martedì 6 gennaio 2015

... qualcosa è cambiato...

Ancora non ho capito quando, ma qualcosa dentro di me nel profondo... è cambiato!
Per quanto io ami i cambiamenti, ogni volta che ce ne uno... io ho paura! Cado in un vero e proprio terrore con tanto di attacco isterico! Certo la risolvo... mi sfogo, mi incazzo  e tutto torna alla normalità, ma questa volta la normalità è diversa!

Spiego, giusto per riuscire a far chiarezza anche a me stessa...
Molti dicono che sono coraggiosa perchè non ho paura. No, nulla di più sbagliato, io sono coraggiosa solo perchè non mi faccio prendere dalla paura e vado avanti, anche incazzandomi e facendomi venire i patemi... ma la paura è sempre stata presente!
Poi però, verso fine anno qualcosa cambia. Tornando indietro con la memoria è stato più verso il solstizio...  qualcosa è andato in modo diverso...

E' come se avessi preso le distanze da tutto, come se il mio essere stata fino a quel giorno... non fosse più! Non guardo più al futuro con timore, anzi,  non lo guardo più in nessun modo. Non respiro più con  paura e  nemmeno con euforia, solo un  pacato  e sereno respiro.


Ricordo i primi giorni di permanenza Brasiliana, quando la parola per sempre mi sembrava una trappola da cui non riuscivo ad uscirne... Più volte in quei giorni ho pensato al mio Maestro, al suo modo di porsi in una terra che non gli ha dato i natali. So quanto Lui ami il suo Vietnam e mi son chiesta  più volte come riuscisse a vivere così lontano dalla Sua amata terra... Così le sue parole mi son giunte: lascia fluire Sara, lascia fluire e vivi il qui e ora... Le ho ripetute come un mantra fino a farle mie! 
So che è ancora presto per dire che son fuori dal mio personale tunnel, so che la paura turnerà a togliermi il respiro, ma so anche che non sarà più come prima! Il respiro ora è diverso, la sensazioni sono diverse! E' tutto così nitido e luminoso!
Riuscire a vivere il momento presente e lasciare al domani quello che verrà pensavo fosse un obbiettivo lontano mille anni da me! Invece ora mi trovo qua a rispondere come come mai avrei pensato, a chi mi chiede: cosa facciamo domani...  io rispondo: al domani ci pensiamo domani, e: cosa farai quando torni in Italia, all'Italia  ci penserò quando torno!

Una cosa sento ora che prima non sentivo: il luogo che cerco... il mio lar, come si dice qua in Brasile, sento che è vicino... un'emozione di pace è ora in me. Spero di trovarlo presto dentro di me, una dimensione di tranquillità dove la vera pace sia finalmente una costante!

Ancora non ho capito quando ma qualcosa dentro di me, nel profondo... è cambiato!

10 commenti:

  1. Sono veramente felice per te 😙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ada di condividere con me queste emozioni!!
      Che bello il cammino che stiamo facendo!!
      Un abbraccio di pace e a presto!
      😊

      Elimina
  2. mi piace questa pazzesca energia che esce anche dalla tua titubanza... io che dei cambiamenti temo le ripercussioni su una serenità che fatico a trovare ed installare stabilmente dentro me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patalice!! Son contenta che dal mio farneticare (sì perché tutto è nato dal buttar fuori emozioni) sia uscito qualcosa di buono!
      È sempre stata la mia paura... quella di sconvolgere quella parvenza di tranquillità per il nuovo. Che poi è propri quello che ci farà felici... ma noi a volte tendiamo a dimenticare che la felicità è nelle nostre mani!!

      Elimina
  3. Cara Sara, anche con questo post, vuoi sempre sorprenderci, sei brava in tutte le cose, parlando della paura, tutti abbiamo paura, che non la conosce è perché ha in se l'incoscienza che un giorno le sarà sicuramente fatale.
    Ora posso essere tranquillo e aspettare di vederti cambiare, e ne sono sicuro che sarà ancora in meglio.
    Ciao e buona notte cara amica, per me incomincia farsi tardi.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre tanto caro Il mio Tomaso!
      Cercherò di essere sempre all'altezza e di continuare questo cammino!
      Tu per primo mi hai visto cambiare quale mio primo follower.. e io non Jo intenzione di fermarmi proprio ora! !
      Un grande abbraccio e grazie! !
      ^_^

      Elimina
  4. I cambiamenti sono sempre positivi, perché significano mobilità. E la mobilità porta ad altro, sempre e sempre.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo ma è sempre una battaglia con la mente e con chi ti sta vicino.
      Se vicino hai qualcuno che ti ripete che non sai accontentarti... che non saprai mai che vuoi... che lasciare la strada vecchia per quella nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova. .. che ma dove vai a stare meglio di qua... Ecco che lasciare la "zona comfort" diventa difficile!
      Qualcuno mi ha anche detto: se ti va male non venire poi a dirlo a me... sai già che per me sbagli!!
      Per il resto son d'accordo con te... la mobilità apre mille opportunità!
      Ciao Moz!!
      ^_^

      Elimina
  5. Saretta pensavo di averti lasciato un commento, uffa!
    Sei tornata a casa??
    Baciotto grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede sai...
      No tesoro, sono ancora via, torno i primi di marzo!
      Un bacio grande a te!

      Elimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)