e grandinato, ma non in quel modo che hai descritto, mi dispiace, devi aver passato un brutto momento, anche a me fa paura il vento, quando cominciano a volare le cose, mi dispiace per i fiori e per i danni, oggi e' tornato il sole e fa ancora caldo, speriamo che non ci siano piu' queste sorprese, ciao cara buon week end baci rosa:)

    RispondiElimina
  8. Spesso la paura è irrazionalità primordiale, però effetivamente non ti si può biasimare!L'importante è riuscire a raccontarla sempre questa tempests :-) Un saluto

    RispondiElimina
  9. Vedi che la paura è passata! dunque i ricordi se anche restano piano piano svaniranno e ti chiederai se forse era un brutto sogno.
    Questi brutti temporale purtroppo hanno preso l'abitudine di venire anche qui! Oltre le Alpi.
    Buona serata cara Sara.
    Tomaso

    RispondiElimina
  10. Che esperienza Sara...Madre Natura non si può controllare...Essa ci ricorda quanto siamo inermi quando decide di scatenarsi...ma ecco che il mattino dopo torna il Sole a ricordare quanto sia bella la Vita...un abbraccio...
    Dandelìon

    RispondiElimina
  11. Come hai descritto bene le varie fasi del temporale, le tue sensazioni, emozioni. Sembra la puntata di un romanzo. Hai mai pensato di scrivere qualcosa? Complimenti davvero.
    Buona serata
    Erika

    RispondiElimina
  12. E' già successo anche qui alcune domeniche fa, per fortuna non ero sola. Questi fenomeni fanno veramente paura, la natura si ribella, mi verrebbe da dire.
    Ciao, un abbraccio

    RispondiElimina
  13. E' un po come la poesia di Giacomo Leopardi " la quiete dopo la tempesta "
    - passata è la tempesta: odo gli augelli far festa.....

    Ciao Sara, splendida vita

    RispondiElimina
  14. Azz che nuvolazze. Sai che al lavoro si è scurito, poi però non ha fatto niente. Torno a casa - 2 km dall'ufficio - e vedo strada allagata e soprattutto grandine grossa come noccioline sui lati della strada. Sembrava come quando d'inverno buttano il sale, invece era ghiaccio, ha pure abbozzato qualche auto.

    RispondiElimina
  15. I am mi ha anticipato;questa poesia del Leopardi rende bene l'idea di che cos'è una tempesta;cercherò di compensare con quella del Pascoli...

    TEMPORALE

    Un bubbolìo lontano. . .

    Rosseggia l’orizzonte,

    come affocato, a mare:

    nero di pece, a monte,

    stracci di nubi chiare:

    tra il nero un casolare:

    un’ala di gabbiano.

    Buona giornata Sara

    RispondiElimina
  16. Un tornado praticamente!!!
    La descrizione potrebbe essere un ottimo incipit di racconto/romanzo..pensaci...
    Leggendo sembrava di essere li...

    RispondiElimina
  17. Grazie Valentina... mi hai fatto sentire meno sciocca... di solito sono coraggiosa ma il vento mi fa davvero paura!!
    Ma è tutto passato e stasera è tutto tranquillo!!
    Un abbraccio gioia!
    :-))

    RispondiElimina
  18. Mi sono informata ed è successo solo in poche zone.. qua a Endine ha fatto danni più grandi!
    I fiori si tireranno su le cose rotte si ricomprano... tutto il resto è vita!;.)

    Un abbraccio!
    :-)

    RispondiElimina
  19. Grazie della comprensione Marcello!!
    Chissà perché si muore di paura e poi quando tutto passa ci si sente sciocchi... che strani che siamo!!

    Grazie di nuovo!!
    :-)

    RispondiElimina
  20. Com'è vero!! Vortici nei nostri cieli non è normale ma mi sa che ci dovremo abituare!
    Come ho detto a Marcello prima la paura e poi l'incredulità per tanta fifa quando tutto passa!!


    Grazie delle tue parole caro Tom!!
    Un forte abbraccio!!
    :-))

    RispondiElimina
  21. Dandelion hai ragione.. quando si scatena ci mette tutti al nostro posto! Possiamo fare la voce grossa, insultarci e sentirci forte.. ma Gaia in tutta la sua furia, ci mette rannicchiati tremanti in un angolo per poi calmarsi e far tornare la tranquillità!!
    Noi siamo solo ospiti che fan danni, o ci adeguiamo o... ci adeguiamo!
    Che meraviglioso pianeta!!

    Grazie e a prestissimo!!
    bacio!
    :-))

    RispondiElimina
  22. Erika.. ma.. che cosa dici?
    Io scrivere un romanzo? Non saprei nemmeno da che parte iniziare!
    Riesco a scrivere solo quello che sento... non penso di fare maglio!
    Comunque grazie delle tue parole.. son complimenti mica da poco, grazie ancora!!L'avrò detto un sacco di volte ma trasmettere quello che sento è una delle più grandi soddisfazioni!!

    GRAZIE!
    :-))

    RispondiElimina
  23. Penso proprio di si.. e il giorno che lo farà.. son guai per tutti!!
    Non voglio "catastoficare" ma penso che a questi fenomeni dovremo abituarci e sarà sempre peggio! Ma noi ci adegueremo come abbiamo sempre fatto in un'evoluzione accelerata!!
    Grazie Giglio!!
    Un bacione!
    :-))

    RispondiElimina
  24. ...Ecco il sol che ritorna, ecco sorride per li poggi e le ville...

    Grazie dolce Iam per questi bellissimi versi!!

    Un abbraccio di bene e ben tornata, mi sei mancata un sacco!!

    :-))

    RispondiElimina
  25. Ma mia auto era in garage, per fortuna altrimenti qualche bozzo l'avrebbe avuto pure lei!

    E' strano il giro che ha fatto la sua furia, qua si e poco più in la nulla!.. ma il suo vortice.. santa madre, mica me lo scordo!!

    Grazie Paòlo!!
    Un abbraccio!!
    :-)

    RispondiElimina
  26. Wow ma che carini che siete tutti.. addirittura due poesie:')
    è davvero bella!!

    Certo che se avessi usato bubbolìo al posto di brontolio.. sai che figurone! Mi sa che devo dedicarmi un poco alla lettura di poesie, migliorerei di parecchio il mio vocabolario!!

    Grazie di nuovo di tutto e del premio che mi hai dato da te! Apprezzatissimo!;-)

    Un immenso abbraccio!!
    :-)

    RispondiElimina
  27. Si un tornado che non si è formato grazie alle montagne!! Ero spaventata ma uno spettacolo del genere è davvero bello,quel grigio che vorticava sul nero... wow... pauroso ma spettacolare come ogni cosa che fa la natura!!

    Artemisia... non posso che ripeterti quello che ho detto a Erika.. io riesco a scrivere solo quello che sento... non ho fantasia e per scrivere un romanzo ce ne va tanta!!
    Comunque grazie delle tue parole... trasmettere qualcosa è davvero un grande, grandissimo piacere! GRAZIE!!

    Un abbraccio stretto!!
    :-))

    RispondiElimina
  28. Ogni metafora è superflua... La natura ha già fatto abbastanza. Sempre ad aspettare la quiete dopo la tempesta...

    L'importante è che tu sia tutta intera :-)
    Un abbraccio \o/

    RispondiElimina
  29. Grazie Pierpaolo.. tutta intera, anche se per alzare me.. sai che tornado!! ;-D
    Un bacione!
    :-))

    RispondiElimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)