mercoledì 17 giugno 2015

Lo chiedo proprio a Voi!


Da giorni partecipo in modo distaccato alla vita quotidiana, volutamente sto prendendo le distanze... l'unico posto dove metto i miei pensieri è la mia Fan Page ...tutto il resto è vita... Sì, perchè è li metto i pensieri positivi che possono nutrire l'anima!

Lo so... è un periodo duro per tutti, la tv, la rete e gli amici sono sottosopra, si parla solo di problemi, omicidi, soprusi, politica e immigrazione. Come farne a meno! E lo capisco per carità, c'è tanta disperazione in giro che non potrebbe essere diversamente, forse... 
Il mio appello lo rivolgo specialmente a chi si definisce Operatore di Luce. Anche per voi come per tutti è una faticaccia rimanere splendenti, ma si dice che chi ha questa capacità abbia ricevuto un dono, bene, allora mettetevi all'opera illuminando il cammino di chi questo dono non ce l'ha!
Impossibile in questo periodo, mi è stato fatto notare... la parola impossibile per un operatore di luce non esiste, non sarebbe tale.

Ieri ho letto una discussione sugli immigrati, li si criticava per le loro scelte, del fatto che comunque son ben vestiti e se hanno i soldi per arrivare qua non sono poi così poveri... ecco, qua vorrei invitarvi ad un gioco di riflessioni. Quando pensate che qualcuno sta facendo una cazzata chiedetevi cosa fareste voi, ma quando vi date una risposta chiedetevi di nuovo sei davvero sicuro/a? 
I più risponderanno: ma certo... e allora io richiedo di nuovo; ma sei davvero davvero sicuro? 
Se farete come ho fatto io la vostra sicurezza a questo punto vacillerà! Nessuno può essere sicuro di una cosa che non ha mai vissuto, e anche qua tutto è talmente soggettivo che, nonostante avrete fatto la stessa esperienza il risultato di quell'azione sarebbe diverso!

E allora cari Operatori di Luce... almeno voi, smettete di gettare benzina sul fuoco. Avete tutti il diritto di essere arrabbiati ma nessuno vi da il diritto di essere cattivi!
Se siete arrivati dove siete è perchè avete avuto un dono (meritato da tante vite ma pur sempre un dono)... non prendetevela con chi questo dono non lo l'ha. Molti sono sprovvisti di mezzi... per quanto voi vi impegniate a fagliela capire non ce la faranno mai. E' qua che inizia il rispetto per chi ancora non c'è arrivato. Un dono è un dono non serve a nulla sentirsi al di sopra degli altri, se non lo aveste avuto sareste al buio anche voi come gli altri!


Ecco perchè voglio insistere con Voi... potrà sembrare presuntuoso da parte mia dire certe cose ma vi assicuro che in me  non c'è ne arroganza ne alterigia, anzi! Ho tanti amici operatori di Luce, ma mai mi son sentita così sola in questa battaglia contro la tristezza! Sento solo rabbia e giudizio a prescindere su tutto e tutti. Proprio questo appello voglio fare: se in questo periodo di energia negativa e buio esistenziale non riuscite a fare luce, va bene per carità, ma cercate  almeno di non gettate ombre... l'universo ve ne sarà grato... e lo sarò anche io! ^_^

Vi abbraccio di Luce!




12 commenti:

  1. Giusto. Per conoscere il cuore di una realtà bisogna viverla.
    Ciao Sara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... peccato che non sia così scontato! ;-)
      Ciao Gus!

      Elimina
  2. Il grande problema Sara, è che la maggior parte delle persone non apprezza quello che ha… anche un solo pezzo di pane quotidiano… un letto dove dormire… un tetto sulla testa… e soprattutto la salute… basterebbe semplicemente solo questo per ringraziare e gioire.
    Invece le persone vivono pensando che tutto gli sia dovuto.
    Un giorno mi è stato risposto: “Quali sono i parametri e chi li stabilisce per potersi ritenere fortunati?”
    Una domanda posta con rabbia che mi ha sconvolto, perchè posta da una persona senza seri problemi… anzi…
    Cosa dovrebbe dire allora chi sta veramente male? Il nostro lamentarci per cose inutili è una grave offesa ai più sfortunati di questo mondo
    Il bellissimo post, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda posta in se non è male, se posta con il tono giusto... La risposta è soggettiva, anche perchè ci si da aspettative così alte che alla fine non ci si renderà mai conto della fortuna!
      La gente è arrabbiata solo perchè non riesce a raggiungere gli standard che gli altri hanno messo. Io stessa in passato ero così, volevo questo e quello senza mai raggiungere nulla perchè l'obbiettivo si spostava in virtù di un altro desiderio indotto da altri!
      Bisognerà abbassare le aspettative e cercare di combattere per quello che si vuole, come hai giustamente detto tu nulla è dovuto! Lamentarsi non fa che alimentare un pessimismo che è palpabile e da chi si professa Operatore di Luce mi sarei aspettata molto di più che la becera lamentala e triste giudizio...
      Grazie del tuo intervento Betty e bentrovata!
      Un abbraccio! ^_^

      Elimina
    2. Scusa una domanda tecnica Sara… volevo unirmi ai tuoi lettori su Google+, ma il Badge qui nella colonna di destra mi porta sull’account di Elena Orsi, c’è qualche errore?
      Ricambio il tuo abbraccio :-)

      Elimina
    3. Mi sa di si... provo a vedere cosa posso fare!
      Grazie della segnalazione Betty!!

      Elimina
    4. Betty... abbiamo in parte risolto... ho dovuto mettere un altro badge, con Elena abbiamo fatto delle prove ora dovrebbe funzionare!
      Grazie ancora!!
      ^_^

      Elimina
    5. Di niente figurati... :-)

      Elimina
  3. Ciao Sara, Betty ha detto tutto e bene, forse i veri disperati sono coloro che, pur avendo tutto ciò che serve, vorrebbero anche quello che serve agli altri, chi si accontenta di quello che ha è fortunato, chi non si accontenta mai sarà sempre infelice e vorrebbe trascinare anche gli altri nell'inferno che si costruisce con le proprie mani giorno dopo giorno.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco.. forse è davvero questo lo scopo finale; trascinate tutti nel proprio inferno... "se ci devo stare io che ci stiano tutti!" Il mal comune mezzo gaudio sta prendendo sempre più piede, anche da chi non dovrebbe farlo.
      Ciao Romualdo! ^_^

      Elimina
  4. Parla di operatori di luce, cioè quelle persone che concettualmente amano il loro prossimo, ma messi alla prova falliscono miseramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Gus, dici bene: "persone che concettualmente amano il loro prossimo, ma messi alla prova falliscono miseramente", con la tua sintesi hai detto tutto. Io mi sarei aspettata che da suddetti Operatori facessero davvero Luce la dove non arriva e invece non è così e a me dispiace perchè mai come ora c'è bisogno di un po' di positività... nonostante tutto! ^_^

      Elimina

Purtroppo causa mentecatti che mi stanno spammando ho dovuto mettere la moderazione dei commenti... scusate ma a mentecatti estremi... estremi rimedi! ;-)